9.1 C
Bruxelles
Venerdì, febbraio 3, 2023

Tempo del Creato: Giubileo per la Terra

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Di Lydia O'Kane

Dal 1 settembre al 4 ottobre, i cristiani di tutto il mondo celebreranno il Tempo del Creato e il 1° settembre il Giorno del Creato.

Come negli anni passati, sia la Conferenza delle Chiese d'Europa (CEC) che il Consiglio delle Conferenze episcopali d'Europa (CCEE), stanno incoraggiando le Chiese membri in Europa a riunirsi nel corso del mese per celebrare la “ricchezza dei cristiani la fede come espressione per proteggere la nostra casa comune.

La creazione un dono per l'umanità

In una dichiarazione rilasciata dal Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente del Ccee, e dal Rev. Christian Krieger, Presidente della CEC, il Creato è descritto come “un dono di Dio per l'umanità e per tutti gli esseri viventi. È quindi nostra responsabilità proteggerlo come amministratori buoni e affidabili e come fedeli servitori di Dio”.

L'appello di Papa Francesco a proteggere la nostra casa comune

Fanno notare che papa Francesco, nella sua enciclica Laudato Si ', sottolinea, "la sfida urgente per proteggere la nostra casa comune include la preoccupazione di riunire l'intera famiglia umana per cercare uno sviluppo sostenibile e integrale".

Sottolineano anche l'appello di papa Francesco "per un nuovo dialogo su come stiamo plasmando il futuro del nostro pianeta".

L'eminente teologo Jurgen Moltmann, sottolineano, chiede «un discernimento di Dio, che è presente nella creazione attraverso il suo Spirito Santo», un discernimento che «può portare uomini e donne alla riconciliazione e alla pace con la natura».

Dimensione ecumenica

Sottolineando la dimensione ecumenica del Tempo del Creato, la dichiarazione congiunta ringrazia per la proposta del defunto Patriarca ecumenico Dimitrios I nel 1989.

Da allora, commentano i due presidenti, «l'idea del Tempo del Creato e del suo spirito ecumenico è stata ulteriormente confermata dalle Assemblee ecumeniche europee organizzate congiuntamente da CEC e Ccee a Basilea 1989, Graz 1997 e Sibiu 2007».

COVID-19

Quest'anno, la Stagione sarà osservata nel mezzo di una pandemia globale.

Il Coronavirus, si legge nel comunicato, ha dimostrato "più che mai che non siamo isolati gli uni dagli altri e che le condizioni legate alla salute e al benessere umano sono fragili".

Prosegue dicendo che “l'impatto della pandemia ci costringe a prendere sul serio la necessità di vigilanza e la necessità di condizioni di vita sostenibili in tutta la terra. Questo è ancora più importante se si considera la devastazione ambientale e la minaccia del cambiamento climatico”.

Giubileo per la Terra

In conclusione, i due presidenti invitano i cristiani a celebrare quest'anno il Tempo del Creato all'insegna del Giubileo per la Terra. “Il concetto di Giubileo”, osservano, “è radicato nella Bibbia e sottolinea che deve esistere un equilibrio giusto e sostenibile tra realtà sociale, economica ed ecologica”.

Sottolineano inoltre che “la lezione del concetto biblico di giubileo ci indirizza verso la necessità di ristabilire l'equilibrio negli stessi sistemi di vita, affermando la necessità di uguaglianza, giustizia e sostenibilità e confermando la necessità di una voce profetica a difesa del nostro comune casa." 

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti