-1.2% C
Bruxelles
Mercoledì, gennaio 25, 2023

Secondo quanto riferito, l'UE sta valutando un'azione legale contro il Regno Unito per la sua determinazione a rielaborare parti dell'accordo sulla Brexit

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Secondo quanto riferito, l'Unione europea sta valutando la possibilità di intraprendere un'azione legale contro il Regno Unito dopo i piani annunciati del primo ministro Boris Johnson di annullare parti dell'accordo di recesso, The Telegraph rapporti.

Il governo del Regno Unito sta cercando di riscrivere sezioni del protocollo dell'Irlanda del Nord, parte dell'accordo di recesso giuridicamente vincolante firmato con l'UE e progettato per impedire un confine fisico nell'isola d'Irlanda, a costo di creare un confine doganale nell'Irlanda Mare.

Si dice che Bruxelles abbia l'impressione di poter affrontare una sfida vincente prima che il governo del Regno Unito approvi una legislazione che rivisiterà alcune aree dell'accordo raggiunto con il blocco lo scorso anno in relazione all'Irlanda del Nord.

Si dice che Bruxelles abbia redatto un documento distribuito agli Stati membri che avverte che il disegno di legge sul mercato interno del Regno Unito rappresenta una "chiara violazione" dell'accordo originale del 2019 e potrebbe "aprire la strada a rimedi legali", secondo Bloomberg.

Dopo la fine dell'attuale periodo di transizione il 31 dicembre 2020, entrato in vigore dopo l'uscita dal blocco del Regno Unito il 31 gennaio, l'UE potrebbe anche attivare il meccanismo di risoluzione delle controversie previsto nell'accordo.

Questo alla fine potrebbe aprire il Regno Unito a sanzioni finanziarie.

Colloqui di crisi

Dopo che il governo di Boris Johnson ha pubblicato mercoledì una legge che gli consente di riscrivere parti dell'accordo di divorzio Brexit firmato con l'Unione Europea nel 2019, la mossa ha suscitato costernazione a Bruxelles. L'UE ha chiesto colloqui di emergenza giovedì a Londra, cercando di salvare i negoziati volti a garantire un accordo commerciale chiave tra le due parti.


©
REUTERS/HOC/JESSICA TAYLOR
Il primo ministro britannico Boris Johnson parla durante il periodo delle interrogazioni alla Camera dei Comuni a Londra, Gran Bretagna, 2 settembre 2020

Eric Mamer, portavoce capo della Commissione Ue, ha twittato che Bruxelles cercava "chiarimenti" da Londra.

​Maros Sefcovic, controparte di Michael Gove nel comitato congiunto Regno Unito-UE per la Brexit, ha dichiarato che l'incontro straordinario affronterà le "forti preoccupazioni" del blocco.

“L'accordo di recesso non è rinegoziabile e ci aspettiamo che la lettera e lo spirito dell'accordo di recesso siano pienamente rispettati. Penso che su questo dobbiamo essere molto, molto chiari”.

Preoccupazioni sono state espresse in precedenza dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha avvertito che il progetto di legge sul mercato interno pubblicato nel Regno Unito "viola il diritto internazionale e mina la fiducia".

Michel Barnier, il capo negoziatore dell'UE, è arrivato in precedenza a Londra per un crunch round di colloqui sulle relazioni del blocco con il Regno Unito dopo la Brexit.

Poiché l'outlet cita fonti che indicano che Barnier intende affrontare la sua controparte Lord Frost sull'attuale svolta degli eventi, un diplomatico dell'UE avrebbe affermato:

“Una rapida lettura degli articoli pertinenti dell'Internal Market Bill suggerisce che il governo del Regno Unito sta lanciando un assalto frontale al Protocollo e ai suoi obblighi. Nonostante le conseguenze per i negoziati, questo deve essere il punto più basso di quattro anni di negoziati di un Paese noto come la culla della democrazia”.

I funzionari britannici dovrebbero placare le preoccupazioni dei funzionari dell'UE, sottolineando la loro adesione agli impegni e alle promesse esplicite fatte nel comitato misto, scrive Il Telegraph.

Dopo l'annuncio, Boris Johnson ha dovuto affrontare ulteriori critiche sul fronte interno da parte di John Major, il secondo ex primo ministro dopo Theresa May a mettere in guardia dal minare la fiducia nel Regno Unito rivisitando l'accordo di ritiro originale.

Washington è intervenuta con i suoi terribili avvertimenti, poiché alti democratici hanno suggerito l'accordo commerciale USA-Regno Unito potrebbe essere messo a rischio dal mancato rispetto da parte del Regno Unito dei termini dell'accordo di recesso.

La presidente della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi è stata citata dall'Irish Times dicendo:

"Se il Regno Unito viola il trattato internazionale e la Brexit compromette l'accordo del Venerdì Santo, non ci sarà assolutamente alcuna possibilità che un accordo commerciale USA-Regno Unito passi il Congresso".

Il Regno Unito difende la posizione

Downing Street ha cercato di respingere le critiche sulle modifiche annunciate all'accordo di recesso UE-Regno Unito il 9 settembre, affermando che l'accordo era stato firmato "a ritmo", partendo dal presupposto che le sue "aree grigie" potessero essere chiarite in seguito.

Il portavoce del Primo Ministro ha insistito sul fatto che proteggere il processo di pace dell'Irlanda del Nord era "esattamente" il motivo per cui il Regno Unito stava apportando i cambiamenti.

"Siamo assolutamente impegnati in nessun confine duro tra l'Irlanda del Nord e la Repubblica d'Irlanda", ha aggiunto.

Intervenendo in precedenza alle domande del primo ministro, Boris Johnson ha dichiarato:

"Abbiamo bisogno di una rete di sicurezza legale per proteggere il nostro paese da interpretazioni estreme o irrazionali del protocollo che potrebbero portare a un confine lungo il Mare d'Irlanda, che credo ... sarebbe pregiudizievole per gli interessi dell'Accordo del Venerdì Santo e pregiudizievole per gli interessi di pace nel nostro Paese”.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti