0.5 C
Bruxelles
Domenica, gennaio 29, 2023

Boris Johnson dice che vuole un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Dominic Raab ha promesso che la Gran Bretagna non sarà più "tenuta per un barile da Bruxelles" poiché Downing Street ha insistito sul fatto che le due parti avevano concordato di "lavorare intensamente" per risolvere le divergenze nei colloqui sulla Brexit.

Boris Johnson aveva detto prima della videochiamata di oggi con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen di voler assicurarsi un accordo commerciale simile a quello che Bruxelles ha con il Canada o l'Australia.

I negoziati si sono arenati su questioni chiave come la pesca e i sussidi governativi, con entrambe le parti che chiedono all'altra di raggiungere un compromesso.

Il ministro degli Esteri Raab ha fatto eco all'entusiasmo del Primo Ministro per un accordo, ma ha insistito sul fatto che doveva essere nell'interesse della Gran Bretagna. 

Intervenendo oggi alla conferenza virtuale del Partito conservatore, Raab ha dichiarato: "Sì, vogliamo un accordo di libero scambio con il EU, ma qualsiasi accordo deve essere equo.

«I giorni in cui Bruxelles era tenuta sopra un barile sono ormai lontani.

"Sotto i conservatori, non ci sono dubbi: il nostro governo controllerà la nostra pesca, il nostro parlamento approverà le nostre leggi ei nostri tribunali le giudicheranno". 

33939198 8801209 image a 52 1601737276147 - Boris Johnson dice di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

Il ministro degli Esteri Dominic Raab, nella foto, ha promesso che il Regno Unito non sarà più "tenuto per un barile da Bruxelles"

33936232 8801209 image a 43 1601728481962 - Boris Johnson dice di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

Boris Johnson, raffigurato oggi in un cantiere edile nella zona ovest di Londra, ha affermato di volere un accordo commerciale con Bruxelles simile a quello che l'Unione Europea ha con il Canada o l'Australia

33939196 8801209 image a 56 1601737549345 - Boris Johnson dice di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

Il Presidente del Consiglio ha incontrato oggi il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen

Che cos'è un accordo commerciale in stile canadese? 

L'accordo economico e commerciale globale (Ceta) è il nome del tipo di accordo che Boris Johnson sta cercando tra l'UE e il Canada.

Le due parti hanno iniziato a negoziare più di un decennio fa, ma sono entrate in vigore solo provvisoriamente nel 2017 e ancora non sono state formalmente approvate da tutti gli stati all'interno del blocco.

Ceta non rimuove tutte le tariffe, con le tasse sulle importazioni che rimangono su pollame, carne e uova, ma si sbarazza della maggior parte.

Aumenta anche la quantità di merci che possono essere esportate senza costi aggiuntivi, noti come quote, ma alcune di esse rimangono ugualmente. 

Ci sono anche preoccupazioni su quanto ne avvantaggia i servizi e i servizi finanziari, che sono cruciali per il Regno Unito economia

Rimangono ancora anche i controlli alle frontiere, il che significa che le merci e le pratiche burocratiche potrebbero dover essere esaminate nei porti per assicurarsi che soddisfino i requisiti normativi. 

Ha un impatto sugli standard, con Ceta che protegge le "indicazioni geografiche" dell'UE, il che significa che prodotti come il prosciutto di Parma e il formaggio camembert possono essere realizzati rispettivamente solo in Italia e in Francia. 

Il Canada quindi non può importare prodotti che si autodefiniscono tali da altri paesi.

Anche i contratti governativi sono aperti tra loro come parte dell'accordo, il che significa che le società canadesi potrebbero fare offerte per realizzare progetti infrastrutturali negli stati membri.    

Un accordo standard in stile canadese era stato precedentemente proposto dal capo negoziatore dell'UE Michel Barnier, ma è stato rifiutato dal team di Theresa May.  

pubblicità

Questo pomeriggio Downing Street ha affermato che il Regno Unito e l'UE hanno deciso di "lavorare intensamente" per risolvere le divergenze nei colloqui.

Il sig. Johnson e la sig.ra Von der Leyen sono intervenuti in videoconferenza per fare il punto sui progressi dei negoziati dopo l'ultimo ciclo di colloqui in programma tra Bruxelles e il Regno Unito questa settimana.

La coppia ha incaricato i capi negoziatori, Lord Frost della Gran Bretagna e Michel Barnier dell'UE, di intensificare i colloqui dopo aver riconosciuto che "rimangono notevoli divari" tra il Regno Unito e Bruxelles.

Il Primo Ministro ha fissato la scadenza della riunione del Consiglio Ue del 15 ottobre per la conclusione di un accordo, a soli 12 giorni di distanza.

Un portavoce di Downing Street ha dichiarato: "Hanno convenuto sull'importanza di trovare un accordo, se possibile, come base solida per una relazione strategica UE-Regno Unito in futuro.

"Hanno approvato la valutazione di entrambi i capi negoziatori secondo cui sono stati compiuti progressi nelle ultime settimane, ma che sono rimaste lacune significative, in particolare, ma non solo, nei settori della pesca, della parità di condizioni e della governance.

"Hanno incaricato i loro principali negoziatori di lavorare intensamente per cercare di colmare queste lacune.

"Hanno convenuto di parlare regolarmente su questo problema."

Stamattina, il signor Johnson ha detto ai giornalisti che stava cercando un accordo simile a quello che ha il blocco con il Canada o l'Australia.

Ha detto: 'Penso che ci sia molto da fare e tutti sanno cosa vogliamo fare.

'L'UE ha concluso un accordo con il Canada che è molto lontano, un grande paese ma un po' lontano.

"Eccoci qui, siamo il più grande partner commerciale dell'UE, il loro più grande mercato di esportazione, inoltre siamo membri da 45 anni: vogliamo un accordo come quello del Canada, vogliamo quello!"

Ha aggiunto: "Se ciò non fosse possibile, e questa non sarebbe la nostra chiamata, sarebbe la loro chiamata, allora l'alternativa è avere un accordo come l'Australia che è un altro grande paese, più lontano, ma funzionerebbe bene e potremmo fallo funzionare molto bene.

"Siamo determinati su entrambi i corsi, siamo preparati per entrambi i corsi e lo faremo funzionare, ma dipende molto dai nostri amici e partner".

Arriva come ha affermato ieri sera il Segretario all'Ambiente che la Gran Bretagna è pronta a combattere e vincere una nuova "guerra del merluzzo" con l'UE se i negoziati commerciali falliranno.

33936234 8801209 image a 42 1601728471466 - Boris Johnson dice di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

Il Primo Ministro ha tenuto una videochiamata con la Presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, nella foto insieme a gennaio, questo pomeriggio per cercare di trovare un accordo dopo settimane di stallo

In un'intervista con il Mail, George Eustice ha affermato che i ministri hanno messo in atto un "aumento di cinque volte della nostra capacità di applicazione" nell'ultimo anno in preparazione di un possibile scontro con i pescherecci europei.

La pesca rimane uno dei punti chiave di un accordo, con Boris Johnson che non è disposto a piegarsi alle richieste che consentirebbero ai pescherecci da traino dell'UE di mantenere l'accesso permanente alle acque britanniche. 

I funzionari temono che ciò potrebbe portare a una ripetizione delle "Guerre del merluzzo" degli anni '1970, quando i pescherecci da traino britannici sostenuti dalla Royal Navy si sono scontrati con le navi della guardia costiera islandese nel tentativo condannato di mantenere i diritti di pesca storici nel Nord Atlantico.

Alla domanda diretta se la Gran Bretagna fosse pronta a difendere le sue acque in caso di No Deal, Eustice ha detto: 'Sì, lo siamo. E in effetti, la lezione principale della guerra del merluzzo è stata che è molto più facile proteggere le proprie acque dall'accesso di navi d'oltremare che cercare di difendere un'idea di accesso storico che non è più disponibile per noi.'

Nel frattempo, il suo predecessore, Michael Gove, si è detto "ottimista" sulle prospettive di un accordo.

Parlando in una conversazione con il sindaco di West Midlands Andy Street alla conferenza virtuale del Partito conservatore, Gove ha detto: "Sono ottimista. È stato un processo difficile perché l'UE non ha mai dovuto far fronte a nessun paese che lasciasse la sua orbita prima, ed è un po' difficile.

"Mentre abbandoniamo il nido e diventiamo buoni vicini piuttosto che inquilini scomodi, l'UE deve adeguarsi.

"E diversi aspetti dell'adeguamento si sono rivelati difficili per l'Unione europea: riconoscere che condividiamo gli stessi elevati standard ambientali e di forza lavoro come loro ma vogliamo fare le cose a modo nostro è un po' difficile per loro e c'è anche il questione molto controversa a che fare con la pesca.

'L'UE pensa che dovrebbero avere esattamente lo stesso accesso alle nostre acque al di fuori dell'Unione europea che hanno all'interno.

"Ma penso che con buona volontà dovremmo essere in grado di ottenere un accordo."

Viene dopo quello della Gran Bretagna Brexit il negoziatore la scorsa notte ha dichiarato che i "contorni di un accordo" erano visibili anche quando è emerso che il processo potrebbe durare fino al mese prossimo.

Dopo l'ultimo round di colloqui, David Frost ha affermato che le due parti hanno tenuto discussioni costruttive con un "buon spirito".

33917022 8799771 image a 2 1601667051173 - Boris Johnson dice di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

L'inviato britannico per la Brexit David Frost arriva per un incontro con il capo della task force per le relazioni con il Regno Unito della Commissione europea Michel Barnier alla Commissione europea a Bruxelles oggi

Anche Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha parlato di progressi su "molti, molti" fronti.

Boris Johnson ha suggerito che potrebbe abbandonare il tavolo dei negoziati se non verrà raggiunto un accordo prima del vertice dell'UE il 15 ottobre.

Tuttavia, il Mail comprende che i colloqui potrebbero durare fino al mese prossimo se entrambe le parti ritengono che un accordo sia in vista.

Il segretario all'ambiente George Eustice ha detto ieri sera al Mail che i colloqui potrebbero continuare per altre tre settimane.

"Dobbiamo davvero avere una sorta di capi di termini che capiscano se c'è una zona di atterraggio entro la metà di ottobre", ha detto. "E non possiamo davvero lasciare che le cose vadano oltre la prima settimana di novembre, perché le aziende devono sapere a che punto sono".

Una fonte ha detto al Mail che Michel Barnier, il principale negoziatore dell'UE, credeva che un accordo potrebbe non essere firmato fino all'inizio del mese prossimo.

In un'intervista la scorsa notte, Johnson ha chiesto ai leader europei di essere 'di buon senso' e venire a patti.

"Spero che otteniamo un accordo, tocca ai nostri amici", ha detto alla BBC. 'Hanno fatto un accordo con il Canada del tipo che vogliamo, perché non dovrebbero farlo con noi? Siamo così vicini, siamo membri da 45 anni. È tutto lì, dipende solo da loro.'

La sig.ra von der Leyen ha chiesto che i colloqui commerciali si intensifichino mentre si preparava a fare il punto sui progressi con il sig. Johnson. I due leader parleranno più tardi oggi per discutere i prossimi passi dopo la conclusione del round finale programmato di colloqui formali.

La notizia della teleconferenza ha indotto a ipotizzare un'ultima serie di colloqui intensivi, soprannominati "il tunnel".

33917020 8799771 image a 3 1601667079215 - Boris Johnson dice di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada O l'Australia

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, si toglie la maschera protettiva prima di rilasciare ieri una dichiarazione in merito all'accordo di recesso presso la sede dell'UE a Bruxelles

La sig.ra von der Leyen ha affermato che le questioni più difficili, comprese le norme sulla pesca e sugli aiuti di Stato, devono ancora essere risolte per ottenere un accordo prima della fine del periodo di transizione Brexit, il 31 dicembre. qualsiasi prezzo,' ha detto. 'Abbiamo fatto progressi su molti, molti campi diversi, ma ovviamente i più difficili sono ancora completamente aperti.

'Ma nel complesso, dove c'è una volontà, c'è un modo, quindi penso che dovremmo intensificare i negoziati. Il tempo sta per scadere – circa 100 giorni alla fine dell'anno – quindi vale la pena intensificare ora.'

Parlando dopo la fine del nono round di negoziati, Lord Frost ha dichiarato: 'Sono state discussioni costruttive condotte con uno spirito positivo.

'In molti settori dei nostri colloqui, sebbene permangano divergenze, sono visibili i contorni di un accordo. Temo che ci sia poco tempo per risolvere questi problemi in vista del Consiglio europeo del 15 ottobre.

"Da parte nostra, continuiamo a impegnarci a fondo per trovare soluzioni".

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha affermato che il blocco era "di umore costruttivo" per concludere un accordo, ma che finora non c'è stata alcuna svolta. "Finché i negoziati sono in corso, rimango ottimista", ha affermato.

"Sarà una fase cruciale nei prossimi giorni".

Barnier ha dichiarato: "Continueremo a mantenere un atteggiamento calmo e rispettoso e rimarremo uniti e determinati fino alla fine".

Ha tenuto un incontro privato con gli eurodeputati all'inizio di questa settimana e una fonte che ha familiarità con le discussioni ha affermato di aver minimizzato la possibilità di un accordo prima del vertice.

Un portavoce di Downing Street ha dichiarato: "A metà ottobre riteniamo che dovremmo vedere una soluzione al riguardo per assicurarci di avere tutte le cose di cui abbiamo bisogno per la fine del periodo di transizione".

Se l'UE vuole una guerra del merluzzo, daremo loro una guerra del merluzzo! Il segretario all'ambiente George Eustice minaccia la situazione di stallo con i pescherecci da traino dell'UE se i colloqui commerciali sulla Brexit falliranno 

La Gran Bretagna è pronta a combattere e vincere una nuova "guerra del merluzzo" con l'UE se i negoziati commerciali sulla Brexit falliranno, ha affermato ieri sera il segretario all'Ambiente.

In un'intervista con il Mail, George Eustice ha affermato che i ministri hanno messo in atto un "aumento di cinque volte della nostra capacità di applicazione" nell'ultimo anno in preparazione di un possibile scontro con i pescherecci europei.

La pesca rimane uno dei punti chiave di un accordo, con Boris Johnson che non è disposto a piegarsi alle richieste che consentirebbero ai pescherecci da traino dell'UE di mantenere l'accesso permanente alle acque britanniche.

33916982 8799765 Segretario di Stato per l'Ambiente, l'alimentazione e gli affari rurali George a 1 1601667153813 - Boris Johnson afferma di volere un accordo commerciale con l'UE come il Canada o l'Australia

Il Segretario di Stato per l'ambiente, l'alimentazione e gli affari rurali George Eustice arriva a Downing Street, nel centro di Londra, per partecipare a una riunione del gabinetto il 30 settembre 2020 a Londra, Inghilterra

I funzionari temono che ciò potrebbe portare a una ripetizione delle "Guerre del merluzzo" degli anni '1970, quando i pescherecci da traino britannici sostenuti dalla Royal Navy si sono scontrati con le navi della guardia costiera islandese nel tentativo condannato di mantenere i diritti di pesca storici nel Nord Atlantico.

Alla domanda diretta se la Gran Bretagna fosse pronta a difendere le sue acque in caso di No Deal, Eustice ha detto: 'Sì, lo siamo. E in effetti, la lezione principale della guerra del merluzzo è stata che è molto più facile proteggere le proprie acque dall'accesso di navi d'oltremare che cercare di difendere un'idea di accesso storico che non è più disponibile per noi.'

Entro l'inizio del prossimo anno la cosiddetta "squadra del merluzzo" delle motovedette della Royal Navy sarà raddoppiata da tre a sei.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti