7 C
Bruxelles
Domenica, Febbraio 5, 2023

Il Parlamento europeo fissa la scadenza di domenica per l'approvazione dell'accordo sulla Brexit quest'anno

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.
Il Parlamento europeo non si riunirà per ratificare un accordo commerciale sulla Brexit quest'anno a meno che non venga firmato prima di domenica, hanno affermato i leader dei suoi principali gruppi politici.
La nuova linea rossa significa che la Gran Bretagna dovrebbe affrontare un'uscita senza accordi dal mercato unico se non sarà stato concordato nulla entro la fine del fine settimana, causando una significativa interruzione economica.
In una dichiarazione congiunta, la conferenza dei presidenti del parlamento si è detta “pronta a organizzare una sessione plenaria straordinaria verso la fine di dicembre” ma solo se “si raggiungerà un accordo entro la mezzanotte di domenica 21”.
Hanno fatto i commenti dopo un incontro con il capo negoziatore dell'UE Michel Barnier a Bruxelles giovedì mattina, in cui si dice che abbia detto loro che un accordo era possibile entro venerdì.
Dacian Cioloș, leader del gruppo liberale Renew del parlamento e alleato di Emmanuel Macron, ha affermato che la scadenza era necessaria perché "l'incertezza che incombe su cittadini e imprese a causa delle scelte del Regno Unito" stava diventando "intollerabile".
Manfred Weber, presidente del gruppo più numeroso del parlamento, il Partito popolare europeo di centrodestra, ha dichiarato: “Dopo [domenica] non possiamo ragionevolmente esaminare l'accordo prima della fine dell'anno. L'accordo è troppo importante per affrettarsi in Parlamento.
“Lo dobbiamo alle persone e alle imprese nei nostri collegi elettorali che saranno pesantemente colpiti Brexit, per esaminare l'affare in modo appropriato. Dopo domenica non crediamo sia ancora possibile".
Iratxe Garcia Perez, leader del gruppo socialista di centrosinistra, ha dichiarato: "Non saremo costretti a votare di consenso sull'accordo sulla Brexit prima della fine dell'anno se non avremo accesso al testo entro domenica".

L'avvertimento del Parlamento solleva la possibilità che il Regno Unito possa essere colpito da un periodo limitato di scambi a condizioni no-deal dall'inizio di gennaio, anche se un accordo viene firmato prima della fine dell'anno.

Sebbene l'Unione Europea e il Regno Unito abbiano entrambi alcuni poteri per l'applicazione "provvisoria" degli accordi senza il consenso dei loro parlamenti, non è chiaro se questi aiuterebbero a prevenire un no-deal in questo caso.

Si ritiene che Barnier abbia detto ad ambasciatori e deputati in riunioni private separate che anche la durata ridotta del processo di domanda provvisoria significa che potrebbe esserci un breve no-deal a gennaio anche se verrà utilizzato.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha anche promesso al Parlamento che non avrebbe utilizzato la procedura per aggirare i deputati. Lo ricorda la dichiarazione congiunta dei leader dei gruppi parlamentari, rilevando che la Von der Leyen ha affermato che l'applicazione provvisoria potrebbe avvenire “solo dopo che il Parlamento europeo avrà dato il suo consenso”.

The Independent comprende inoltre che il servizio giuridico del Consiglio europeo ritiene che l'applicazione provvisoria non sarebbe abbastanza rapida da impedire un no-deal il 1° gennaio se il processo fosse avviato dopo questa settimana. 

Giovedì Barnier ha espresso un tono ottimista sulla possibilità di un accordo di libero scambio, affermando che c'erano stati "buoni progressi" ma che "rimangono ostacoli". 

Ha detto che i colloqui erano nel loro "trattamento finale", aggiungendo: "Firmeremo solo un accordo che protegge gli interessi e i principi dell'UE".

I giornalisti del capo negoziatore hanno detto ai presidenti che un accordo era possibile entro venerdì.

Ma fonti britanniche sono state significativamente meno ottimiste, sottolineando che le due parti erano ancora molto distanti in aree chiave. I diplomatici degli Stati membri dell'UE credono che un accordo sia possibile, ma avvertono che la strada per raggiungerlo è stretta.

Di ritorno a Westminster, Downing Street non sarebbe stata inserita nel calendario del Parlamento europeo. Il portavoce del primo ministro ha affermato che la Camera dei Comuni non sarebbe stata richiamata il giorno di Natale o il giorno festivo di Santo Stefano per le proprie procedure di ratifica, ma non ha escluso le sedute del fine settimana per approvare l'accordo.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti