9.1 C
Bruxelles
Venerdì, febbraio 3, 2023

Erdogan della Turchia e Michel dell'UE hanno discusso in convocazione del vertice dell'UE

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Il presidente Tayyip Erdogan ha detto al presidente del Consiglio europeo Charles Michel in un appello che la Turchia vuole costruire il suo futuro con l'UE, chiedendo ad Ankara e al blocco di uscire da un "circolo vizioso" nei legami, ha affermato martedì la presidenza turca.

In un vertice di venerdì, i leader dell'UE hanno concordato di preparare sanzioni limitate contro individui turchi in una lite con i membri della Grecia e Cyprus sull'esplorazione illegale di idrocarburi di Ankara nel Mediterraneo orientale. Ma hanno posticipato le discussioni su eventuali passi più duri fino a marzo.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto dopo il vertice che i leader dell'UE hanno in programma di discutere le esportazioni di armi verso Turchia con gli alleati della NATO a seguito di una spinta greca per un embargo sulle armi ad Ankara.

La presidenza turca ha affermato che Erdogan ha esortato Michel ad adottare un approccio più costruttivo nei confronti della Turchia.

"Durante la chiamata, il presidente Erdogan ha dichiarato che la Turchia mirava a costruire il suo futuro con l'UE e che considerava ogni passo positivo nei legami Turchia-UE come una finestra di opportunità", ha affermato la presidenza.

Erdogan ha anche ribadito che la Turchia era pronta ad avviare colloqui bilaterali con la Grecia sulle loro rivendicazioni marittime, ma ha accusato Atene di "fuggire dai colloqui". Ha ripetuto l'invito a una conferenza regionale del Mediterraneo orientale.

Ad agosto, la Turchia ha inviato una nave da esplorazione sismica nelle acque della ZEE greca, alimentando le tensioni.

L'UE, guidata dalla Germania, ha cercato senza successo di risolvere la controversia mentre la Turchia ha ripetutamente accusato il blocco di essere prevenuto.

(Reuters)

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti