7.9 C
Bruxelles
Giovedi, February 2, 2023

Tonnellate di carne dal Regno Unito che marciscono al confine con l'UE a causa della burocrazia della Brexit

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Le esportazioni britanniche di carne verso l'Unione Europea hanno subito una burocrazia nelle ultime due settimane, con tonnellate di forniture fresche per un valore di centinaia di migliaia di sterline bloccate nei porti dell'UE.

Cinque camion con 115 tonnellate di carne in totale sono stati sequestrati a Calais, mentre almeno cinque contenitori di carne di maiale fresca sono rimasti bloccati a Rotterdam per due settimane a causa di un certificato veterinario errato, The Times segnalati. Secondo DH Foods, con sede a Londra, la carne nei contenitori era "completamente marcia" a causa della trattenuta e non c'è nulla che l'azienda possa fare al riguardo.

"Non possiamo più venderlo, ma non possiamo nemmeno riportarlo in questo paese perché non abbiamo i moduli giusti per farlo", ha dichiarato l'amministratore delegato di DH Foods Tony Hale.


©
REUTERS/TOBY MELVILLE
A driver walks next to lorries parked on the M20 motorway towards Eurotunnel and the Port of Dover, as EU countries impose a travel ban from the UK following the coronavirus disease (COVID-19) outbreak, in Folkestone, Britain, December 21, 2020. REUTERS/Toby Melville

Nel frattempo, l'amministratore delegato della British Meat Processors Association Nick Allen ha osservato che il sistema dei certificati sanitari per l'esportazione è estremamente complicato, poiché alcuni moduli hanno fino a 50 timbri diversi.

“The new post-Brexit customs system for meat products is convoluted, archaic, and badly implemented”, chief executive of the British Meat Processors Association Nick Allen said. “If continental supermarkets are unable to have products delivered the way they need them to be, this trade will simply be lost as EU customers abandon UK suppliers and source product from European processors”.

Diverse industrie britanniche hanno affrontato nuove sfide da quando il paese ha lasciato l'UE, poiché le restrizioni del blocco sono entrate in vigore alla fine del periodo di transizione il 31 dicembre 2020. Le esportazioni di carne, latticini e frutti di mare sono state tra le prime vittime delle barriere commerciali. Secondo i rapporti, all'inizio di questo mese, i doganieri olandesi hanno persino forzato I camionisti britannici di rinunciare ai loro panini, poiché era loro vietato introdurre carne e prodotti lattiero-caseari nell'UE.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti