8.4 C
Bruxelles
Giovedi, February 2, 2023

“I giovani possono essere dei trend setter digitali”

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Ha detto Anne Karjalainen in occasione dell'Anno europeo della gioventù a novembre,

Ha detto Anne Karjalainen sull'Anno europeo della gioventù a novembre, partecipanti al programma del Comitato europeo delle regioni (CdR) Giovani politici eletti (YEP) riuniti in un forum per formulare le loro raccomandazioni per il futuro dell'Europa, con un focus sulla digitalizzazione. Anna Karjalainen (FI/PSE), presidente della Commissione per la politica sociale, l'istruzione, l'occupazione, la ricerca e la cultura (SEDEC) del CdR, membro della commissione per la politica economica (ECON) e presidente del consiglio comunale di Kerava, ha aperto il workshop sulla digitalizzazione.

Nelle sue osservazioni introduttive, ha affermato: “I giovani possono promuovere l'inclusione digitale sostenibile, che è la chiave per raggiungere la coesione digitale”.

La sig.ra Karjalainen ha spiegato che "coesione digitale significa garantire una connettività digitale stabile di alta qualità per tutti, indipendentemente dal loro contesto socioeconomico o posizione geografica."La coesione digitale si ottiene riducendo al minimo le disparità nella disponibilità e nell'accesso a infrastrutture digitali aggiornate in tutta l'UE e garantendo che tutti ottengano le competenze e le attrezzature necessarie per abbracciare tutto il potenziale della trasformazione digitale.

La pandemia di COVID-19 può essere vista come un'opportunità di apprendimento. Dovrebbero essere impiegate strategie coordinate e globali a tutti i livelli di governo nell'UE per colmare il divario digitale per una ripresa sostenibile.

La signora Karjalainen ha descritto la connettività come bene pubblico e ha sostenuto che le autorità locali e regionali svolgano un ruolo chiave nell'assicurare un accesso alla banda larga universale e conveniente nelle aree in cui il mercato fallisce. Per questo sono necessari finanziamenti adeguati.

Dopo gli YEP laboratorio sulla trasformazione digitale, la sig.ra Karjalainen ha convenuto che l'interoperabilità è essenziale per una transizione digitale agevole e dovrebbe diventare gradualmente la norma per la pubblica amministrazione. Ha anche aggiunto che le piattaforme digitali europee, una proposta YEP per promuovere la cooperazione e le discussioni sul digitale, sono “importanti per costruire l'autonomia dell'UE di fronte ai giganti digitali. Allo stesso tempo, la protezione dei dati dovrebbe rimanere una priorità fondamentale".

Le raccomandazioni di Forum YEP sono state presentate ai membri del CdR durante la sessione plenaria di dicembre. Serviranno come un'aggiunta al contributo del CdR alla conferenza sul futuro di Europa e alimentare l'Anno europeo della gioventù 2022. Le proposte sulla trasformazione digitale sono state presentate ai membri della Commissione per le politiche economiche del CdR (ECO) il 14 dicembre nell'ambito del dibattito sulla coesione digitale e della conferenza sul futuro dell'Europa. Queste raccomandazioni saranno prese in considerazione dal nuovo relatore per il parere del CdR su "Coesione digitale", Gaetano Armao (IT/PPE), con l'adozione prevista a luglio in commissione ECON e ad ottobre 2022 in sessione plenaria.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti