14.2 C
Bruxelles
Wednesday, May 29, 2024
NotizieLa Presidenza francese informa le commissioni del Parlamento Ue sulle sue priorità

La Presidenza francese informa le commissioni del Parlamento Ue sulle sue priorità

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

I ministri hanno illustrato le priorità della Presidenza francese del Consiglio dell'UE alle commissioni parlamentari, in una serie di riunioni.

La Francia mantiene la presidenza del Consiglio fino alla fine di giugno 2022. Le audizioni si svolgono dal 24 gennaio al 28 febbraio.


Commercio internazionale

Il 24 gennaio gli eurodeputati hanno insistito Franck RiesterMinistro Delegato per il Commercio Estero e l'Attrattiva Economica, per scoprire se gli Stati membri hanno compiuto progressi sulla legislazione sui sussidi esteri e sullo strumento anti-coercizione recentemente presentato. Vogliono anche vedere progressi negli accordi di libero scambio con il Cile e hanno chiesto legami più stretti con Taiwan e sostegno alla Lituania contro la Cina.

Diversi eurodeputati hanno affermato che la discussione su un accordo di investimento con la Cina non dovrebbe essere rilanciata senza l'adozione di un regolamento su uno strumento commerciale contro il lavoro forzato. Riester ha aggiunto che la Presidenza si aspetta un accordo sullo strumento per gli appalti internazionali durante il suo mandato.


Affari economici e monetari

Il 25 gennaio Economia Ministro Bruno Le Maire ha affermato che la realizzazione di una ripresa economica verde e socialmente equa e una migliore integrazione dell'innovazione nel modello economico dell'UE sono le massime priorità. Ha inoltre sottolineato che i progressi nel completamento dell'unione dei mercati dei capitali e dell'unione bancaria, nonché nella revisione del modello di governance economica, sarebbero fondamentali per realizzare queste priorità.

I deputati hanno chiesto maggiori chiarimenti sulla posizione della Francia sulla regolamentazione della tassonomia e sulla revisione del patto di stabilità e crescita. Anche la politica fiscale è stata sollevata alcune volte e alcuni eurodeputati francesi hanno espresso le loro preoccupazioni per l'influenza esercitata dalle lobby finanziarie durante la stesura delle leggi finanziarie e fiscali dell'UE.


Agricoltura e sviluppo rurale

Gli standard di produzione ambientale e sanitaria reciproci per i prodotti importati da paesi terzi sono, insieme all'agricoltura del carbonio, le due priorità principali, Il ministro dell'agricoltura e dell'alimentazione Julien Denormandie ha detto ai deputati il ​​25 gennaio. Le clausole speculari dovrebbero essere utilizzate negli accordi commerciali e gli agricoltori devono essere in grado di catturare più carbonio, ha aggiunto. Molti deputati hanno concordato con l'approccio della Presidenza.

Un certo numero di deputati ha sottolineato l'attuale crisi nel settore delle carni suine e ha chiesto un sistema di sostegno agli allevatori. Alcuni relatori hanno chiesto informazioni sui sistemi di etichettatura degli alimenti nutrizionali, mentre altri hanno proposto un approccio attento alla revisione dei sistemi di indicazioni geografiche dell'UE e della politica di promozione dell'UE per i prodotti agricoli.

Mercato interno e protezione dei consumatori

Tra le questioni evidenziate da Ministro Delegato per l'Industria, Agnès Pannier-Runacher su 25 gennaio.

Il ministro di Stato per la transizione digitale e la comunicazione elettronica Cédric O ha ribadito la volontà di raggiungere un accordo provvisorio sul Digital Markets Act (DMA) e sul Digital Services Act (DSA) sotto la Presidenza. Nel suo intervento si è fatto riferimento anche all'Intelligenza Artificiale e ai Data Act.

I deputati hanno menzionato, tra gli altri argomenti, la necessità di norme più pienamente armonizzate, in particolare per i mercati digitali, il ruolo dei consumatori nella transizione verde, la durabilità e la riparabilità dei prodotti, l'interoperabilità, la pubblicità mirata, i caricatori comuni, lo strumento di emergenza del mercato unico , sussidi esteri e PMI.

Diritti delle donne e uguaglianza di genere

Su 25 gennaio, il Ministro Delegato per la Parità tra donne e uomini, la diversità e le pari opportunità, Elisabeth Moreno, ha affermato che la Presidenza lavorerà per concludere i lavori su diversi importanti settori politici, tra cui la trasparenza retributiva, la presenza delle donne nei consigli di amministrazione e la ratifica della Convenzione di Istanbul.

I deputati hanno chiesto ulteriori azioni contro la violenza, che è aumentata del 30% dall'inizio della pandemia. Hanno anche interrogato il ministro su una potenziale strategia di assistenza dell'UE, sulla promozione dell'uguaglianza di genere attraverso la politica esterna dell'UE e sui diritti sessuali e riproduttivi. Su quest'ultimo, il Ministro ha ricordato l'intenzione della Presidenza di discutere come riconoscere esplicitamente il diritto all'aborto nella Carta dei diritti fondamentali dell'UE.

Affari Esteri

Il 25 gennaio Ministro per Europa e Affari Esteri Jean-Yves Le Drian ha condannato l'accumulo di truppe al confine con l'Ucraina. Riferendosi al prossimo vertice UE-Unione africana, il ministro ha evidenziato come priorità chiave la situazione della sicurezza in Mali e nella più ampia regione del Sahel, nonché la situazione in Burkina Faso. Sui Balcani e il processo di allargamento, la Presidenza organizzerà una conferenza nel corso del 2022.

Nelle loro risposte, i deputati hanno chiesto informazioni sui paesi candidati all'adesione dei Balcani e quali azioni sarebbero state prese in considerazione contro il leader serbo-bosniaco Milorad Dodik. Sulla crisi in Ucraina, i deputati hanno messo in dubbio le proposte francesi di ristabilire il dialogo con la Russia e hanno chiesto se gli Stati membri dell'UE si sarebbero allineati con la spinta dei deputati per un'azione più assertiva contro la Cina.


Occupazione e affari sociali

Il 25 gennaio Il Ministro del Lavoro, dell'Occupazione e dell'Inclusione Economica Élisabeth Borne ha citato come priorità della Presidenza la promozione dell'occupazione e la protezione dei lavoratori, modelli sociali inclusivi e società più resilienti. Il ministro Borne ha anche detto agli eurodeputati che mira a concludere i negoziati su un salario minimo equo e a compiere progressi significativi sul fascicolo sulla trasparenza salariale. Altre priorità citate nella sua presentazione includevano nuovi diritti per i lavoratori della piattaforma e la garanzia di un ambiente di lavoro sano.

I deputati hanno generalmente accolto favorevolmente questa agenda, mentre. invocando lo sblocco del fascicolo sul coordinamento della sicurezza sociale. Hanno anche chiesto misure urgenti per affrontare l'impatto della pandemia sull'occupazione, sull'istruzione e sulla salute mentale dei giovani dell'UE.


Sviluppo regionale

A gennaio 25th, Ministro della coesione territoriale e dei rapporti con gli enti locali Jacqueline Gourault ha affermato che la Presidenza discuterà con gli eurodeputati il ​​prossimo 8° rapporto sulla coesione economica, sociale e territoriale, analizzando la geografia del malcontento emergente dalle aree più periferiche dell'UE.

I deputati hanno affermato che la politica di coesione deve finanziare solo soluzioni per la protezione dell'ambiente e che deve essere in prima linea in tutte le discussioni di bilancio. Hanno anche messo in guardia sugli attuali significativi ritardi nei fondi di coesione, aggiungendo che i deputati vogliono iniziare a discutere la forma della politica di coesione dopo il 2027. I deputati hanno espresso preoccupazione per l'imminente codice di condotta per i partenariati per migliorare la partecipazione dei gruppi locali e regionali ai programmi di finanziamento .


Cultura ed educazione

Il 26 gennaio Ministro della Cultura Roselyne Bachelot-Narquin ha evidenziato tre priorità principali per i prossimi sei mesi: la creazione di un programma di mobilità all'interno dell'UE per artisti e operatori culturali; consolidamento della sovranità artistica e culturale dell'UE; e garantire a tutti l'accesso alla cultura. I deputati hanno chiesto come sarà salvaguardata la diversità culturale e linguistica dell'UE nell'era digitale e hanno chiesto misure per combattere la discriminazione e la riproduzione degli stereotipi razziali nelle arti. I deputati hanno anche chiesto informazioni sulle iniziative comuni dell'UE per il settore dei videogiochi, sulla restituzione delle opere d'arte saccheggiate alle ex colonie e hanno accolto con favore la prevista creazione di un fondo dell'UE a sostegno del giornalismo investigativo e indipendente.

Il 27 gennaio, Ministro dell'Istruzione superiore, della ricerca e dell'innovazione Frédérique Vidal ha citato come priorità della Presidenza la creazione di sinergie tra istruzione superiore, ricerca, innovazione e servizi e il progresso dell'iniziativa "Università europee". Il ministro Vidal ha parlato anche della creazione di un comitato indipendente per la storia europea e di un'accademia europea. I deputati vogliono che la Presidenza francese si adoperi per garantire il riconoscimento automatico a livello dell'UE dei diplomi e delle qualifiche di livello inferiore all'università, l'accesso ai finanziamenti Erasmus+ per gli studenti più svantaggiati e il sostegno alle competenze e all'istruzione digitali.


Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare

Il 26 gennaio Il Ministro per la Transizione Ecologica Barbara Pompili ha presentato ai deputati quattro priorità per il lavoro della Presidenza sulla politica ambientale: il pacchetto sul clima Fit for 55, in cui mira a raggiungere una posizione del Consiglio entro giugno, la biodiversità, l'economia circolare, comprese le batterie e le strategie sui rifiuti, e il diritto a un ambiente sano. I deputati l'hanno interrogata su una serie di questioni, tra cui come costruire un sostegno più ampio per le ambizioni climatiche in tutti gli Stati membri, la posizione francese sulla decisione della Commissione sulla tassonomia delle fonti di energia verde, i tempi per la strategia per le batterie e il lungo termine sostenibilità delle politiche dell'UE.

Gennaio 27, Ministro della Solidarietà e della Salute Olivier Véran ha affermato che la Presidenza francese si concentrerà sul raggiungimento di un accordo sul regolamento sulle gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero. La presidenza lavorerà anche per rafforzare la cooperazione sanitaria dell'UE, il ruolo dell'UE nella salute globale, il futuro dell'Unione sanitaria, la salute mentale, la digitalizzazione nell'assistenza sanitaria, nonché le malattie rare e la resistenza antimicrobica. I deputati hanno interrogato il ministro sull'Unione sanitaria europea, Covid-19 e cure contro il cancro, digitalizzazione, disuguaglianze sanitarie, salute delle donne e diritti all'aborto.


Affari costituzionali

Il 26 gennaio Segretario di Stato per gli affari europei Clemente Beaune ha affermato che la sfida più grande per l'UE è rafforzare le nostre democrazie e l'ordinamento giuridico europeo contro le minacce interne ed esterne e la manipolazione delle informazioni. Il ministro Beaune ha anche discusso con gli eurodeputati le idee sulle liste elettorali transnazionali per le elezioni europee e un collegio elettorale a livello dell'UE, su cui alcuni eurodeputati hanno sollevato interrogativi sull'equilibrio tra gli Stati membri e se ciò faciliterebbe o ostacolerebbe l'integrazione nell'UE.

I deputati hanno anche discusso dei diritti di iniziativa e di indagine del Parlamento, del finanziamento dei partiti politici e della trasparenza nella pubblicità politica, di un organismo etico indipendente dall'UE, dei ritardi in Consiglio sull'art. 7 atti e la Conferenza sul futuro dell'Europa.


Industria, ricerca ed energia

Il 27 gennaio Barbara Pompili, Ministro per la Transizione Ecologica, ha chiesto l'accelerazione della decarbonizzazione dell'economia europea e l'avanzamento dei negoziati in seno al Consiglio sulle direttive sull'efficienza energetica e le energie rinnovabili. La Presidenza francese lavorerà anche alle proposte del pacchetto Fit for 55 relative al sistema gas, edifici e metano. Anche l'energia in aumento è presente nella loro agenda.

Nel settore dell'industria, delle PMI e dello spazio, Agnès Pannier-Runacher, Ministro Delegato all'Industria, ha evidenziato l'importanza di “inventare un nuovo modello di crescita”, che porti gli europei a riflettere sulla loro autonomia strategica e vulnerabilità, in particolare in termini di fornitura di prodotti sanitari o semiconduttori. La Presidenza si batterà per una concorrenza leale per consentire alle imprese europee di competere ad armi pari con i loro concorrenti altrove.

Sulla ricerca e l'innovazione, Frédérique Vidal, ministro dell'Istruzione superiore, della ricerca e dell'innovazione, ha affermato che la Presidenza lavorerà per una politica europea della conoscenza volta a promuovere le sinergie tra istruzione, ricerca, innovazione e servizi alla società. Il ministro Vidal ha anche sostenuto l'aumento dell'attrattiva della ricerca europea. La presidenza francese sosterrà inoltre un "vero spazio europeo dell'innovazione" e lavorerà alla realizzazione del programma Orizzonte Europa. La cooperazione con i paesi terzi nel campo della ricerca deve, secondo il ministro Vidal, porre l'accento sul rispetto dei valori, dei principi e degli interessi dell'Unione.

Libertà civili, giustizia e affari interni

Il 31 gennaio Il ministro della Giustizia Eric Dupond-Moretti ha affermato che l'avanzamento dei negoziati sull'e-Evidence è una priorità. In particolare ha evidenziato il potenziale delle nuove regole di e-Evidence nella lotta contro gli abusi sui minori. Come seconda priorità, Dupond-Moretti ha menzionato lo Stato di diritto e l'indipendenza della magistratura, segnalando la sua intenzione di condurre audizioni su questi temi. Infine, la terza priorità è l'ambiente, poiché la Presidenza auspica che le recenti proposte di direttiva sulla criminalità ambientale possano essere rapidamente recepite in legge.

Il Segretario di Stato per gli Affari Europei Clément Beaune ha annunciato che le audizioni sulla procedura di cui all'articolo 7 per Polonia e Ungheria riprenderanno rispettivamente a marzo e maggio, insieme alle discussioni specifiche per paese che proseguiranno anche a marzo, sulla base della relazione annuale sullo stato di diritto.

Alcuni eurodeputati hanno chiesto una votazione sulle procedure di cui all'articolo 7, mentre altri hanno chiesto di porvi fine a causa della loro natura ideologica. Il Segretario di Stato ha risposto che la Presidenza seguirà le procedure stabilite dal Trattato.


Mercato

Il 1 febbraio, Ministro Delegato per il Turismo, Cittadini Francesi all'Estero e Francofonia, Jean-Baptiste Lemoine ha evidenziato il prossimo vertice Unione africana-UE come un momento importante e ha assicurato presto la firma dell'accordo post-Cotonou come priorità. Ha individuato come questioni chiave: le implicazioni geostrategiche della politica di sviluppo dell'UE, la governance sanitaria globale, il finanziamento dello sviluppo dell'UE e l'ambiente. In merito all'azione umanitaria, il ministro Lemoyne ha indicato il primo Forum umanitario dell'UE nel marzo 2022.

I deputati hanno convenuto sull'importanza del vertice UA-UE e sulla conclusione dell'accordo post-Cotonou. Diversi hanno evidenziato che è fondamentale sostenere i sistemi sanitari pubblici dei paesi partner e l'introduzione dei vaccini durante la pandemia. Altri hanno interrogato la Presidenza su come affrontare le conseguenze delle crisi in Afghanistan e nel Sahel.


Trasporti e turismo

Il 2 febbraio, Il ministro dei trasporti Jean-Baptiste Djebbari ha evidenziato tre priorità principali: lotta al cambiamento climatico attraverso la decarbonizzazione del settore dei trasporti, migliore regolamentazione e condizioni occupazionali nel settore dei trasporti e innovazione. Il ministro del Turismo Jean-Baptiste Lemoyne ha ringraziato i deputati per aver sostenuto il certificato digitale COVID dell'UE al fine di salvare le festività natalizie del 2021 e ha promesso di compiere grandi sforzi per ricostruire il settore turistico, gravemente colpito dalla pandemia.

I deputati della commissione trasporti hanno esortato i ministri a garantire un accordo tempestivo sul pacchetto Fit for 55, a compiere progressi sul cielo unico europeo e sbloccare il dibattito del Consiglio sui diritti dei passeggeri aerei e sugli slot aeroportuali. Hanno inoltre sottolineato l'importanza del Fondo sociale per il clima nella protezione delle persone più vulnerabili durante la transizione verde, sottolineando che è fondamentale per trovare il giusto equilibrio tra gli obiettivi climatici e la competitività delle imprese dell'UE.


Pesca

Il 3 febbraio, Il ministro degli affari marittimi Annick Girardin impegnata ad accelerare i negoziati su un nuovo regolamento sul controllo della pesca. Ha menzionato la necessità di rinnovare i partenariati di pesca dell'UE con Mauritius e Madagascar e ha auspicato un dialogo costruttivo con il Regno Unito, che porti a una relazione equilibrata basata sugli impegni assunti nell'accordo commerciale e di cooperazione.

Un certo numero di deputati ha chiesto che le ambizioni di un nuovo regolamento sul controllo della pesca siano gestite in modo che non comporti controlli e burocrazia sproporzionati per i piccoli pescatori, mentre altri deputati hanno sottolineato che l'aumento del margine di tolleranza alle catture porterebbe alla legalizzazione della pesca eccessiva . Alcuni eurodeputati hanno anche sottolineato la necessità di attirare più giovani nel settore della pesca.


Sicurezza e difesa

Il 7 febbraio, Il ministro delle Forze armate francesi Florence Parly ha chiesto una strategia di difesa dell'UE che consenta all'Europa di agire in modo più rapido e flessibile, in particolare laddove sono in gioco gli interessi europei. Sulla bussola strategica dell'Europa, che sarà pubblicata a marzo, ha sottolineato che è fondamentale che l'Europa contribuisca alla sicurezza globale e determini il proprio futuro, così come che l'Europa diventi più resiliente ai tentativi di destabilizzarla.

Diversi eurodeputati hanno segnalato la crisi in corso in Ucraina, così come la situazione in Africa, con particolare interesse per le attività del gruppo Wagner nell'area. Hanno anche chiesto informazioni sulla strategia dell'Europa nella regione indo-pacifica e sulle capacità dell'Europa di difendersi in nuove aree di conflitto: in alto mare, nel cyberspazio e nello spazio extra-atmosferico.


Libertà civili, giustizia e affari interni (parte II)

Il 7 febbraio, Il ministro dell'Interno Gérald Darmanin ha spiegato che la Presidenza lavorerà per migliorare la gestione politica dell'area Schengen e per compiere progressi sulla nuova legislazione in materia di migrazione. A tale riguardo è essenziale un approccio graduale che combini solidarietà e responsabilità, protezione delle frontiere esterne e una cooperazione più efficace con i paesi di origine e di transito. Un'altra priorità è la lotta contro l'estremismo e il finanziamento del terrorismo.

Rispondendo agli eurodeputati che chiedono la tempistica proposta per i fascicoli sulla migrazione legislativa, il ministro Darmanin ha spiegato di sperare in un accordo politico in Consiglio tra marzo e giugno.


Cultura ed educazione

Il 7 febbraio, Ministro dell'Educazione Nazionale, della Gioventù e dello Sport Jean-Michel BlanquerSegretario di Stato incaricato della gioventù e del fidanzamento Sarah El Hairy ha individuato come priorità della presidenza la promozione della mobilità di insegnanti e studenti, la promozione delle accademie degli insegnanti Erasmus e la promozione degli investimenti nell'istruzione. Nello sport, la Presidenza sosterrà più sport nelle attività scolastiche extrascolastiche. I ministri hanno anche parlato agli eurodeputati di un piano per istituire missioni di servizio civico europeo per i giovani per aumentare la consapevolezza dell'UE.

I deputati hanno affermato che questa iniziativa di servizio civile non dovrebbe duplicare il corpo di solidarietà dell'UE. Hanno chiesto una descrizione più concreta delle attività previste per l'Anno europeo della gioventù e di raggiungere i giovani provenienti da contesti svantaggiati. I deputati hanno inoltre chiesto alla Presidenza di aumentare la partecipazione delle giovani donne alle discipline STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica).

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -