9.3 C
Bruxelles
Mercoledì febbraio 1, 2023

RUSSIA: 5° anniversario del bando dei Testimoni di Geova: le statistiche sulla repressione

Di Jarrod A. Lopes Responsabile delle comunicazioni e portavoce dell'Ufficio per la Pubblica Informazione Sede mondiale dei Testimoni di Geova

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

JW World Headquarters (20.04.2022) – Il 20 aprile 2022 segneranno cinque anni da quando la Corte Suprema russa ha criminalizzato l'attività dei Testimoni di Geova, liquidato circa 400 delle loro persone giuridiche e confiscato i loro luoghi di culto. Da allora le autorità russe hanno incarcerato oltre 320 Testimoni, con oltre 80 ancora in prigione.

La persecuzione sistematica è aumentata nell'ultimo anno, poiché le pene detentive sono aumentate esponenzialmente in frequenza e durata. Diversi Testimoni sono stati anche torturati o duramente picchiati mentre venivano interrogati o in prigione.

Jarrod Lopes, portavoce dei Testimoni di Geova, stati:

“È ben documentato che i Testimoni di Geova hanno sopportato decenni di persecuzioni sovietiche. Ignorando questa storia, le autorità russe hanno picchiato, torturato e imprigionato in modo disumano i pacifici Testimoni di Geova nel tentativo fallito di infrangere la loro fede ed eliminarli. Molto tempo dopo la caduta del regime sovietico, i Testimoni di Geova hanno continuato a prosperare e allo stesso modo sopravviveranno all'attuale amministrazione russa”.

Di seguito sono riportate le ultime statistiche e alcune citazioni di esperti internazionali che troverai utili se scegli di riferire sull'anniversario del divieto.

702022172 univ lsr xl 1024x512 - RUSSIA: 5° anniversario del bando dei Testimoni di Geova: statistiche sulla repressione
20 aprile 2017: il giudice Ivanenko della Corte suprema russa annuncia la decisione di chiudere le persone giuridiche dei Testimoni di Geova in Russia e Crimea

Sentenza della Corte suprema russa del 2017

· La sentenza della Corte Suprema del 20 aprile 2022, sebbene gravemente ingiusta, ha semplicemente liquidato tutte le persone giuridiche dei Testimoni, le Organizzazioni Religiose Locali (LRO), in Russia e Crimea, dichiarandole “estremiste”. Durante l'udienza della Corte Suprema del 2017, il governo russo ha affermato che i singoli Testimoni sarebbero stati liberi di praticare la propria fede. Tuttavia, la pretesa del governo di consentire la libertà di culto è stata incoerente con le sue azioni.

o Ulteriori riferimenti (link1link2)

Incursioni domestiche, procedimenti penali e reclusione

· 1741 case di testimoni di Geova sono state perquisite, quasi una al giorno

o 27 case perquisite dal 24 febbraioth Invasione dell'Ucraina

· 620 JW coinvolti in 289 procedimenti penali

o Questo include 16 JW in Crimea, 4 dei quali sono in carcere (alcuni dopo la condanna sono stati trasferiti in carceri all'interno della Russia). Tutti sono stati accusati secondo la legge russa vigente

o Il più anziano coinvolto in un procedimento penale ha 87.5 anni Elena Zayschuk, lei è 1 di 6 nei loro 80 anni; ce ne sono 34 tra i 70

· 88 in totale in carcere, oltre 325 hanno trascorso del tempo dietro le sbarre

o 24 condannati e condannati a carcere

o 64 pollici custodia cautelare strutture in attesa di condanna o condannate ma in attesa dei risultati del primo ricorso

o Tempo più lungo trascorso dietro le sbarre:

§  Dennis Christensen, da maggio 2017 (stando a 6 anni di pena)

o La pena detentiva più lunga e severa

§ Maschio: 8 anni—Aleksey BerchukRustam DiarovEvgenij IvanovSergej Klikunov

§ Femmina: 6 anni—Anna Safronova

§ In confronto, secondo Articolo 111 Parte 1 del codice penale, la lesione fisica grave comporta una pena massima di 8 anni; Articolo 126 Parte 1 del codice penale, il rapimento comporta fino a 5 anni di reclusione; Articolo 131 Parte 1 del codice penale, lo stupro è punibile da 3 a 6 anni 

§ I termini sono aumentati nel 2021. Negli anni precedenti la pena massima era 6.5, ma nel 2021 è balzata a 8 anni, come notato sopra

§ Numero di pene detentive in costante aumento ogni anno: 2019-2, 2020-4, 2021-27

o Il più antico

§ Femmina: Valentina Baranovskaja, 70 (condanna a 2 anni)

§ Maschio: Vilen Avanesov, 69, (condanna a 6 anni)

· Oltre 450 aggiunti al federale russo Rosfinmonitoraggio elenco di estremisti e terroristi

o Molti vengono inseriti nell'elenco anche prima di essere accusati o processati penalmente, vedi Forum18

Percosse e torture

Per esempio:

·         Febbraio 2019, Surgut, sette uomini torturati - soffocati, spogliati nudi, bagnati con acqua e sottoposti a scosse elettriche ai loro genitali -Link al rapporto confermato. Video interviste 

·         Febbraio 2020, Chita, un uomo picchiato, soffocato e sottoposto a scosse elettriche allo stomaco e alla gamba...collegamento riportare

·         Febbraio 2020, Orenburg, cinque uomini gravemente picchiati in prigione, con un uomo ricoverato in ospedale per una costola rotta e un rene danneggiato—collegamento riportare

·         Ottobre 2021, Irkutsk, un uomo picchiato mentre sua moglie urlava loro di fermarsi, un altro è stato torturato - spogliato nudo, sollevato e sospeso da terra per le braccia dietro la schiena, ha tentato di forzare una bottiglia di vetro nella zona dell'ano -collegamento riferire. Video interviste

Come se torturare un uomo e farlo contorcere dal dolore non fosse abbastanza selvaggio, molti ufficiali russi ricorreranno anche a minacce disumane di far violentare sua moglie.

·         Perché e quanto successo ha?

o Molto spesso, le forze dell'ordine russe hanno picchiato o torturato i Testimoni di Geova per costringerli a divulgare informazioni sui compagni di fede e/o costringerli a rinunciare alla loro fede. La stragrande maggioranza degli uomini ha resistito alla tortura e non ha mai ottemperato, anche alle più piccole richieste di informazioni. Ecco perché nella maggior parte dei casi criminali, le autorità sono ricorse a piantare una talpa per infiltrarsi nella congregazione e far trapelare i nomi, le informazioni di contatto e le attività di culto dei Testimoni locali.

Cosa dicono gli esperti

Natalia Prilutskaya, ricercatrice russa di Amnesty International, invita la Russia a:

“di rilasciare immediatamente e incondizionatamente tutti i Testimoni di Geova arbitrariamente privati ​​della libertà per la loro fede e far cadere le accuse penali contro tutti i credenti pacifici. Coloro che sono stati oggetto di procedimenti penali, tortura e altri maltrattamenti, perquisitori illegali delle loro proprietà, che hanno perso il lavoro, devono ricevere un risarcimento adeguato e ottenere il ripristino dei loro diritti”.

Il mondo avrebbe dovuto iniziare a prestare maggiore attenzione al perseguimento dei Testimoni di Geova in Russia già cinque anni fa. Il perseguimento arbitrario di credenti pacifici con false accuse di “estremismo” era ed è una cartina di tornasole della mancanza di libertà in Russia e delle intenzioni del governo russo di reprimere qualsiasi dissenso, tutto ciò che vedono come una minaccia alle loro narrazioni ufficiali. Mentre il mondo osservava le repressioni contro i dissidenti scatenati in Russia, il suo governo si preparava anche silenziosamente a promuovere la loro visione del mondo con carri armati e missili sul territorio del paese vicino, l'Ucraina. Se ci fosse stata una reazione internazionale più forte alle persecuzioni all'interno della Russia, inclusa la persecuzione dei Testimoni di Geova, oggi il mondo avrebbe potuto trovarsi in un posto molto migliore. Per prevenire un'ulteriore escalation, è importante esporre e rispondere in modo rigoroso alle violazioni dei diritti umani commesse in Russia. Ristabilire la giustizia per una delle comunità perseguitate – i Testimoni di Geova – è uno dei passi sulla lunga strada per ripristinare i diritti umani e la libertà in Russia e garantire che al Cremlino non possa essere concepita più crisi internazionale, come l'aggressione contro l'Ucraina. "

Sir Andrew Wood, ex ambasciatore britannico in Russia (1995-2000), stati:

“Ne consegue che la punizione dei credenti pacifici sulla base della loro certificazione di estremisti da parte della Corte Suprema russa in effetti su richiesta dell'attuale presidente della Russia è arbitraria e ingiusta. Il loro arresto, i maltrattamenti e la reclusione sono una violazione dei diritti umani elementari insieme alla violazione della libertà di tutte le anime di cercare la loro strada verso le verità della religione nel miglior modo possibile. Il prendere di mira persone particolarmente vulnerabili, di qualsiasi sesso o età, si aggiunge all'ingiustizia".

“Il popolo russo e quelli al di là di loro condividono un interesse per il futuro governo del paese alle condizioni del diritto naturale. Questo è essenziale per la sua futura evoluzione benefica. Il perseguimento pacifico della religione è un elemento essenziale di tale aspirazione, sia in tempo di guerra come l'attuale, sia in circostanze meno pericolose. Merita quindi il nostro sostegno mentre speriamo e lavoriamo per un futuro migliore”.

Dott.ssa Emily Baran, esperto di Russia e storia sovietica, stati:

“La storia dei Testimoni di Geova, sia in Russia che nel mondo, chiarisce che la persecuzione non avrà lo scopo previsto di eliminare questa comunità di fede. Ciò che fa la persecuzione è isolare i Testimoni, sottoporli a molestie crudeli e insensate, violenze e perdita di libertà e rendere la loro vita quotidiana piena di incertezza. I Testimoni hanno già dimostrato capacità di adattamento, anche durante il periodo sovietico, e continueranno a trovare il modo di praticare la loro fede anche in queste difficili condizioni. I Testimoni russi si adatteranno perché devono, perché sentono che la loro fede lo richiede da loro e perché le ripetute persecuzioni hanno dato loro le capacità per farlo in modo efficace.

Ulteriori commenti degli esperti di cui sopra possono essere scaricati qui.

La Russia esporta armamenti della legislazione antiestremismo 

· La Russia ha cercato modi per esportare la sua legislazione anti-estremismo, insieme a come armarla

o Maggio 2020, Putin ha firmato un "Decreto del Presidente della Federazione Russa" - "Sull'adozione di una strategia per contrastare l'estremismo nella Federazione Russa fino al 2025"

§ § 32 a pag. 16, delinea chiaramente gli obiettivi del Presidente, nell'ambito della cooperazione internazionale:

§ Rafforzare la posizione della Federazione Russa nelle organizzazioni internazionali la cui attività è volta a contrastare l'estremismo;

§ Promuovere in forma bilaterale e multilaterale iniziative russe per contrastare le attività estremiste, anche su Internet;

§ Firmare accordi con Stati esteri volti a risolvere problemi nell'ambito della lotta all'estremismo;

§ Scambio delle migliori pratiche per contrastare l'estremismo, inclusa la cooperazione per sviluppare documenti legali internazionali;

o Sova Center, sostenitore dei diritti con sede a Mosca, ha pubblicato a relazione nel 2020 confermandolo

“La legislazione estremista russa è stata e rimane il modello di legislazione anti-estremista per i paesi dell'Asia centrale, nonostante, negli ultimi anni, sia stata più volte criticata a livello internazionale dall'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Michelle Bachelet, l'UN Human Comitato per i diritti, il Comitato delle Nazioni Unite per l'eliminazione della discriminazione razziale, la Commissione di Venezia, la Commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza del Consiglio d'Europa e altre strutture

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti