17.6 C
Bruxelles
Mercoledì, ottobre 5, 2022

La trasmissione di Monkeypox potrebbe non essere stata rilevata "per un po' di tempo"

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Più da parte dell'autore

Demenza: l'OMS lancia un progetto per affrontare la sfida sanitaria generazionale

Demenza: l'OMS lancia un progetto per affrontare la sfida sanitaria generazionale

0

La demenza è una delle maggiori sfide per la salute della nostra generazione, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che martedì ha lanciato il primo progetto di ricerca in assoluto per affrontare la malattia, con cui 78 milioni di persone potrebbero convivere entro la fine di questo decennio.

È tempo di affrontare i problemi di salute mentale sul posto di lavoro, esortano le agenzie delle Nazioni Unite

È tempo di affrontare i problemi di salute mentale sul posto di lavoro, esortano le agenzie delle Nazioni Unite

0

Con una stima di 12 miliardi di giornate lavorative perse ogni anno a causa di depressione e ansia, che costano all'economia globale quasi 1 trilione di dollari, sono necessarie più azioni per affrontare i problemi di salute mentale sul lavoro, hanno affermato l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO). di mercoledì. 

Inquinamento e cambiamento climatico aumentano il rischio di "pena climatica"

Inquinamento e cambiamento climatico aumentano il rischio di "pena climatica"

0
Un aumento della frequenza, dell'intensità e della durata delle ondate di calore non solo aumenterà gli incendi in questo secolo, ma peggiorerà anche la qualità dell'aria, danneggiando la salute umana e gli ecosistemi, secondo un nuovo rapporto dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) lanciato mercoledì, la Giornata internazionale di aria pulita per cieli blu.
L'inizio dell'inverno settentrionale potrebbe vedere un picco di ricoveri e decessi per COVID-19

L'inizio dell'inverno settentrionale potrebbe vedere un picco di ricoveri e decessi per COVID-19

0
Sebbene i decessi per COVID-19 siano diminuiti in tutto il mondo, i numeri potrebbero aumentare quando i paesi del nord si dirigono verso l'inverno, hanno avvertito alti funzionari dell'agenzia sanitaria delle Nazioni Unite, l'OMS. 
Trenta paesi non endemici hanno segnalato più di 550 casi confermati di vaiolo delle scimmie, ha affermato mercoledì il capo dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).
“Le indagini sono in corso, ma l'improvvisa comparsa di vaiolo delle scimmie in molti paesi allo stesso tempo suggerisce che potrebbe esserci stata una trasmissione non rilevata per qualche tempo", Tedros Adhanom Ghebreyesus detto giornalisti a CHIsede di Ginevra.

Potrebbe esserci stata una trasmissione non rilevata per qualche tempo - Capo dell'OMS

Stai attento

Poiché la maggior parte dei casi segnalati riguarda incontri sessuali tra uomini, quelle comunità stanno lavorando per informare i propri membri dei rischi e delle azioni preventive che possono essere intraprese.

"Ma tutti noi dobbiamo lavorare sodo per combattere lo stigma, che non è solo sbagliato, ma potrebbe anche impedire alle persone infette di cercare assistenza, rendendo più difficile fermare la trasmissione", ha avvertito il capo dell'OMS, esortando i paesi colpiti ad ampliare la loro sorveglianza al comunità più ampia.

Chiunque rischia l'infezione se ha uno stretto contatto fisico con qualcuno che ha Monkeypox.

Tedros ha osservato che con l'evolversi della situazione, l'OMS si aspetta che vengano trovati più casi.

“È importante ricordare che in generale, I sintomi del vaiolo delle scimmie si risolvono da soli, ma in alcuni casi può essere grave”, ha aggiunto.

L'OMS continua a ricevere aggiornamenti sullo stato dei focolai di Monkeypox in corso nei paesi africani in cui la malattia è endemica.

L'alto funzionario dell'OMS ha delineato le sue priorità per fornire informazioni accurate alle persone più a rischio; prevenire un'ulteriore diffusione tra quelli ad alto rischio; proteggere gli operatori sanitari in prima linea; e far avanzare la “nostra comprensione” della malattia.

© CDC

Monkeypox produce lesioni cutanee, febbre e dolori muscolari nelle persone colpite dal virus.

Tendenze COVID

Intanto, come riportato COVID-19 casi e decessi continuano a diminuire a livello globale, Tedros ha avvertito che questo potrebbe essere il risultato di una riduzione dei test in molti paesi.

Ma in diverse regioni delle Americhe, i casi e i decessi sono in aumento, mentre le vittime sono in aumento nella regione del Pacifico occidentale e in Africa.

“Ancora una volta, la pandemia non è finita. Continuiamo a chiedere a tutti i paesi di mantenere i servizi di test e sequenziamento, per darci un quadro più chiaro di dove si sta diffondendo il virus e di come sta cambiando", ha affermato il capo dell'OMS.

“Chiediamo a tutti i paesi di vaccinare tutti gli operatori sanitari, gli anziani e altri gruppi a rischio”.

Cura in Ucraina

Con la guerra in Ucraina che sta mettendo a dura prova il sistema sanitario del paese, l'OMS ha aumentato la sua presenza nel paese e negli Stati che ospitano gli sfollati, poiché il numero di attacchi sanitari continua ad aumentare.

"Da ieri, l'OMS ha verificato 269 attacchi alla salute in Ucraina, uccidendo 76 persone e ferendone 59", ha detto Tedros.

"L'assistenza sanitaria non deve mai essere un obiettivo", ha aggiunto, invitando ancora una volta la Russia a porre fine alla guerra.

Effetto increspato della guerra

L'invasione della Russia ha interrotto le forniture alimentari globali e ha esacerbato il rischio di carestia in tutto il mondo, ha affermato.

Poiché il Corno d'Africa soffre di una delle peggiori siccità della storia recente, il rischio crescente di carestia e malnutrizione sta colpendo gravemente circa 15-20 milioni di persone in Kenya, Somalia ed Etiopia, oltre a colpire le popolazioni di Gibuti, Eritrea, Uganda, Sud Sudan e Sudan.

Il capo dell'OMS ha affermato che decine di migliaia di famiglie sono state costrette a lasciare la casa in cerca di cibo, acqua e pascoli, il che sta portando a sfollamenti di massa e alla mancanza di acqua potabile, igiene e servizi igienici sicuri, aumentando ulteriormente i rischi per la salute.

"Questo è particolarmente preoccupante in una popolazione già poco immunizzata con scarso accesso ai servizi sanitari", ha sottolineato il capo dell'OMS.

Allo stesso tempo, più di sei milioni di persone rimangono sotto assedio da parte delle forze etiopi ed eritree nel Tigray.

Poiché la regione è sigillata, non viene consegnato cibo a sufficienza e i servizi di base rimangono non disponibili.

“L'OMS sta facendo del suo meglio per aiutare, ma l'unica soluzione a questa situazione disumana – come in Ucraina – è la pace”, ha sottolineato.

Affari dell'OMS

Passando alla prima Assemblea Mondiale della Sanità di persona dall'inizio della pandemia di COVID-19 - che si è conclusa sabato - Tedros ha richiamato l'attenzione sulla "risoluzione fondamentale per aumentare i contributi valutati" adottata per un obiettivo del 50% del budget di base dell'OMS da parte del fine del decennio, in aumento rispetto al 16 per cento di oggi.

"Questo cambiamento darà all'OMS la flessibilità e la prevedibilità per pianificare la programmazione a lungo termine nei paesi e per attrarre e trattenere le persone di cui abbiamo bisogno per fornire quei programmi", ha affermato.

Altre decisioni dell'Assemblea rafforzano la preparazione e la risposta dell'OMS alle emergenze sanitarie.

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti