2.9 C
Bruxelles
Sabato, gennaio 28, 2023

I deputati approvano l'attenuazione delle conseguenze della guerra per la pesca e l'acquacoltura dell'UE

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

La commissione per la pesca del PE ha approvato lunedì il sostegno finanziario per la pesca dell'UE e il settore dell'acquacoltura in risposta all'invasione russa dell'Ucraina.

Gli eurodeputati della commissione per la pesca hanno adottato la loro posizione su una proposta della Commissione per risarcire finanziariamente la pesca e l'acquacoltura dell'UE colpite dalla guerra russa in Ucraina, all'unanimità con 24 voti.

L' Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), according to the text adopted by MEPs, would support companies whose fishing operations have been jeopardised by the war, and fisheries and aquaculture producer organisations and operators whose economic viability is threatened due to market and supply chain problems caused by the Russian military aggression. These include a rise in the price of energy, raw materials and fish feed. EU governments would be able to use their remaining EMFF resources for the 2014-20 programming period to address the war consequences in the fisheries and aquaculture sector.

I deputati hanno modificato la proposta di estendere l'indennizzo anche alle aziende la cui redditività economica è stata influenzata dal conflitto e al settore della trasformazione. Il 75% del cofinanziamento del Fondo coprirebbe il mancato guadagno e i costi aggiuntivi causati dall'interruzione delle catene di approvvigionamento dopo l'inizio della guerra il 24 febbraio 2022.

Oltre alla compensazione finanziaria, gli Stati membri sarebbero anche autorizzati a utilizzare le norme sugli aiuti di Stato in modo più flessibile. Ciò consentirebbe loro di istituire regimi per fornire aiuti di Stato alle imprese della pesca e dell'acquacoltura colpite dalla crisi.

Quote

Dopo la votazione, relatore del PE Nuno Melo (PPE, PT) ha dichiarato: "Il rapporto richiede misure specifiche per alleviare l'interruzione del mercato nella catena di approvvigionamento dei prodotti ittici causata dall'aggressione russa. L'UE deve adottare misure urgenti per mitigare l'impatto della guerra e garantire la sopravvivenza delle imprese e dei posti di lavoro nei settori della pesca e dell'acquacoltura".

Prossimi passi

Questo progetto di posizione negoziale dovrebbe essere sottoposto alla votazione in plenaria di luglio. Una volta che il Parlamento nel suo insieme lo avrà approvato, i deputati saranno pronti per avviare i colloqui con i governi dell'UE sulla forma definitiva della legislazione.

sfondo

Nel 2019 la flotta peschereccia dell'UE contava 73 983 navi, fornendo occupazione diretta a 129 540 pescatori. L'acquacoltura dà lavoro a circa 75 000 persone e l'industria di trasformazione comprende circa 3 500 aziende. I prezzi del carburante impediscono agli operatori di pesca di raggiungere il pareggio e la scarsità di carburante marittimo mantiene molte navi in ​​porto. Inoltre, mancano sufficienti alternative per specie come il merluzzo bianco dell'Alaska e il merluzzo russo e la mancanza di olio vegetale sta causando gravi difficoltà all'industria conserviera.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti