8.5 C
Bruxelles
Lunedi, November 28, 2022

Mental Health Watchdog costretto a dire "Te l'avevo detto" sullo squilibrio chimico della depressione

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Gastone de Persigny
Gastone de Persigny
Gaston de Persigny - Reporter presso The European Times News

Più da parte dell'autore

Un importante studio smentisce che uno "squilibrio chimico" causi la depressione, una teoria scientificamente priva di significato che ha fuorviato i consumatori portando le vendite di antidepressivi a $ 15 miliardi all'anno.

In un articolo lungo e accuratamente studiato, il presidente del CCHR International Jan Eastgate, “Loda lo studio che smentisce lo 'squilibrio chimico' provoca depressione“, come dimostrando “è un mito“. Il cane da guardia, anche se a volte provocando occhi sbarrati sulle persone [es: una persona si rifiuta di vedere qualcosa in bella vista, a causa di nozioni preconcette su come dovrebbe essere questo qualcosa], sembra aver sempre avuto ragione nonostante le controversie ( chissà se provocato dalla cosiddetta “Stabilimento” o “Industria psicofarmaceutica”?).

Nel suo rapporto, Eastgate afferma che:

“Il CCHR espone dalla fine degli anni '1980: la teoria dello squilibrio chimico è sempre stata una campagna di marketing senza basi scientifiche. Il fatto è che il mito dello squilibrio chimico ha contribuito a guidare le vendite globali di antidepressivi per 15.6 miliardi di dollari all'anno. Alla luce dei risultati schiaccianti dello studio, i media lo hanno soprannominato "il trambusto da 15 miliardi di dollari".

Christopher Lane, dottore di ricerca, autore del blog Effetti Collaterali ha descritto lo studio come “un colpo decisivo all'ipotesi serotoninergica della depressione.

Gli psichiatri che prescrivono le pillole sono consapevoli da anni che la depressione non è causata da bassi livelli di serotonina, nonostante continuino a prescrivere le pillole, Il dottor Jonathan Raskin, una cattedra di psicologia della State University di New York, ha detto ai media.

In un altro articolo, Psychology Today chiamato "Un errore multimiliardario” e ha riferito che:

La copertura si è rivelata molto efficace, anche se, come ha spiegato David Healy nel 2015 in "Serotonina e depressione", nel BMJ, in pratica si trattava di abbracciare o accettare tacitamente “la commercializzazione di un mito”. Attraverso un'ulteriore semplificazione, una metafora rivista di uno "squilibrio chimico" ha preso piede come folk saggezza per condizioni multiple e dissimili elencate nella DSM.

E quindi, questo è il momento molto scomodo per tutti coloro che l'hanno ignorato o hanno tentato di ridicolizzare gli avvertimenti, in cui il cane da guardia della salute mentale che ha messo in guardia sulla questione per almeno 33 anni, potrebbe dire loro "Te l'avevo detto". .

Per correttezza riproduciamo integralmente il suo articolo per renderlo disponibile anche ai nostri lettori non inglesi nella loro lingua.

Gastone de Persigny

Nota in [x] che si trova a fine articolo.

Il CCHR elogia lo studio che smentisce lo “squilibrio chimico” provoca depressione; È un mito

Di Jan Eastgate
Presidente CCHR Internazionale
Luglio 22, 2022

Uno studio fondamentale [La teoria della serotonina della depressione: una revisione sistematica ombrello delle prove] ha sfatato una delle più grandi campagne di marketing per la salute mentale nella storia moderna - che un "lo squilibrio chimico nel cervello provoca depressione"che richiedono antidepressivi per correggerlo. Gli scienziati dell'University College London hanno esaminato 17 importanti studi pubblicati nel corso di diversi decenni e non hanno trovato prove convincenti a sostegno della teoria (1). 

La ricerca conferma ciò che il CCHR ha esposto dalla fine degli anni '1980: la teoria dello squilibrio chimico è sempre stata una campagna di marketing senza basi scientifiche. Il fatto è che il mito dello squilibrio chimico ha contribuito a guidare le vendite globali di antidepressivi per 15.6 miliardi di dollari all'anno. Alla luce dei risultati schiaccianti dello studio, i media lo hanno soprannominato il "$ 15 miliardi di trambusto"(2).

Autore principale Professoressa Joanna Moncrieff disse:

"La popolarità della teoria dello "squilibrio chimico" ha coinciso con un enorme aumento dell'uso di antidepressivi.“(3)

Sebbene la teoria risalga agli anni '1950, è stata utilizzata per lanciare una "rivoluzione" di marketing nel trattamento della salute mentale con il rilascio del primo antidepressivo SSRI, la fluoxetina (Prozac) alla fine degli anni '1980, e commercializzato in più di 90 paesi. Nel 2005 più di 54 milioni di persone nel mondo assumevano antidepressivi per curare uno squilibrio chimico inesistente (4). Tale cifra è quasi raddoppiata a 100 milioni nel 2016 (5).

Negli Stati Uniti oggi, un sorprendente 45 milioni di americani di tutte le età assumono antidepressivi, di cui 2.1 milioni hanno un'età compresa tra 0 e 17 anni, secondo le statistiche ottenute dal CCHR dal monitoraggio dei dati IQ Via.

Lo studio, pubblicato nel Molecular Psychiatry, afferma che il pubblico in generale è stato falsamente indotto a credere che le anomalie della serotonina o altre anomalie biochimiche siano responsabili del loro umore. L'idea che la depressione sia il risultato di uno squilibrio chimico ha influenzato le decisioni delle persone sull'opportunità di assumere o continuare gli antidepressivi e "può scoraggiare le persone dall'interruzione del trattamento, portando potenzialmente a una dipendenza permanente da questi farmaci"(6).

I ricercatori avvertono [secondo Jacqui Wise "'Nessuna prova convincente' che la depressione sia causata da bassi livelli di serotonina, affermano gli autori dello studio", BMH, 2022]:

"In particolare, l'idea che gli antidepressivi agiscano allo stesso modo dell'insulina per il diabete è del tutto fuorviante. Non capiamo esattamente cosa stanno facendo gli antidepressivi al cervello e fornire alle persone questo tipo di disinformazione impedisce loro di prendere una decisione informata sull'assumere o meno gli antidepressivi.” (7).

Christopher Lane, dottore di ricerca, autore del blog Effetti Collaterali ha descritto lo studio come “un colpo decisivo all'ipotesi serotoninergica della depressione"(8).

Antidepressivi SSRI, come Prozac, Zoloft ed Effexor, non hanno altro modo di lavorare collaudato, Professor Moncriff e colleghi hanno detto.

"Migliaia di persone soffrono di effetti collaterali degli antidepressivi, inclusi gravi effetti di astinenza che possono verificarsi quando le persone cercano di fermarli, ma i tassi di prescrizione continuano ad aumentare. 

Gli psichiatri che prescrivono le pillole sono consapevoli da anni che la depressione non è causata da bassi livelli di serotonina, nonostante continuino a prescrivere le pillole, Il dottor Jonathan Raskin, una cattedra di psicologia della State University di New York, ha detto ai media (9).

La disinformazione data ai consumatori è affrontata in un altro studio di cui è anche ricercatore il Prof. Moncrieff. Pubblicato nell'aprile 2022 in SSM-Salute mentale e intitolato "Lo squilibrio chimico è una "leggenda metropolitana"?i ricercatori hanno esaminato recensioni altamente citate sulle cause della depressione, articoli altamente referenziati che hanno discusso di depressione e serotonina e diversi libri di testo pubblicati tra il 1990 e il 2012. Tutti i libri di testo esaminati e quasi tutti i documenti accademici hanno sostenuto la teoria dello squilibrio chimico nonostante la mancanza di evidenza: "I risultati suggeriscono che la teoria della serotonina è stata approvata dalla comunità professionale e accademica”, hanno scritto gli autori. “L'analisi suggerisce che, nonostante le proteste contrarie, la professione ha qualche responsabilità per la propagazione di una teoria che non è supportata empiricamente e la prescrizione di antidepressivi di massa che ha ispirato (10).

Questo è stato in risposta a "eminenti psichiatri che suggeriscono che la teoria dello squilibrio chimico fosse una "leggenda metropolitana" che non è mai stata presa sul serio dalla professione psichiatrica.” Tuttavia, la presente evidenza mostra che “questa posizione è palesemente falsa (11).

Una storia di insabbiamento

Dal 1989, in seguito all'approvazione del Prozac negli Stati Uniti, il CCHR ha denunciato la menzogna dello squilibrio chimico e il disservizio ai consumatori a cui è stato detto questo.

Nel 1991, il CCDU ha contribuito a istigare un'audizione del pannello consultivo della Food and Drug Administration (FDA) sulle prove che il Prozac poteva indurre comportamenti violenti e suicidi (12). La scoperta di questo aveva il potenziale per avere un impatto negativo sul marketing lanciato di recente dell'idea che uno squilibrio chimico causasse la depressione se i farmaci prescritti per curarlo potessero indurre chimicamente la violenza. Non sorprende che gli psichiatri del panel, intrisi di conflitti di interesse con i produttori di antidepressivi, abbiano respinto le prove.

Nel 1997, esperto psicofarmacologo internazionale, Il prof. David Healy, uno psichiatra, ha sfatato il concetto di squilibrio nel suo libro L'era degli antidepressivi. Ha detto che c'erano molte prove per confermare che i medici usavano l'idea di uno squilibrio chimico sottostante o di un'anomalia della serotonina per giustificare la prescrizione di antidepressivi (13). Nel suo libro Che mangino il Prozac Healy ha detto che anche negli anni '1970 la ricerca ha concluso che qualunque cosa fosse sbagliato nella depressione non era la serotonina abbassata (14).

Il "squilibrio chimico” teoria ha potenzialmente generato altre idee pericolose come quella “ipotesi di carenza di serotonina” potrebbe essere responsabile di comportamenti violenti, piuttosto che dei farmaci usati per curarli (15). Nel frattempo, psichiatri e colleghi hanno continuato a rifiutare l'evidenza che gli antidepressivi possono indurre reazioni avverse violente in alcune persone che li assumono, mentre l'ampio uso di antidepressivi ha coinciso con un aumento atti di violenza insensata nelle scuole e nella comunità.

Nel 2001, Healy ha testimoniato in un processo a Cheyenne, nel Wyoming, coinvolgente Donald Schell, 60, chi stava assumendo Paxil (paroxetina) da sole 48 ore quando ha sparato e ucciso sua moglie, sua figlia, sua nipote e se stesso. Healy ha affermato che i suoi stessi studi hanno dimostrato che gli SSRI potrebbero causare agitazione e in alcuni casi suicidio in un volontario sano su quattro. Il produttore i documenti interni esposti nel processo hanno mostrato che l'azienda era consapevole del fatto che un piccolo numero di persone poteva diventare agitato o violento Paxil. Nonostante questa consapevolezza, la confezione di Paxil all'epoca non includeva un avvertimento su suicidio, violenza o aggressione, il che rendeva l'azienda responsabile, secondo un verdetto della giuria che ha assegnato 6.4 milioni di dollari alla famiglia sopravvissuta di Schell (16). La FDA ha successivamente rettificato questo problema per tutti gli antidepressivi.

Il rapporto online del CCDU Come gli psicofarmaci creano violenza e suicidio è una risorsa che descrive in dettaglio più di 30 studi e oltre 60 casi di sparatorie di massa e atti di violenza commessi da coloro che assumono o si ritirano dai farmaci psicotropi prescritti. Ad esempio, il British Medical Journal pubblicato:

"Gli autori di sparatorie nelle scuole ed eventi simili sono stati spesso segnalati come utilizzatori di antidepressivi….” (17) .

L'evidenza crescente di questi potenziali rischi non ha fatto nulla per dissuadere il marketing della teoria dello squilibrio chimico e la necessità che più persone si convincano a prendere antidepressivi o altri psicotropi.

Frode al consumo

"Una pubblicità diretta al consumatore del 2003 diceva ai consumatori che "sebbene la causa non sia nota, la depressione potrebbe essere correlata a uno squilibrio di sostanze chimiche naturali tra le cellule nervose del cervello" e che "la prescrizione di Zoloft funziona per correggere questo squilibrio.' "

Come lo studio pubblicato in SSM-Salute mentale Appunti: "Questo messaggio è stato diffuso su siti Web popolari” e “libri più venduti, come Ascoltando Prozac"Da Peter Kramer (18).

Nel 2004, il CCDU ha scritto una serie di 20 opuscoli ampiamente distribuiti in 17 lingue su diversi aspetti della psichiatria coercitiva, ognuno dei quali includeva un importante avviso ai lettori sulla copertina interna:

  • LA TEORIA CHE I DISTURBI MENTALI DERIVANO DA UNO 'SQUILIBRIO CHIMICO' NEL CERVELLO È OPINIONE NON DIMOSTRATA, NON FATTO. Una teoria psichiatrica prevalente (chiave per la vendita di farmaci psicotropi) è che i disturbi mentali derivano da uno squilibrio chimico nel cervello. Come con le sue altre teorie, non ci sono prove biologiche o di altro tipo per dimostrarlo. Rappresentante di un folto gruppo di esperti medici e biochimici, Elliot Valenstein, dottore di ricerca, Autore di Incolpare il cervello dice:

"Non ci sono test disponibili per valutare lo stato chimico del cervello di una persona vivente. "

In uno studio pubblicato quello stesso anno, Jonathan Leone, Professore Associato di Anatomia presso la Western University of Health Sciences, ha consigliato ai pazienti:

"Se uno psichiatra dice che hai una carenza di una sostanza chimica, chiedi un esame del sangue e osserva la reazione dello psichiatra. Il numero di persone che credono che gli scienziati abbiano dimostrato che le persone depresse hanno una bassa serotonina è una gloriosa testimonianza del potere del marketing"(19).

Nel 2005, c'è stata una continua esposizione nazionale alla frode sullo squilibrio chimico, soprattutto perché a quel punto la FDA aveva fatto un'inversione di tendenza nella sua audizione del 1991 sul Prozac e nell'ottobre 2004 aveva ordinato una scatola nera sulla confezione degli antidepressivi per avvertire che i farmaci potevano provocare il suicidio.

Un rappresentante di People Magazine ha telefonato al CCHR per un commento ed è stato invitato a fare come suggerito da Jonathon Leo: contattare il presidente dell'American Psychiatric Association (APA) per chiedere su quali test gli psichiatri facevano affidamento per confermare uno squilibrio chimico. Persone ottenuto l'ammissione da Il dottor Steven Sharfstein, poi presidente dell'Apa, Quello: "Non abbiamo un test di laboratorio preciso” per determinare uno squilibrio chimico nel cervello (20).

Poi è seguito Il dottor Mark Graff, presidente degli affari pubblici dell'APA ha detto a CBS Studio 2 News che la teoria era "probabilmente derivato dall'industria farmaceutica. ""Non abbiamo test perché per farlo, probabilmente dovresti togliere un pezzo di cervello a qualcuno, non è una buona idea”, ha detto (21).

A quel punto, l'APA avrebbe potuto e dovuto porre fine alla facciata, ma non l'ha fatto.

Nel dicembre dello stesso anno, professori e ricercatori Gionatone Leone e Jeffrey Lacassel'articolo, “Serotonina e depressione: una disconnessione tra pubblicità e letteratura scientifica," pubblicato in PLoS Medicine, ha trovato prove ripetute, come Christopher Lane recentemente ha scritto:

"che la FDA aveva approvato la commercializzazione degli SSRI con due frasi ancora fortemente al congiuntivo: che la depressione "può essere dovuta a una carenza di serotonina" e che l'efficacia degli SSRI, "modestamente" superiore al placebo, era "presumibilmente collegata al potenziamento di attività serotoninergica.' Tuttavia, la ricerca stessa non è stata in grado di identificare il meccanismo preciso" (22).

Corsia ulteriormente notato:

"La FDA aveva accettato il linguaggio ambizioso secondo cui i farmaci "aiutano a ripristinare l'equilibrio chimico del cervello" e "riportano i livelli di serotonina più vicini alla normalità", anche se entrambe le affermazioni erano, e rimangono, scientificamente prive di significato. "

"Non esiste un "equilibrio" corretto scientificamente stabilito della serotonina, " Lacasse e Leone ammonito (23).

Nel 2010, Andrea Scull, professore di sociologia all'Università della California, San Diego, ha emesso un feroce rimprovero sulla teoria:

"I pazienti e le loro famiglie hanno imparato ad attribuire la malattia mentale a una biochimica cerebrale difettosa, a difetti della dopamina o alla carenza di serotonina. Era un bio-balbettio profondamente fuorviante e non scientifico come il discorso psicopatico che ha sostituito, ma come copia di marketing non aveva prezzo" (24) .

C'erano psichiatri che cercavano di prendere le distanze dallo scandalo. Nel 2011, Ronald Pie, caporedattore emerito di Psychiatric Times ha reagito a un rapporto che il CCHR, istituito dalla Chiesa di Scientology, aveva pubblicato sullo squilibrio chimico e ha affermato che nessuno psichiatra ben informato aveva mai creduto al mito dello squilibrio chimico, definendolo una "leggenda metropolitana". Tuttavia, Moncrief e colleghi lo confutano, affermando:

"Sfortunatamente, ha continuato che questo non era stato ampiamente compreso e "gli oppositori della psichiatria attribuiscono mendacemente la frase agli stessi psichiatri". Secondo Pies, la teoria era stata propagata dalla sola industria farmaceutica e dovrebbe essere "consegnata nella pattumiera delle caricature male informate e maligne"."

Ma non era vero.

In un 2005 Opuscolo per il paziente APA, l'associazione, rappresentante dei suoi membri, ha continuato a ripetere a pappagallo la teoria, dichiarando: "gli antidepressivi possono essere prescritti per correggere gli squilibri nei livelli di sostanze chimiche nel cervello (25) ".

Pies ha continuato a difendere la professione ma in seguito ha modificato leggermente la sua posizione: "Ha confessato che molti psichiatri usano la spiegazione dello squilibrio chimico. Ha continuato affermando, tuttavia, che gli psichiatri non ci credono completamente, quindi "si sentono a disagio e un po' imbarazzati" quando lo fanno," il SSM-Salute mentale lo studio dice.

A disagio e imbarazzato?

La preoccupazione prioritaria avrebbe dovuto essere che milioni di americani sono stati mentiti e hanno continuato a essere indotti fino ad oggi a credere che i loro sconvolgimenti emotivi nella vita siano causati chimicamente, bloccando così le strade che potrebbero offrire una vera guarigione.

Psichiatri come i professori australiani Patrick McGorry e Ian Hickie continuano a difendere il loro territorio, liquidando lo studio londinese come irrilevante. Hickie una volta aveva condotto uno studio clinico che prevedeva la somministrazione di antidepressivi agli anziani che erano "a rischio" di depressione, drogandoli prima ancora che fosse confermato che fossero "depressi (26)".

In risposta allo studio di Londra, ha difeso:

"È stato ripetutamente dimostrato che se si aumenta la concentrazione di serotonina, noradrenalina o dopamina, si osserva un effetto antidepressivo."

McGorry, che ha praticato la pre-droga di adolescenti e adulti "a rischio" di sviluppare "psicosi" con antipsicotici, non vuole che le persone smettano di prendere i loro antidepressivi. Ha affermato: "Ci sono molti farmaci che abbiamo in medicina, in generale che sono molto efficaci, ma non siamo ancora chiari esattamente perché siano efficaci, e questo è un problema separato”, ha detto (27). [Enfasi aggiunta]

Questo sa di più teorie che i consumatori dovrebbero credere: nessuno sa come "funzionano" gli antidepressivi, ma accettali comunque.

Il CCHR ha sempre stabilito che nessuno dovrebbe interrompere improvvisamente l'assunzione dei farmaci a causa di gravi effetti di astinenza e dovrebbe ritirarsi solo sotto controllo medico.

Dott. Moncrieff dice che raccontare ai pazienti il ​​loro comportamento è il risultato di uno squilibrio chimico trasmette:

"il messaggio che non siamo in grado di cambiare noi stessi o le nostre situazioni. Quando le cose vanno male, ci convince che abbiamo bisogno di una pillola per rimediare. Questo approccio può piacere ad alcune persone e non sto in alcun modo denigrato coloro che hanno scelto di seguirlo. Ma è importante che tutti sappiano quanta poca evidenza ci sia a sostegno" (28).

In effetti, le "pillole miracolose" SSRI sono ora riconosciute come non più efficaci di un placebo. Gli studi mostrano un tasso di fallimento del 29-46% con gli antidepressivi (29).

Tuttavia, nel tracciare il loro utilizzo negli Stati Uniti, il CCHR fornisce statistiche sul suo sito Web e sulle sue risorse di compensazione, www.ccrint.org. Prendi, ad esempio, tre degli antidepressivi più venduti:

  • Il numero di americani di tutte le età che assumono Prozac (compresa la sua versione generica, fluoxetina) negli Stati Uniti è aumentato del 27% tra il 2006 (4,451,617) e il 2020 (5,655,422) (30).
  • L'utilizzo di Lexapro (inclusa la sua versione generica, escitalopram) è aumentato del 37% nel 2006 (5,957,349) e nel 2020 (8,170,580) (31).
  • Per Zoloft (compresa la sua versione generica, sertralina) si è registrato un aumento del 61.6% tra il 2006 (5,843,138) e il 2020 (9,447,275) (32).

Il sito web include anche una pagina con citazioni di esperti che respingono la teoria dello squilibrio chimico come falsa.

Non sorprende, dato il livello di disonestà in questa truffa sullo squilibrio chimico, che l'Organizzazione Mondiale della Sanità e le agenzie delle Nazioni Unite per i diritti umani abbiano criticato il fallimento del modello biologico su cui si fa affidamento nel campo della salute mentale. Il 6 luglioth, 2020, Dott. Dainius Puras, uno psichiatra e relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto alla salute, si è rivolto al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite e ha avvertito che il predominio del modello biomedico ha portato a un uso eccessivo della medicalizzazione e dell'istituzionalizzazione. Ha messo in guardia contro i benefici esagerati dei farmaci psicotropi e ha evidenziato che la loro efficacia non è paragonabile ad altri farmaci essenziali per determinate condizioni fisiche, come ad esempio gli antibiotici per le infezioni batteriche. Ulteriore, "non ci sono marcatori biologici per le condizioni di salute mentale (33) ".

A febbraio 2022, il Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha riferito che c'è un'eccessiva dipendenza dai farmaci per la salute mentale che sono un "ostacolo significativo alla realizzazione del diritto alla salute (34) ".

La bugia dello squilibrio chimico è stata uno degli ostacoli più significativi.

Originariamente pubblicato da chrint.org

Riferimenti:

(1) Joanna Moncrieff, Ruth E. Cooper, Tom Stockmann, Simone Amendola, Michael P. Hengartner e Mark A. Horowitz, "La teoria della serotonina della depressione: una revisione sistematica dell'evidenza", Molecular Psychiatry, 20 luglio 2022, https://www.nature.com/articles/s41380-022-01661-0

(2) https://www.prnewswire.com/in/news-releases/antidepressant-drugs-market-size-to-reach-usd-21-004-8-million-by-2030-at-cagr-3-0-valuates-reports-839380083.html; “Un trambusto da 15 miliardi di dollari? L'esperto afferma che gli psichiatri prescrittori di pillole SAPEVANO che la depressione non è causata da bassi livelli di serotonina, poiché uno studio fondamentale mostra che i farmaci costosi fanno poco per aiutare la salute mentale ". Mail giornaliera, 21 luglio 2022, https://www.dailymail.co.uk/news/article-11035903/Expert-says-psychiatrists-KNOW-theory-low-serotonin-levels-cause-depression-incomplete.html

(3) “Un trambusto da 15 miliardi di dollari? L'esperto afferma che gli psichiatri prescrittori di pillole SAPEVANO che la depressione non è causata da bassi livelli di serotonina, poiché uno studio storico mostra che i farmaci costosi fanno poco per aiutare la salute mentale", Daily Mail, 21 luglio 2022, https://www.dailymail.co.uk/news/article-11035903/Expert-says-psychiatrists-KNOW-theory-low-serotonin-levels-cause-depression-incomplete.html

(4) Melissa Braddock, "Prozac: scopo antidepressivo", Notizie di chimica e ingegneria, 20 June 2005, https://cen.acs.org/articles/83/i25/Prozac.html

(5) "In che modo gli antidepressivi provocano paura e ansia?" Science News, 24 agosto 2016, https://www.sciencedaily.com/releases/2016/08/160824135045.htm

(6) Operazione. cit., Molecular Psychiatry, 20 luglio 2022

(7) Jacqui Wise "'Nessuna prova convincente' che la depressione sia causata da bassi livelli di serotonina, affermano gli autori dello studio", BMH, 2022, https://www.bmj.com/content/378/bmj.o1808

(8) Christopher Lane, Ph.D., "Un colpo decisivo all'ipotesi della depressione sulla serotonina: una nuova revisione esaustiva sfata la teoria dello 'squilibrio chimico' della depressione", Psychology Today, 19 luglio 2022, https://www.psychologytoday.com/us/blog/side-effects/202207/decisive-blow-the-serotonin-hypothesis-depression

(9) “Un trambusto da 15 miliardi di dollari? L'esperto afferma che gli psichiatri prescrittori di pillole SAPEVANO che la depressione non è causata da bassi livelli di serotonina, poiché uno studio storico mostra che i farmaci costosi fanno poco per aiutare la salute mentale", Daily Mail, 21 luglio 2022, https://www.dailymail.co.uk/news/article-11035903/Expert-says-psychiatrists-KNOW-theory-low-serotonin-levels-cause-depression-incomplete.html

(10) Ang B., Horowitz M. & Moncrieff J., “Lo squilibrio chimico è una 'leggenda metropolitana'? Un'esplorazione dello stato della teoria della depressione sulla serotonina nella letteratura accademica", SSM – Salute mentale (2022) https://discovery.ucl.ac.uk/id/eprint/10147405/

(11) Ibid.

(12) https://www.youtube.com/watch?v=FxJomeak4V4

(13) Operazione. città., SSM – Salute mentale (2022)

(14) Dott. David Healy, Che mangino il Prozac, (New York University Press, New York, 2004), pag. 12

(15) https://www.reuters.com/article/us-serotonin/serotonin-levels-affect-brains-response-to-anger-idUSTRE78E6D420110915; https://www.news-medical.net/health/Serotonin-and-Aggression.aspx

(16) "Il verdetto di $ 6.4 milioni aprirà un nuovo illecito di massa?" Avvocati settimanali, 9 luglio 2001, https://www.fitzgeraldlaw.com/paxil-maker-held-liable-in-murder-suicide

(17) Il rapporto del CCDU, Gli psicofarmaci creano violenza e suicidio, Los Angeles, 2018, pag. 31,

(18) Operazione. cit., SSM – Salute mentale (2022)

(19) Kelly Patricia O'Meara, Psyched Out: come la psichiatria vende la malattia mentale e spinge pillole che uccidono (Author House, 2006), pp. 47-48, citando Jonathan Leo, "The Biology of Mental Illness", 2004

(20) Persone Rivista, 11 luglio 2005

(21) Intervista del Dr. Mark Graff su CBS Studio 2, luglio 2005

(22) Operazione. cit., Psychology Today, 19 luglio 2022

(23) Ibid.

(24) https://www.cchrint.org/2010/04/15/from-psychobabble-to-biobabble-how-drug-money-has-come-to-dominate-psychiatry/, citando: Susan Perry, "Da psychobabble a biobabble: come il denaro della droga è arrivato a dominare la psichiatria", MinnPost, 15 aprile 2010, https://www.minnpost.com/second-opinion/2010/04/psychobabble-biobabble-how-drug-money-has-come-dominate-psychiatry/

(25) Operazione. cit., SSM – Salute mentale (2022)

(26) https://cchr.org.au/melbourne-symposium-on-youth-mental-health-transition-into-adulthood-conflicts-of-interest-putting-millions-of-childrens-lives-at-risk

(27) Oliver Gordon, “Come funziona la depressione? L'analisi rileva che non è causato da un basso livello di serotonina", ANC News, 22 luglio 2022, https://www.abc.net.au/news/2022-07-22/low-serotonin-reuptake-inhibitors-depression-review/101262660

(28) Joanne Moncrief, "The Chemical Sbalance Theory of Depression: ancora promossa ma ancora infondata", 1 maggio 2014, https://joannamoncrieff.com/2014/05/01/the-chemical-imbalance-theory-of-depression-still-promoted-but-still-unfounded/

(29) http://www.psychiatrictimes.com/major-depressive-disorder/treatment-resistant-depression

(30) https://www.cchrint.org/people-taking-prozac/

(31) https://www.cchrint.org/people-taking-lexapro/

(32) https://www.cchrint.org/people-taking-zoloft/

(33) "Il mondo deve cambiare il modo in cui vengono affrontate le sfide della salute mentale, afferma un esperto delle Nazioni Unite", Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, 6 luglio 2020, https://previous.ohchr.org/en/NewsEvents/Pages/DisplayNews.aspx?NewsID=26039&LangID=E

(34) Relazione annuale dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani e relazioni dell'Ufficio dell'Alto Commissario e del Segretario generale, 49a sessione, 28 febbraio–1 aprile 2022

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti