7.4 C
Bruxelles
Sabato, Aprile 20, 2024
Scelta dell'editoreVon der Leyen: credo nel futuro europeo dell'Ucraina... Il motivo è...

Von der Leyen: Credo nel futuro europeo dell'Ucraina... Il motivo è la tenacia del popolo ucraino

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Ursula von der Leyen
Ursula von der Leyen
Ursula Von der Leyen - Presidente della Commissione Europea

Presidente Zelenskyy, caro Volodymyr,

Presidente Stefanchuk,

Il primo ministro Shmyhal,

Membri del governo,

Onorevoli membri della Rada,

Duzhe dyakuyu, grazie mille per avermi invitato a parlare di questa sessione speciale. Pochi giorni fa, nel giorno della Costituzione, il presidente Zelenskyy ha affermato che la sua "vittoria non è lontana". Naturalmente, l'esercito di Putin sta ancora uccidendo i tuoi fratelli e sorelle. Continuano a occupare la tua terra, a rubare il tuo grano e a bombardare le tue città. Stai combattendo coraggiosamente. E l'Europa resisterà all'Ucraina per tutto il tempo necessario. Non ci fermeremo finché non prevarrai.

I tuoi coraggiosi soldati in prima linea stanno compiendo sacrifici estremi per difendere il suolo ucraino e il suo popolo. E dietro le linee, ci sono innumerevoli altri ucraini che lavorano per sostenere questo sforzo nazionale. E tutti sperano in un futuro migliore per il loro paese. Questa è una generazione coraggiosa, in marcia verso la loro visione. La loro visione di un'Ucraina libera che fa parte di un'Europa democratica. Li ho chiaramente nella mia mente mentre vi parlo oggi. Hai mantenuto attivo il tuo stato e la tua democrazia contro ogni previsione. L'ho visto con i miei occhi, dopo aver preso il treno per Kiev due volte dall'inizio della guerra. Hai tenuto aperto il Parlamento anche nei giorni più bui, quando le bombe cadevano su Kiev e dovevi costruire barricate per proteggere la Rada.

L'Ucraina ha presentato domanda di adesione all'Unione Europea solo pochi giorni dopo l'invasione russa. E sei riuscito a fornirci tutte le informazioni necessarie per esprimere un'opinione forte. Noi delle istituzioni europee abbiamo lavorato giorno e notte per sostenervi. Ma è il tuo sforzo che ha portato a termine il lavoro. Hai mobilitato non solo le tue istituzioni, ma le migliori energie del tuo Paese. Hai contattato migliaia di esperti della società civile e del mondo accademico per mostrare tutto ciò che l'Ucraina ha ottenuto dalla Rivoluzione della Dignità. E grazie a questo sforzo, hai ottenuto l'approvazione e il rispetto di tutti gli Stati membri dell'UE. Questo è un significativo segno di fiducia. L'Ucraina ora ha una chiara prospettiva europea ed è candidata ad entrare nell'Unione Europea, cosa che sembrava quasi inimmaginabile solo cinque mesi fa. Quindi oggi è prima di tutto un momento per celebrare questo traguardo storico. Una vittoria di determinazione e determinazione. E una vittoria per tutto il movimento iniziato otto anni fa sul Maidan.

Hai fatto tanta strada dal 2014. Hai deciso fermamente di essere una democrazia e di vivere sotto lo Stato di diritto. Questa scelta l'Ucraina l'ha già fatta da sola, fine a se stessa. Signor Presidente, una volta mi ha detto che tutto ciò che l'Ucraina avrebbe fatto per l'adesione all'UE lo avrebbe fatto comunque. Perché questa è l'Ucraina moderna e prospera che vuoi che sia. I prossimi passi sono alla tua portata. Ma richiederanno duro lavoro, determinazione e soprattutto unità di intenti.

Oggi, la comunità internazionale si sta mobilitando per sostenere i vostri sforzi per ricostruire il vostro bel paese. Lunedì prossimo, insieme al presidente Zelenskyy e al presidente del Consiglio Shmyhal, parteciperò alla conferenza di Lugano per la ricostruzione dell'Ucraina. Il vostro cammino europeo e la ricostruzione del Paese andranno di pari passo. L'Ucraina sarà in testa. Dovranno venire enormi investimenti. Ma per massimizzare il loro impatto e promuovere la fiducia delle imprese, gli investimenti dovranno essere accompagnati da una nuova ondata di riforme.

Avete determinato il vostro programma di riforma e avete già compiuto importanti progressi. Combatti contro la corruzione. La prevenzione e la lotta alla corruzione è stata particolarmente in cima alla tua agenda sin dalla Rivoluzione della Dignità. Hai creato un'impressionante macchina anticorruzione. Ma ora queste istituzioni hanno bisogno di denti e delle persone giuste in posizioni di alto livello. Il nuovo capo della Procura specializzata anticorruzione e il nuovo direttore dell'Ufficio nazionale anticorruzione dell'Ucraina dovrebbero essere nominati il ​​prima possibile. Oppure prendi i tuoi progetti per riformare la Corte Costituzionale. È necessaria una normativa per le procedure di selezione dei giudici, in linea con le raccomandazioni della Commissione di Venezia. Le istituzioni devono prendere vita, in modo che possano realizzare le aspirazioni del tuo popolo. Oppure pensa all'eccessiva influenza degli oligarchi sull'economia. Oggi, l'Ucraina è l'unico paese del partenariato orientale europeo ad aver adottato una legge per spezzare la presa degli oligarchi sulla tua vita economica e politica. E ti lodo per questo. Ora devi concentrarti sull'attuazione di questa legge in modo giuridicamente corretto, tenendo conto del prossimo parere della Commissione di Venezia. Dovrebbe essere adottata anche una legge sui media, che allinei la legislazione ucraina agli attuali standard dell'UE e autorizzi l'autorità di regolamentazione dei media indipendente. In sintesi, molte delle leggi e delle istituzioni di cui hai bisogno sono già in atto. Ora è il momento di tradurre regole e corpi in cambiamenti positivi e duraturi.

Naturalmente, le riforme richiedono sempre tempo. È così che funzionano tutte le nostre democrazie. Hanno bisogno di impegno e dedizione costanti. E per esempio, nessuno si aspetta che l'Ucraina occupi tutti i posti nelle tue nuove istituzioni mentre molti dei tuoi migliori e più brillanti stanno combattendo al fronte. Ma la democrazia ucraina deve essere mantenuta sulla strada giusta. Hai già dimostrato di poter approvare leggi importanti anche se la guerra infuria ancora e di far contare ogni giorno.

Conosci il lavoro che ti aspetta meglio di chiunque altro. La parola Rada significa consiglio e consiglio significa saggezza collettiva. Sono fiducioso che metterai la tua saggezza collettiva al servizio dell'Ucraina, quando si tratta di riforme e del futuro del tuo paese. Quindi oggi vengo qui con un messaggio molto semplice. La strada da percorrere è lunga, ma l'Europa sarà al vostro fianco ad ogni passo, per tutto il tempo necessario, da questi giorni bui di guerra fino al momento in cui varcherete la porta che conduce alla nostra Unione europea.

Credo nel futuro europeo dell'Ucraina. E il motivo è semplice. Il motivo è la tenacia del popolo ucraino. La tua determinazione. La tua passione per l'Europa. La tua voglia di vivere il sogno europeo nel tuo bel paese. Come ha detto il presidente Zelenskyy nel suo primo discorso davanti a questo parlamento: “L'Europa non è altrove. L'Europa è qui, nella tua mente. E quando l'Europa è nella tua mente, allora anche l'Europa verrà nel tuo Paese.' È il tuo paese. È il tuo futuro. E solo tu puoi farlo accadere. Voi siete quelli che possono cambiare questo paese per sempre. E questa sarà la tua vittoria finale. Un'Ucraina libera, prospera e vivace. Un'Ucraina sovrana che finalmente si riunisce alla nostra famiglia europea.

Slava ucraino.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -