16.5 C
Bruxelles
Venerdì, Settembre 30, 2022

A proposito di padrini e battesimo

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Miti antropogonici

0

Miti astrali

0

Autore: San Luka, arcivescovo di Simferopollis e Crimea

Dalle lettere di S. Arcivescovo Luka Voyno-Yasenetsky ai sacerdoti della diocesi di Simferopol e Crimea (6 giugno 1952)

Siate saldi nel vostro zelo per la giustizia di Dio, per i canoni ei decreti della Chiesa.

Ho appreso che i destinatari (padrini) nel battesimo dei bambini diventano spesso persone che non conoscono alcuna preghiera e non sanno nemmeno come farsi il segno della croce, donne che hanno figli non battezzati e persone che non sanno nemmeno se sono stati battezzati.

Il battesimo dei bambini nella Chiesa ortodossa viene effettuato secondo la fede dei loro genitori e tutori, il cui compito è insegnare ai bambini la Legge di Dio, le preghiere e la pietà. Questo, ovviamente, non può essere fatto da destinatari che non conoscono nemmeno le preghiere più semplici, non sanno come essere battezzati e durante il sacramento del battesimo ridono delle preghiere-incantesimi su Satana pronunciate dal sacerdote.

Così il ruolo dei destinatari nel battesimo diventa del tutto formale. Vieto rigorosamente il battesimo di bambini con tali ricevitori. I destinatari possono essere solo veri cristiani che conoscono la Legge e le preghiere di Dio.

Se dovesse rivelarsi impossibile trovare tali destinatari, il battesimo dei bambini deve essere posticipato fino a quando non diventa possibile, oppure potremmo persino dover risalire ai tempi apostolici e paleocristiani, quando le persone venivano battezzate solo quando erano in età cosciente e non ricevitori necessari.

Vi ricordo anche il mio antico divieto di battezzare per aspersione, ma necessariamente con triplice immersione.

I sacerdoti che non obbediscono a questo requisito saranno da me banditi dal ministero sacerdotale per sei mesi.

Foto di Marius Muresano on Unsplash

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti