7.9 C
Bruxelles
Giovedi, February 2, 2023

I parlamentari indiani cercano Bharat Ratna per il Dalai Lama

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

L' Bharat Ratna (Gioiello dell'India) è il più alto premio civile della Repubblica dell'India. Istituito il 2 gennaio 1954, il premio è conferito in riconoscimento di "eccezionale prestazione/prestazione di altissimo livello", senza distinzione di razza, professione, posizione o sesso

Di Shyamal Sinha

L'All Party Indian Parliamentary Forum for Tibet (APIPFT) solleciterà il governo indiano a conferire il prestigioso premio Bharat Ratna al leader spirituale tibetano in esilio Sua Santità il Dalai Lama, insieme a una sessione del Parlamento a cui parlerà lui. Hishey Lachungpa, deputato del Fronte democratico del Sikkim, Hishey Lachungpa, ha proposto una petizione dei parlamentari in cerca del Bharat Ratna per il Dalai Lama. Il forum ha deciso di sollecitare anche tutti i parlamentari ad affrontare e risolvere i problemi in corso affrontati dai tibetani che vivono in India.

Il forum si è riunito all'inizio di questo mese in cui il convocatore Sujeet Kumar ha espresso la sua obiezione all'"intervento del regime comunista cinese nella reincarnazione di Sua Santità il 14° Dalai Lama", sottolineando che solo il Dalai Lama e il popolo tibetano hanno il diritto di scegliere in la questione. Secondo il verbale di assemblea acquisito dal Indian ExpressSushil Kumar Modi, leader del BJP ed ex vice primo ministro del Bihar, ha proposto un disegno di legge sulla falsariga del "Tibetan Policy Support Act" che è stato approvato negli Stati Uniti.

Soprattutto, il deputato Kumar ha preparato un progetto di legge per un membro privato in cerca di un Tibet Policy Act, che richiede al governo di nominare un coordinatore speciale all'interno del Ministero degli Affari Esteri per le questioni relative al Tibet, al fine di promuovere "un dialogo sostanziale tra il governo cinese e il Dalai Lama e i suoi rappresentanti o leader democraticamente eletti della comunità tibetana, tra l'altro”, secondo il Indian Express rapporto.

Il disegno di legge si oppone a qualsiasi mossa fatta dal governo cinese per interferire nella successione di leader buddisti; i tibetani hanno il diritto di "selezionare, educare e venerare i leader religiosi buddisti tibetani in modo incompatibile con il buddismo tibetano in cui la successione o l'identificazione dei lama buddisti tibetani, incluso il Dalai Lama". Il disegno di legge cerca anche un finanziamento del governo, non meno di 3 milioni, nel bilancio dell'Unione per assistere i tibetani nell'impresa di governance democratica in India.

L'APIPFT è stata ripresa l'anno scorso e ha partecipato a una cena ospitata dal Parlamento tibetano in esilio con sede a Dharamshala a dicembre, che l'ambasciata cinese ha denunciato come collusione con le "forze indipendenti tibetane". All'epoca, il deputato del BJP Kumar ha risposto citando i valori democratici: "Lasciateli reagire... L'ambasciata cinese non ha locus standi a cui opporsi, perché siamo parlamentari in un paese democratico. Abbiamo tutto il diritto di approvare risoluzioni e l'ambasciata cinese non deve dirci cosa fare". I membri del forum hanno anche in programma di partecipare alle celebrazioni della Giornata della democrazia tibetana il mese prossimo.

Il forum ha 10 membri composti da legislatori del partito al governo indiano Bharatiya Janata Party (BJP), Biju Janata Dal (BJD) e Janata Dal (United), tra gli altri.

Oltre all'APIPFT, l'ex ministro dell'Unione indiana Chanderesh Kumari, l'ex primo ministro dell'Himachal Shanta Kumar, il primo ministro del Bihar Nitesh Kumar, Gopalkrishna Gandhi, il nipote del Mahatma Gandhi, il Tibet Support Group of Arunachal Pradesh, (TSGAP) Forum parlamentare indiano del Tibet e il Rashtriya Syawamsevak Sangh (RSS), tra gli altri, hanno tutti esortato Nuova Delhi a onorare il Dalai Lama con Bharat Ratna.

Ad oggi, il più alto riconoscimento civile in India è stato conferito solo a due non indiani, il leader beluci Khan Abdul Gaffar Khan (1987) e Nelson Mandela (1990).

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti