13 C
Bruxelles
Domenica, Ottobre 1, 2023
Tecnologia scientificaArcheologiaScoperta una tomba unica di un generale egiziano

Scoperta una tomba unica di un generale egiziano

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Pietro Gramatikov
Pietro Gramatikovhttps://europeantimes.news
Dr. Petar Gramatikov è caporedattore e direttore di The European Times. È membro dell'Unione dei giornalisti bulgari. Il Dr. Gramatikov ha più di 20 anni di esperienza accademica in diversi istituti di istruzione superiore in Bulgaria. Ha inoltre esaminato le lezioni, relative ai problemi teorici coinvolti nell'applicazione del diritto internazionale nel diritto religioso, in cui è stata data particolare attenzione al quadro giuridico dei nuovi movimenti religiosi, alla libertà di religione e all'autodeterminazione e ai rapporti Stato-Chiesa per il pluralismo -stati etnici. Oltre alla sua esperienza professionale e accademica, il Dr. Gramatikov ha più di 10 anni di esperienza nei media dove ricopre posizioni come redattore di una rivista trimestrale di turismo “Club Orpheus” – “ORPHEUS CLUB Wellness” PLC, Plovdiv; Consulente e autore di conferenze religiose per la rubrica specializzata per i non udenti presso la televisione nazionale bulgara ed è stato accreditato come giornalista dal quotidiano pubblico "Aiuta i bisognosi" presso l'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra, Svizzera.

Più da parte dell'autore

Durante gli scavi archeologici, gli scienziati hanno portato alla luce la tomba segreta di un antico generale egiziano che guidava un esercito di mercenari stranieri.

Gli archeologi sono rimasti delusi nello scoprire che il sarcofago era stato aperto e la mummia Wahbire-merry-Neith era stata sequestrata.

Newsweek ne ha scritto (la storia è stata fornita a Newsweek da Zenger News).

Il generale egiziano Wahbire-merry-Neith era responsabile del reclutamento di soldati dall'Asia Minore e dalle isole dell'Egeo. La sepoltura risale all'inizio del V secolo aC e fu scavata dall'Istituto ceco di egittologia dell'Università Carlo di Praga.

All'interno della tomba, un team di scienziati ha scoperto il più grande complesso di imbalsamazione in Egitto, dove c'erano 370 brocche di ceramica con materiali usati per mummificare il comandante.

Wahibre-Mary-Knight fu sepolto in un'enorme tomba quadrata a due livelli. Il pozzo principale è profondo 6 m e misura circa 14 m per 14 m di diametro. Il secondo pozzo è stato scavato più in basso e aveva una forma rettangolare, con dimensioni di 16.5 m per 3.3 m.

Ricordiamo che un archeologo dilettante, utilizzando un metal detector, ha trovato un pugnale appartenente a un antico guerriero romano nel sud-est della Svizzera. Quindi archeologi professionisti hanno immediatamente scoperto centinaia di manufatti nella regione.

Foto: Vasi canopi e coppe cerimoniali sono stati trovati nella tomba di un antico comandante egiziano di soldati stranieri di nome Wahbire-merry-Neith, scoperto da una missione archeologica ceca dell'Università Carlo ad Abusir vicino a Saqqara, in Egitto. MINISTERO DEL TURISMO E DELLE ANTICHITA' EGIZIO /ZENGER

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -