-1.4% C
Bruxelles
Venerdì Dicembre 9, 2022

La CEC addestra le chiese belghe alla sicurezza

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Più da parte dell'autore

I dirigenti della Chiesa belga hanno ricevuto una formazione per garantire la sicurezza nelle comunità religiose. La formazione è stata condotta dalla Conferenza delle Chiese europee (CEC) nell'ambito del suo progetto Safer and Stronger Communities in Europe (SASCE), finanziato dalla Commissione europea.

L'evento si è tenuto il 15 settembre presso la Basilica di Koekelberg a Bruxelles.

Segretario Esecutivo CEC per Diritti umani La dott.ssa Elizabeta Kitanovic ha condotto il briefing e la formazione per i partecipanti, condividendo di più sul progetto SASCE.

Sono state distribuite linee guida per la protezione dei luoghi di culto destinati ai leader religiosi, al personale e ai fedeli. I materiali erano in francese e olandese.

“Accogliamo con favore questo progetto davvero unico”, ha affermato il Rev. Steven Fuite, presidente del Sinodo della Chiesa Protestante Unita in Belgio. "Attraverso questo progetto le chiese, insieme ad altre comunità religiose, hanno l'opportunità di denunciare le violazioni della libertà religiosa alle istituzioni europee e ad altre organizzazioni pertinenti che si occupano di crimini ispirati dall'odio", ha aggiunto.  

I partecipanti hanno anche riflettuto sugli attacchi terroristici compiuti dallo Stato Islamico all'aeroporto di Bruxelles e alla stazione della metropolitana Maelbeek nel 2016, nonché al Museo Ebraico di Bruxelles nel 2014.

Ulteriori informazioni: Comunità più sicure e più forti in Europa

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti