2.8 C
Bruxelles
Venerdì Dicembre 2, 2022

Lanciato ufficialmente l'interconnettore Grecia-Bulgaria

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Sabato 1 ottobre è stato lanciato il collegamento intersistemico del gas Grecia-Bulgaria. È stato commissionato con una cerimonia ufficiale al Palazzo Nazionale della Cultura, alla quale hanno partecipato molti leader europei. L'evento è stato ospitato dal Presidente della Bulgaria.

L'interconnessione è di importanza strategica per il Sud-Est Europa e offre un'opportunità per una reale diversificazione energetica dei fornitori di gas naturale nella regione. La connessione fornisce Bulgaria con accesso diretto al corridoio meridionale del gas e forniture di gas naturale attraverso il gasdotto transadriatico (TAP), il gasdotto transanatolico (TANAP) e, in un prossimo futuro, dal terminal del gas liquefatto vicino ad Alexandroupolis.

Alla cerimonia di Sofia ha partecipato la Presidente della Commissione Europea (CE) Ursula von der Leyen, arrivato ieri sera in Bulgaria, il commissario europeo per l'Energia Kadri Simson, il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev, in visita ufficiale in Bulgaria, i presidenti della Repubblica della Macedonia del Nord e della Serbia Stevo Pendarovski e Aleksandar Vucic, il I primi ministri di Grecia e Romania Kyriakos Mitsotakis e Nicolae Chouka, il primo ministro ad interim Galab Donev, i direttori esecutivi della società di progetto “ICGB” AD Teodora Georgieva e George Satlas. Tra gli ospiti nella sala 3 dell'NDK c'erano la vicepresidente Iliana Yotova, i presidenti Petar Stoyanov (1997-2002) e Georgi Parvanov (2002-2013), ministri del governo provvisorio, il sindaco di Sofia Yordanka Fandakova, diplomatici.

Dalle ore 7, la Bulgaria riceve l'intera quantità di gas azero attraverso l'interconnessione con la Grecia.

Lo ha annunciato Denitsa Zlateva – direttore esecutivo di “Bulgargaz” nello studio speciale di BNT dedicato alla messa in servizio ufficiale del collegamento gas con la Grecia.

Dopo il lancio dell'interconnector, il prezzo proposto del gas naturale per ottobre è di 233.49 BGN, ovvero quasi 34 BGN in meno rispetto al prezzo di settembre. Il prezzo del carburante blu per ottobre deve essere confermato oggi in una riunione del KEVR. La quantità giornaliera concordata che scorrerà attraverso il tubo è di 29,000 megawatt.

“Questo evento è davvero di grande importanza per la Bulgaria e per i nostri paesi vicini e per il EU. Stiamo diversificando sia i percorsi che le fonti di consegna. Questo evento ha un effetto sia visibile che reale sui consumatori bulgari, dà anche una boccata d'aria fresca in termini di prezzi competitivi, diversificazione delle forniture. La cosa più importante per noi come azienda è che questa mattina dalle 7 in punto l'intera quantità di gas azero sia fluita attraverso l'interconnettore al prezzo concordato", ha affermato Denitsa Zlateva.

Il collegamento intersistemico gas Grecia-Bulgaria è stato annunciato dalla CE come un progetto di interesse comune dell'Unione Europea, ricorda BTA. L'impianto ha una lunghezza totale di 182 km (sul territorio bulgaro la lunghezza è di 140 km) e collega i sistemi di trasporto del gas della Bulgaria e della Grecia, compreso il gasdotto Trans-Adriatico. Il valore totale del gasdotto è di oltre 240 milioni di euro, di cui la CE ha fornito 45 milioni di euro gratuitamente per studi preliminari nel 2010 e altri 35 milioni di euro nell'ambito del programma operativo della Bulgaria. La Banca europea per gli investimenti attribuisce alla costruzione 110 milioni di euro.

La capacità iniziale prevista dell'interconnettore è di tre miliardi di metri cubi all'anno e la massima - fino a 5.5 miliardi di metri cubi all'anno nella fase successiva. Il nostro Paese ha un contratto con l'Azerbaigian per la fornitura di un miliardo di metri cubi di gas naturale all'anno.

Il collegamento intersistemico del gas Grecia – Bulgaria è realizzato dalla società di investimento mista “ICGB” AD, registrata in Bulgaria nel 2011, con azionisti “Bulgarian Energy Holding” EAD – 50 per cento, e “IGI Poseidon” (IGI Poseidon) – 50 per cento. Il socio congiunto IGI Poseidon è una società registrata in Grecia, con azionisti la società greca “DEPA” (DEPA International Projects) con una quota del 50 per cento e il gruppo energetico italiano Edison SpA, sempre con il 50 per cento.

Il 28 settembre l'interconnessione con la Grecia ha ricevuto l'atto 16 per l'esercizio, nonché il permesso equivalente per l'esercizio anche sul territorio greco. I documenti certificano che la struttura è idonea alla messa in servizio e ne consentono l'operatività commerciale a partire dal 1 ottobre 2022.

Nel corso della giornata, anche il capo di Stato Rumen Radev ha tenuto incontri bilaterali con i capi delegazione partecipanti alla cerimonia. Il Presidente parlerà con la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, il Primo Ministro della Romania Nicolae Chuca, il Primo Ministro della Grecia Kyriakos Mitsotakis, il Presidente della Repubblica della Macedonia del Nord Stevo Pendarovski. Ci sarà anche un incontro tripartito tra il presidente Radev, la presidente della CE Ursula von der Leyen e il presidente Stevo Pendarovski.

Credito fotografico: BTA

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti