3.5 C
Bruxelles
Lunedi, 30 ° gennaio, 2023

L'OMS sollecita il contatto pelle a pelle immediato per i bambini nati prematuramente

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

15 novembre 2022 Salute e benessere
I bambini prematuri dovrebbero essere sottoposti a contatto pelle a pelle subito dopo la nascita per migliorare la loro sopravvivenza e i loro risultati di salute, ha affermato l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nelle nuove linee guida pubblicate martedì. 
Il consiglio segna un significativo allontanamento dalla pratica precedente, riflettendo gli immensi benefici per la salute di garantire che gli operatori sanitari - generalmente madri - e i bambini prematuri o piccoli possano stare vicini dopo la nascita, senza alcuna separazione. 
URL del tweet

L'OMS raccomanda il contatto pelle a pelle, noto anche come “cura della mamma canguro”, dovrebbero iniziare subito dopo che questi piccoli hanno fatto il loro primo respiro, senza alcun periodo iniziale in un'incubatrice. 

Piccoli gamechanger 

“I bambini pretermine possono sopravvivere, prosperare e cambiare il mondo, ma ogni bambino deve essere data questa possibilità, " disse Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell'OMS.

"Queste linee guida mostrano che migliorare i risultati per questi bambini piccoli non significa sempre fornire le soluzioni più tecnologiche, ma piuttosto garantire l'accesso all'assistenza sanitaria essenziale incentrata sui bisogni delle famiglie". 

L' linee guida sono stati rilasciati prima della Giornata mondiale della prematurità, celebrata ogni anno il 17 novembre. 

Forniscono anche raccomandazioni per garantire sostegno emotivo, finanziario e lavorativo alle famiglie, che possono affrontare stress e difficoltà straordinari a causa delle richieste di assistenza intensiva e delle ansie per la salute dei loro bambini. 

Preoccupazione per la salute pubblica 

Ogni anno, circa 15 milioni di bambini in tutto il mondo nascono pretermine, ovvero prima della 37a settimana di gravidanza, ovvero circa uno su 10 di tutte le nascite. Ancora di più, 20 milioni, hanno un basso peso alla nascita, sotto i 2.5 kg. 

I numeri sono in aumento, ha riferito l'OMS, rendendo la prematurità il principale causa di morte di bambini sotto i cinque anni e un problema urgente di sanità pubblica. 

Quando si tratta di sopravvivenza, esistono disparità significative a seconda di dove nascono i bambini prematuri. Mentre la maggior parte dei nati a 28 settimane o dopo nei paesi più ricchi sopravvive, il tasso nei paesi più poveri può arrivare fino al 10%. 

Salvare più vite 

L'OMS ha affermato che la maggior parte dei bambini pretermine può essere salvata attraverso misure economicamente vantaggiose come un'assistenza di qualità prima, durante e dopo il parto; prevenzione e gestione delle infezioni comuni e cura della madre canguro. 

La pratica combina il contatto pelle a pelle in una speciale fascia o imbracatura che viene indossata per quante più ore possibile e l'esclusivo allattamento al seno. 

I bambini pretermine mancano di grasso corporeo, quindi molti hanno problemi a regolare la propria temperatura quando nascono e spesso richiedono assistenza medica per la respirazione.  

Raccomandazioni precedenti richiedevano che questi bambini venissero prima stabilizzati in un'incubatrice o in un riscaldatore, in media da tre a sette giorni circa, rappresentando una separazione iniziale dal loro caregiver primario. 

Primo abbraccio critico 

Tuttavia, l'OMS ha affermato che la ricerca ora mostra che iniziare la cura della madre canguro subito dopo la nascita salva molte più vite, riduce le infezioni e l'ipotermia e migliora l'alimentazione. 

Per i bambini prematuri e piccoli, il primo abbraccio con un genitore non è solo emotivamente importante, ma anche assolutamente fondamentale per la loro sopravvivenza e salute, ha affermato la dott.ssa Karen Edmond, ufficiale medico per la salute dei neonati presso l'OMS. 

Separazioni COVID, 'catastrofiche' 

"Attraverso COVID-19 volte, sappiamo che molte donne sono state separate inutilmente dai loro bambini, il che potrebbe essere catastrofico per la salute dei bambini nati prematuri o piccoli", ha ricordato. 

“Queste nuove linee guida sottolineano la necessità di farlo fornire assistenza alle famiglie e ai bambini pretermine insieme come unitàe garantire che i genitori ottengano il miglior supporto possibile in quello che spesso è un momento particolarmente stressante e ansioso. 

Il latte materno è il migliore 

Anche le linee guida consiglio vivamente l'allattamento al seno per migliorare i risultati di salute per i neonati prematuri e sottopeso, perché riduce i rischi di infezione rispetto al latte artificiale. 

Il latte donato è l'alternativa migliore, se il latte materno non è disponibile, sebbene si possa usare una “formula pretermine” fortificata se le banche del latte donato non sono accessibili. 

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti