-1.1% C
Bruxelles
Giovedi, February 9, 2023

Psicologi: i tratti oscuri della personalità rendono le persone sensibili alle notizie false

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Gli psicologi di Wuerzburg hanno studiato cosa rende le persone più suscettibili alle fake news. Credito: Jan Philipp Rudloff / Università di Würzburg


Un nuovo studio ha trovato un collegamento tra i tratti oscuri della personalità e le fake news. 

Le notizie false sono state al centro di una recente ricerca presso lo Human-Computer-Media Institute del Università Giulio Massimiliano di Würzburg in Baviera, Germania. "Alcune persone credono alle Fake News anche quando i fatti scientifici le contraddicono chiaramente", afferma lo psicologo Jan Philipp Rudloff. "Volevamo sapere perché questo è il caso e indagare sul ruolo svolto dalle nostre idee sulla natura della conoscenza e dei fatti".

Rudloff ha condotto un esperimento approfondito su questo argomento mentre perseguiva il suo dottorato di ricerca. nel dipartimento di psicologia della comunicazione sotto il professor Markus Appel. Insieme ad Appel, ha affrontato più di 600 americani con titoli diversi, come "I primi 3 anni di Trump hanno creato 1.5 milioni di posti di lavoro in meno rispetto agli ultimi 3 di Obama". Ai partecipanti è stato chiesto di valutare quanto fossero accurate queste affermazioni.


Le convinzioni epistemiche sono state valutate con un questionario

I partecipanti hanno quindi completato un ampio questionario. Ai partecipanti è stato anche chiesto di valutare l'importanza di una forte evidenza per loro, quanto si fidano del loro intuito quando valutano il

precisione
Quanto vicino il valore misurato è conforme al valore corretto.

” data-gt-translate-attributes=”[{“attribute”:”data-cmtooltip”, “format”:”html”}]”>accuratezza delle informazioni e quanto credono che politici, scienziati e i media "fabbricano" fatti per servire i loro programmi.

“Riassumiamo questi aspetti come 'credenze epistemiche'”, spiega Rudloff – epistéme deriva dal greco e significa “conoscenza” o “conoscenza”.

Inoltre, il questionario ha valutato quanto fosse importante per i partecipanti far valere i propri interessi (anche a scapito dei propri simili). Questa caratteristica è anche chiamata il "fattore oscuro della personalità". È considerato il nucleo di vari tratti oscuri della personalità come il narcisismo, la psicopatia o il machiavellismo. "Tutti sono egoisti in una certa misura", spiega Rudloff. "Tuttavia, è problematico quando le persone si concentrano sul proprio benessere così fortemente che gli interessi dei loro simili non giocano più alcun ruolo".


Le persone con tratti di personalità oscuri piegano la realtà a proprio vantaggio

Lo studio ha dimostrato che meno i partecipanti credevano nell'esistenza dei fatti, più era difficile per loro distinguere le affermazioni vere da quelle false. Inoltre, c'era una seconda constatazione: quanto più forte era il “fattore oscuro della personalità” dei partecipanti, cioè quanto più marcato era il loro interesse personale a scapito degli altri, tanto più dubitavano che ci fosse una differenza tra scoperte scientifiche e mere opinioni.

“Potresti definire le loro convinzioni post-fattuali; credono solo a ciò che gli sembra vero”, sottolinea Jan Philipp Rudloff. Di conseguenza, trovano difficile distinguere le affermazioni vere da quelle false, quindi in particolare spesso credono che le notizie false siano vere. “Le persone con tratti di personalità oscuri piegano la realtà a proprio piacimento. Ad esempio: non indosso una maschera perché comunque il coronavirus è stato appena inventato dai media", spiega Rudloff. "Distorcere i fatti sulla base di motivi egoistici funziona particolarmente bene quando le persone sono convinte che comunque non esistano fatti scientifici indipendenti".

In un altro studio pubblicato nella primavera del 2022, Rudloff e Appel, insieme al dottor Fabian Hutmacher del Dipartimento di psicologia della comunicazione e dei nuovi media della JMU, erano già in grado di dimostrare che le persone con tratti di personalità oscuri erano più propense ad approvare

COVID-19
Identificato per la prima volta nel 2019 a Wuhan, in Cina, COVID-19, o malattia da Coronavirus 2019, (originariamente chiamata "2019 novel coronavirus" o 2019-nCoV) è una malattia infettiva causata dalla sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV- 2). Si è diffuso a livello globale, provocando la pandemia di coronavirus del 2019-22.

” data-gt-translate-attributes=”[{“attribute”:”data-cmtooltip”, “format”:”html”}]”>Teorie del complotto sul COVID-19 durante la pandemia.

Rudloff sottolinea, tuttavia, che non è affatto solo questo gruppo a essere suscettibile alle teorie del complotto e alle notizie false. "Le credenze epistemiche sono il fattore decisivo", dice. "Le persone che non credono nel potere delle prove e degli argomenti fondati non saranno influenzate nemmeno dal controllo dei fatti più impressionante, indipendentemente dagli altri tratti della loro personalità".


Le convinzioni epistemiche si sviluppano in giovane età

In psicologia, si pensa che le credenze epistemiche si sviluppino e si solidifichino durante l'infanzia e l'adolescenza. Per i bambini piccoli, c'è solo bianco o nero su molte questioni: un'idea è buona o cattiva e una proposizione è vera o falsa. Più tardi imparano a differenziare: se a qualcuno piace Beethoven o le canzoni pop è una questione di gusti. Durante questo periodo, tendono a considerare uguali le diverse opinioni, anche quelle su questioni come il cambiamento climatico causato dall'uomo.

"Nel migliore dei casi, a un certo punto, impariamo a valutare posizioni diverse", afferma Rudloff. “Ad esempio: sì, ci sono opinioni diverse, ma alcune sono più supportate da prove rispetto ad altre”. Ma non tutti sembrano fare questo passo. In situazioni come il cambiamento climatico o il COVID-19, dove una valutazione razionale degli argomenti è cruciale, questo deficit può avere gravi conseguenze.

Riferimento: "Quando la verità ha la meglio sulla verità: le convinzioni epistemiche predicono l'accurato discernimento delle notizie false" di Jan Philipp Rudloff e Markus Appel, 2022, Giornale di ricerca applicata in memoria e cognizione.
DOI: 10.1037/mac0000070


- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti