9.2 C
Bruxelles
Sabato, Febbraio 4, 2023

RUSSIA: ad ottobre sette testimoni di Geova condannati a sei anni di carcere

40 Testimoni di Geova sono stati condannati a pesanti pene detentive dal 1° gennaio

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Willy Fautre
Willy Fautrehttps://www.hrwf.eu
Corrispondente da Bruxelles per The European Times. - Willy Fautré, già incaricato di missione presso il Gabinetto del Ministero dell'Istruzione belga e presso il Parlamento belga. È il direttore di Human Rights Without Frontiers (HRWF), una ONG con sede a Bruxelles che ha fondato nel dicembre 1988. La sua organizzazione difende i diritti umani in generale con particolare attenzione alle minoranze etniche e religiose, alla libertà di espressione, ai diritti delle donne e LGBT la gente. HRWF è indipendente da qualsiasi movimento politico e da qualsiasi religione. Fautré ha svolto missioni conoscitive sui diritti umani in più di 25 paesi, comprese regioni pericolose come l'Iraq, il Nicaragua sandinista oi territori maoisti del Nepal. È docente universitario nel campo dei diritti umani. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste universitarie sui rapporti tra Stato e religioni. È membro del Press Club di Bruxelles. È sostenitore dei diritti umani presso le Nazioni Unite, il Parlamento europeo e l'OSCE.

La persecuzione dei Testimoni di Geova continua senza sosta. Negli ultimi 10 mesi, 40 di loro sono stati condannati per aver semplicemente praticato la propria religione in privato e messi dietro le sbarre.

Ecco l'elenco degli ultimi sette Testimoni di Geova condannati nell'ottobre 2022 e che stanno scontando pesanti pene detentive:

Il 25 ottobre nella regione dell'Amur:

Vladimir Bukin, 50 anni (6 anni e 6 mesi)

Michele Ivanovic Burkov, 39 anni (6 anni e 2 mesi)

Valerij Slashchev, 41 anni (6 anni e 6 mesi)

Sergey Vitalyevich Yuferov, 47 anni (6 anni e 6 mesi)

Il 6 ottobre a Sebastopoli (Crimea):

Vladimir Ivanovic Maladyka, 59 anni (6 anni)

Vladimir Fedorovich Sakada, 52 anni (6 anni)

Evgenij Sergeevič Zhukov, 53 anni (6 anni)

Quattro testimoni di Geova condannati a 6 anni di carcere nella regione dell'amur

251615 hubd1be1210b4414225bff749ce582fde9 4904838 2851x1425 ridimensiona q75 h2 lanczos 3.8dd75cb489694aa9e97656655377c7a2a2fbf1ba8b20b4719831850ab in RUSSIA October5af3165
Nella foto: Sergey Yuferov, Mikhail Burkov, Vladimir Bukin e Valery Slashchev vicino al tribunale distrettuale di Tyndinsky nella regione dell'Amur. Settembre 2022. Credito: Testimoni di Geova

Il 25 ottobre 2022 Ivan Kuznetsov, giudice del tribunale distrettuale di Tyndinskiy nella regione dell'Amur, ha condannato quattro testimoni di Geova della città di Tynda alla reclusione in una colonia penale. Vladimir Bukin, Valeriy Slashchev e Sergey Yuferov hanno ricevuto 6 anni e 6 mesi ciascuno e Mikhail Burkov — 6 anni e 2 mesi.

I fedeli sono stati arrestati in aula. Possono appellare il verdetto a un tribunale superiore.

L'11 novembre 2019, l'investigatore dell'FSB VS Obukhov ha aperto un procedimento penale contro quattro residenti di Tynda per la loro fede. Una settimana dopo, nelle loro famiglie sono avvenute perquisizioni e interrogatori, durante i quali gli uomini sono stati costantemente persuasi a collaborare alle indagini. I credenti sono stati accusati di aver organizzato le attività di un'organizzazione estremista (parte 1 dell'articolo 282.2 del codice penale della Federazione Russa) per aver tenuto servizi di culto e "studi biblici a domicilio". Inoltre, l'indagine ha considerato le conversazioni di Bukin, Yuferov e Slashchev sulla Bibbia con l'informatore D. Nurakov, che nel 2018 ha iniziato a raccogliere informazioni sui credenti locali, come un coinvolgimento in attività estremiste (parte 1.1 dell'articolo 282.2 del codice penale del Federazione Russa). 

L'inchiesta è durata un anno e mezzo. Il 28 giugno 2021 il caso (composto da almeno 15 volumi) è andato in tribunale. Come “prova di attività illegale” degli imputati, il pubblico ministero ha presentato testi di cartoline e stampe sequestrate sui temi “Le buone maniere sono una caratteristica integrante del popolo di Dio”, “Che tipo di trattamento Dio si aspetta per gli anziani” e “L'amore rafforza ”. Sebbene durante le udienze non siano stati forniti fatti specifici di azioni estremiste da parte degli imputati, il pubblico ministero ha chiesto loro di assegnare loro lunghe pene detentive: per Vladimir Bukin — 8 anni e 6 mesi, per Sergey Yuferov e Valeriy Slashchev — 8 anni e 4 mesi ciascuno e per Mikhail Burkov — 6 anni e 6 mesi di reclusione in una colonia penale. 

Rivolgendosi alla corte con l'ultimo motivo, i credenti hanno sottolineato di considerarsi innocenti. "La nostra unica 'colpa' è che vogliamo glorificare Dio e osservare i suoi comandamenti", ha detto Vladimir Bukin. “Pertanto, se sono ritenuto colpevole, è colpevole di amare Dio, il suo santo nome e la sua parola, la Bibbia”. E Mikhail Burkov ha osservato: “Vengo giudicato perché sto imparando a mostrare qualità positive: gentilezza, tranquillità, compassione, pazienza, rispetto… Confermano un riferimento dal posto di lavoro e due lettere di ringraziamento del sindaco della città di Tynda che sono un cittadino laborioso, comprensivo e pacifico pronto per qualsiasi buon lavoro”. 

Nella regione dell'Amur, 23 Testimoni di Geova sofferto per la loro fede. Aleksey Berchuk e Dmitrij Golik stanno servendo a lungo termine in una colonia, mentre Costantino Moiseenko e Vasilij Reznichenko ha ricevuto la sospensione della pena. Altri sette uomini stanno difendendo il loro diritto a professare il religione dei Testimoni di Geova in tribunale. La maggior parte dei casi contro i credenti in questa regione sono stati avviati dall'investigatore dell'FSB Obukhov. 

Tre Testimoni di Geova condannati a 6 anni di carcere in Crimea

071308 hub38011f6c627d3857f5ec5b7972659df 1033317 1500x750 ridimensiona q75 h2 lanczos.2d45ea21e3e75fe6263861aac7559498b13fbbfa982e5e0cfb02c69342 nella RUSSIA di ottobre: ​​13 anni b54
Sakada Vladimir, Zhukov Evgeny e Maladyka Vladimir in tribunale prima dell'annuncio del verdetto (6 ottobre 2022). Credito: Testimoni di Geova

Il 6 ottobre 2022, il giudice Olga Berdnikova del tribunale distrettuale Nakhimovsky di Sebastopoli ha dichiarato tre testimoni di Geova colpevoli di estremismo.

Sono stati perseguiti ai sensi dell'articolo 282.2 del codice penale, parte 1 - Reclusione da sei a 10 anni, più il divieto obbligatorio di ricoprire determinati incarichi e/o svolgere determinate attività fino a 10 anni e restrizioni obbligatorie alla libertà da uno a due anni dopo pubblicazione; o una multa da 400,000 a 800,000 rubli.

Yevgeny Zhukov, Vladimir Maladyka e Vladimir Sakada hanno ricevuto 6 anni di carcere ciascuno. La presente pena deve essere scontata in una colonia penitenziaria di regime generale, con privazione del diritto a svolgere attività educative, attività relative a discorsi e pubblicazioni sui media, affissione di materiali nelle reti di informazione e telecomunicazioni, compreso Internet per un periodo per 7 anni, con limitazione della libertà per un periodo di 1 anno

I fedeli sono stati immediatamente presi in custodia. Intendono impugnare il verdetto.

Proprio dall'aula, Zhukov, Maladyka e Sakada sono stati portati al SIZO n. 1 nella città di Simferopol.

Zhukov, Maladyka e Sakada hanno affrontato la persecuzione per la loro fede il 1 ottobre 2020, al culmine della pandemia di coronavirus. Per il fatto che i credenti hanno partecipato a pacifici incontri religiosi, è stato avviato un procedimento penale contro di loro. Loro, così come i loro correligionari di Sebastopoli, furono perquisiti. Lo stesso giorno, quattro credenti, tra cui Zhukov, Maladyka e Sakada, sono stati mandati in un centro di detenzione preventiva, dove hanno trascorso dai 6 ai 7.5 mesi. Inoltre, Vladimir Maladyka e sua moglie sono stati sottoposti a visita obbligatoria in un dispensario psico-neurologico a causa di un sacchetto di latte in polvere trovato a casa loro, che sembrava sospetto agli inquirenti.

Vladimir Sakada e Vladimir Maladyka hanno famiglie, Evgeny Zhukov si prende cura del fratello disabile. Tutti e tre i credenti hanno la reputazione di persone rispettabili e cittadini rispettosi della legge.

L'indagine è stata condotta dall'FSB della Russia per la Repubblica di Crimea e Sebastopoli per circa sei mesi. Nell'aprile 2021, il caso è andato in tribunale. Come “prova” della colpevolezza dei credenti, l'indagine ha utilizzato registrazioni video nascoste di servizi di culto realizzate da agenti dell'FSB. Nel video, i credenti pregano, cantano e discutono della Bibbia. Durante le udienze in tribunale, Vladimir Sakada ha affermato che le videocassette presentate agli esperti e alla corte "sono state soggette a modifiche non autorizzate". Tuttavia, il tribunale ha rifiutato di verificare questa prova materiale. L'ufficiale dell'FSB Dmitry Shevchenko, che ha condotto attività di ricerca operativa, ha affermato in tribunale che non vi erano segni di estremismo e fatti di incitamento all'odio religioso nelle azioni degli imputati. Secondo lui, conosce le attività dei Testimoni di Geova a Sebastopoli dal 2015 e i loro servizi sono sempre stati di natura esclusivamente religiosa.

Tuttavia, il tribunale ha emesso un verdetto di colpevolezza.

In Crimea, un totale di 16 Testimoni di Geova hanno subito persecuzioni a causa della loro fede, quattro di loro stanno scontando condanne in una colonia penale. Nel giugno 2022, la Corte europea dei diritti dell'uomo dichiarata la persecuzione dei Testimoni di Geova in Russia illegale e tutte le accuse contro di loro infondate.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti