9.1 C
Bruxelles
Venerdì, febbraio 3, 2023

Seconda mano – Una nuova ricerca incorona la Finlandia come la migliore città d'Europa per gli acquirenti sostenibili

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Savoo ha ricercato i 30 paesi più popolosi d'Europa per scoprire le migliori località per pratiche di acquisto sostenibili e i marchi di seconda mano più popolari.

  • La Finlandia è stata incoronata miglior paese d'Europa per gli acquirenti sostenibili: la nazione ha registrato una riduzione del 20% della propria impronta di consumo tra il 2010 e il 2020
  • Con il maggior numero di mercatini delle pulci e negozi di antiquariato disponibili (1,292) – il Regno Unito è al sesto posto
  • Nike è il marchio di seconda mano più popolare in Europa con oltre 600,000 inserzioni su piattaforme di rivendita

Novembre 2022: Dallo shopping di seconda mano all'evitare gli imballaggi in plastica ove possibile, gli acquirenti stanno adottando sempre più abitudini più rispettose dell'ambiente. Con l'interesse in continua crescita e sempre più città che si adattano a uno stile di vita più sostenibile, Savoo ha ricercato quali città europee stanno aprendo la strada.

La ricerca di Savoo classifica i 30 paesi europei più popolosi sulla base delle seguenti metriche per determinare dove si trovano gli acquirenti più sostenibili: Rapporto sullo sviluppo sostenibile classifica, tasso di riciclaggio, impronta di consumo, rifiuti pro capite e numero di mercatini delle pulci/di strada e negozi di antiquariato.

È possibile visualizzare lo studio completo cliccando qui

La Finlandia è stata incoronata miglior paese d'Europa per gli acquirenti sostenibili

La Finlandia si aggiudica la corona come il miglior paese europeo per gli acquirenti sostenibili e si trova in cima alla classifica del Rapporto sullo sviluppo sostenibile di tutti i 193 Stati membri delle Nazioni Unite, con un punteggio di 86.51 su un massimo di 100. 

Il paese del nord Europa ha anche ridotto la sua impronta di consumo* di un impressionante 20.37% tra il 2010 e il 2020, che è la quarta riduzione maggiore dopo Italia (26.03%), Svezia (21.99%) e Grecia (20.75%). Tuttavia, i mercatini delle pulci e i negozi di antiquariato sono un'area in cui la Finlandia resta indietro, con solo 53 in totale per soddisfare i suoi 5,540,720 abitanti. 

Le 10 città migliori per gli acquirenti sostenibili:

immagine 825x1024 - Seconda mano - Una nuova ricerca incorona la Finlandia come la migliore città europea per gli acquirenti sostenibili
Seconda mano - Una nuova ricerca incorona la Finlandia come la migliore città d'Europa per gli acquirenti sostenibili
RangoPaese Classifica del rapporto sullo sviluppo sostenibileTasso di riciclaggio per paese (%)Riduzione del consumo di impronte (2010 – 2020)Stima della famiglia (kg pro capite all'anno)Rifiuti tessili (tonnellate)Numero di mercatini delle pulci/di strada e negozi di antiquariato
1Finlandia86.5141.6%20.37%6514,93453
2Danmark85.6353.9%14.26%8118,13489
3Slovenia79.9559.3%1.85%348,7329
4Austria82.3258.2%8.89%3962,44642
5Svezia85.1938.6%21.99%818,64676
6Regno Unito80.5542.9%-26.09%77209,5451,292
7Olanda79.8556.8%0.83%50102,261107
8Belgio79.6954.2%-2.16%50169,94955
9Spagna79.936.4%10.85%7798,881344
10Germania82.1867.1%-1.91%75391,752140

La Danimarca è al secondo posto nella nostra classifica, avendo ridotto la sua impronta di consumo del 14.26% tra il 2010 e il 2020. Al terzo posto c'è la Slovenia, che produce ogni anno circa 34 kg di rifiuti domestici pro capite, la cifra più bassa tra tutti i paesi della nostra classifica analisi.

Il Regno Unito si colloca al sesto posto nella classifica generale degli acquirenti più sostenibili d'Europa. Sede di quasi 68 milioni di persone, il paese ha quasi 1,300 mercatini delle pulci e negozi di antiquariato disponibili, che è la quantità più alta di tutti i paesi analizzati.

Nike ha nominato il marchio di seconda mano più popolare, con oltre 600,000 inserzioni su piattaforme di rivendita

Con le piattaforme di rivendita di vestiti che sono diventate incredibilmente popolari negli ultimi anni, Savoo ha analizzato il numero di elenchi di 30 marchi principali in quattro mercati di seconda mano online per determinare quali sono i più popolari da acquistare.

La nostra ricerca rivela che Nike è nel complesso il marchio di seconda mano più popolare su Depop, eBay, Etsy e ASOS Marketplace. È interessante notare che, tra tutti i marchi e i mercati analizzati nello studio, Etsy ha il maggior numero di articoli Nike elencati a 33,754. 

I 10 marchi più popolari sulle piattaforme di rivendita:

RangoMarcaNumero di articoli elencati su DepopNumero di articoli elencati su eBayNumero di articoli in vendita su EtsyNumero di articoli elencati sul marketplace di ASOS
1Nike364,681210,00033,7547,447
2Adidas261,254180,00025,9228,076
3Levi96,986170,00036,0875,986
4Zara439,696170,0008943,139
5Rolex37522,0003,7880
6Victoria 's Secret28,201340,0002,88513
7H & M238,677160,00071068
8Ralph Lauren57,56642,00016,5472,299
9Swarovski2,90513,00033,54539
10Louis Vuitton12,81784,0005,235170

Adidas è al secondo posto, con 8,076 inserzioni attualmente attive sul marketplace di ASOS. Al terzo posto c'è l'iconico marchio di jeans Levi's, il marchio ha un totale di 309,059 inserzioni nei quattro diversi mercati.

Il gigante di fascia alta Zara ha il secondo mercato di rivenditori più vivace, con 439,696 articoli elencati su Depop che lo rendono il marchio di seconda mano più popolare dell'app. Rolex segue al quinto posto, con il termine "Rolex di seconda mano" che viene digitato su Google in media 9,900 volte dagli appassionati di orologi desiderosi di mettere le mani su un pezzo pre-amato.

Fare acquisti in modo sostenibile può fare un'enorme differenza per il nostro pianeta, ma non deve rompere una banca. Ecco i migliori consigli di Savoo per liberarsi dall'abitudine del fast fashion: 

  • Usa il test di 30 usura come punto di riferimento. La prossima volta che vedi un capo di tendenza che non vedi l'ora di aggiungere al tuo carrello, acquistalo solo se lo indossi almeno 30 volte prima di sbarazzartene.
  • I vestiti nuovi non devono essere nuovi di zecca. Puoi ottenere articoli di alta qualità a un prezzo accessibile su piattaforme di rivenditori come Vinted o utilizzare un servizio di noleggio di abbigliamento per occasioni speciali piuttosto che dirigerti verso la strada principale.
  • Impara come riparare i vestiti da solo. Quando trovi un buco o uno strappo nel tuo maglione preferito, il tuo istinto è quello di buttarlo via e comprarne uno sostitutivo? Ci sono molti tutorial gratuiti su YouTube che ti insegneranno le basi e puoi sempre chiedere l'aiuto di un sarto per correzioni più complesse.

Ed Fleming, Manager Director, ha commentato i risultati: 

“L'importanza di essere sostenibili sta aumentando man mano che gli acquirenti sono diventati più consapevoli della loro impronta ecologica. Dallo spreco di cibo all'acquisto di vestiti di seconda mano, i consumatori non solo sono più consapevoli di proteggere l'ambiente in cui vivono, ma stanno anche cercando modi per risparmiare denaro con pratiche sostenibili alla luce della crisi del costo della vita.'

È bello vedere gli acquirenti che fanno uno sforzo maggiore per diventare più rispettosi dell'ambiente pur rimanendo alla moda e sprecando meno allo stesso tempo. La sostenibilità continua a trasformare il modo in cui facciamo acquisti ei consumatori stanno diventando sempre più espliciti su ciò che vogliono da un marchio.'

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti