7.8 C
Bruxelles
Giovedi, February 2, 2023

Kenya: la grave siccità alimenta la malnutrizione e riduce i parti in ospedale nella contea di Turkana

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

27 Dicembre 2022 Donna
Dopo quattro successive stagioni delle piogge fallite, il Kenya è nel mezzo della peggiore siccità degli ultimi 40 anni, ha detto martedì l'agenzia delle Nazioni Unite per la salute delle donne, UNFPA, facendo luce su 134,000 donne incinte o che allattano che sarebbero gravemente malnutrite e bisognose di cure .
"Non ho mai sperimentato una siccità così grave in vita mia", Akure Ewar, 28 anni detto UNFPA.

A sette mesi di gravidanza, si lamenta di avere fame e spesso ha le vertigini durante la sua giornata.

“Le stagioni secche sono andate progressivamente peggiorando negli ultimi tre anni, ma i nostri animali ci hanno fatto andare avanti con latte e carne. Questa volta sono morti tutti e non ci hanno lasciato niente".

Nascite incustodite

Costrette a migrare alla ricerca di acqua, cibo e pascoli, molte non sono in grado di accedere alle strutture sanitarie per l'assistenza sanitaria materna critica.

“Prima della siccità, le nostre strutture sanitarie registravano una media di 411 parti in un mese, indicando un tasso di assistenza qualificata al parto del 70%”, ha spiegato Maiyo Elphas, funzionario della sanità pubblica della sub-contea di Loima.

“Nel novembre 2022, il numero è sceso a 100 nascite registrate, il che rappresenta un tasso molto basso del 24.6%.

UNFPA Kenia

Le donne sono state colpite in modo sproporzionato dalla siccità in Kenya, che ha aumentato la loro vulnerabilità alla violenza e ridotto drasticamente il loro accesso ai centri sanitari.

'Difenditi da me'

“Ogni donna, ricca o povera, ha un rischio del 15% di complicazioni al momento del parto, ma nelle regioni sviluppate non si verificano quasi decessi materni”, secondo all'Organizzazione Mondiale della Sanità, spiegando l'importanza di un'assistenza al parto qualificata, ovvero un parto assistito da un professionista sanitario qualificato, come un medico, un infermiere o un'ostetrica.

Il tasso di assistenza al parto qualificato era già basso in Kenya, un paese con un alto tasso di mortalità materna di 342 ogni 100,000 nati vivi, ma la situazione sta peggiorando drammaticamente per le persone colpite dalla siccità.

Nel villaggio di Lochorepetet, la trentenne Losikiria Kuya, incinta del suo quarto figlio, spesso rimane per giorni senza cibo, spesso non è in grado di percorrere i 30 chilometri che la separano dal centro sanitario più vicino per i suoi controlli prenatali.

“Di solito al momento del parto mio marito mi porta al centro in moto, ma con lui spesso in cerca di pascolo, devo essere pronta a badare a me stessa, se necessario”, ha detto.

Donne rurali

La crisi della siccità non sta colpendo solo l'accesso delle donne all'assistenza sanitaria materna essenziale; sta causando una grave denutrizione tra le donne incinte, aumentando i rischi per loro e per i loro futuri bambini.

Oltre a influenzare lo sviluppo di un feto, la denutrizione provoca anche una serie di problemi per le donne in gravidanza, compreso un rischio più elevato di sepsi e morte.

image1170x530cropped 20 - Kenya: la grave siccità alimenta la malnutrizione e riduce i parti in ospedale nella contea di Turkana

© UNICEF/Oloo

Una madre porta il suo bambino accanto alle carcasse di bestiame morto a causa di una grave siccità a Marsabit, in Kenya.

L'UNFPA ei suoi partner stanno fornendo servizi di salute sessuale e riproduttiva salvavita che avvicinano i servizi a coloro che ne hanno più bisogno.

“Durante la stagione della siccità, ogni due settimane svolgiamo attività di assistenza sanitaria in cui offriamo alla comunità servizi prenatali e postnatali, pianificazione familiare, nutrizione e immunizzazione” ha dichiarato all'UNFPA l'infermiera Lobei Dedan Njagi.

Durante ogni visita, circa 15-20 donne incinte ricevono assistenza.

Preoccupazioni all'orizzonte

La gravità e la durata eccezionale della siccità stanno peggiorando una situazione già disastrosa nella contea di Turkana, già scossa dalle infestazioni di locuste e dal COVID-19 pandemia.

Le proiezioni indicano una possibile sesta stagione delle piogge scarsa consecutiva da marzo a maggio, mettendo a rischio ancora più donne e ragazze.

UNFPA sta facendo appello per $ 113.7 per finanziare il suo piano di risposta per il Crisi della siccità nel Corno d'Africa 2022-2023 per sostenere le crescenti esigenze di donne e ragazze.

image1170x530cropped 21 - Kenya: la grave siccità alimenta la malnutrizione e riduce i parti in ospedale nella contea di Turkana

© UNICEF/Translieu/Nyaberi

Un lavoratore dell'UNICEF alla Sopel Primary School nella contea di Turkana, in Kenya. aiuta i bambini a comprendere le sfide poste dalla crisi di siccità in corso.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti