6.1 C
Bruxelles
Lunedi, February 6, 2023

Accordo su nuove regole per proteggere i consumatori dall'assumere troppi debiti

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

I deputati hanno raggiunto un accordo provvisorio con il Consiglio su nuove misure per proteggere i consumatori da debiti con carte di credito, scoperti e prestiti inadatti alla loro situazione finanziaria.

Venerdì mattina, i negoziatori del Parlamento e del Consiglio hanno raggiunto un accordo politico provvisorio per aggiornare le norme dell'UE sul credito al consumo. La nuova direttiva sui crediti al consumo (CCD) mira a far funzionare senza problemi i mercati del credito, garantendo al tempo stesso un elevato livello di protezione dei consumatori.

Secondo l'accordo, la legislazione riguarderà i contratti di credito fino a 100,000 euro.

Valutazione del merito creditizio

I negoziatori hanno convenuto che gli Stati membri richiederanno a un creditore, prima di concludere un contratto di credito, di effettuare una valutazione approfondita dell'affidabilità creditizia di un consumatore, nell'interesse del consumatore e per prevenire pratiche di prestito irresponsabili e un indebitamento eccessivo. La valutazione dovrebbe verificare la capacità del consumatore di adempiere ai propri obblighi.

Inoltre, i negoziatori del PE hanno ottenuto una misura che protegge i sopravvissuti al cancro che richiedono un credito per il quale è richiesta un'assicurazione, in base alla quale hanno il "diritto all'oblio" dopo un periodo di tempo rilevante in modo che la loro precedente malattia influisca sulle tariffe assicurative.

Tutela dei consumatori

I creditori non bancari e gli intermediari del credito (ad eccezione delle microimprese e delle PMI) saranno soggetti a un processo di ammissione, registrazione e vigilanza da parte di autorità nazionali indipendenti.

I negoziatori del Parlamento europeo hanno anche ottenuto una disposizione nell'accordo in modo che la pubblicità del credito contenga sempre un chiaro e ben visibile avvertimento che prendere in prestito denaro costa denaro. La pubblicità non dovrebbe incoraggiare i consumatori a cercare credito suggerendo che migliorerebbe la loro situazione finanziaria, che il credito porta ad un aumento delle risorse finanziarie, costituisce un sostituto del risparmio o può elevare il tenore di vita di un consumatore.

I deputati sono anche riusciti a includere misure, come i massimali, per prevenire gli abusi e garantire che ai consumatori non vengano addebitati tassi di interesse eccessivi, tassi annuali o oneri sui prestiti o sul costo totale del credito.

Su insistenza dei deputati, le misure di tolleranza, al fine di affrontare in modo proattivo il rischio di credito emergente in una fase iniziale, saranno obbligatorie. I creditori saranno tenuti ad assistere i consumatori in caso di difficoltà di rimborso e imporre oneri non superiori a quelli necessari per compensare i costi derivanti da un inadempimento.

Con gli scoperti di conto corrente e il superamento del credito forme di credito sempre più comuni e costose, i negoziatori si sono assicurati che questi prodotti finanziari fossero regolamentati per aumentare la protezione dei consumatori ed evitare l'eccessivo indebitamento.

Diritto di recesso e rimborso anticipato

Gli Stati membri dovranno garantire che i consumatori abbiano il diritto di recedere da un contratto di credito senza alcun motivo entro 14 giorni. I consumatori avranno diritto al rimborso anticipato e alla riduzione del costo totale del proprio credito. Le informazioni precontrattuali dovrebbero specificare chiaramente come deve essere calcolato tale compenso.

Quote

Kateřina Konečná (La Sinistra, CZ), l'eurodeputato capofila ha dichiarato: “In questo periodo di crisi economica, abbiamo preparato una legislazione che tuteli davvero i consumatori nel campo del credito al consumo. Per la prima volta nella storia, siamo riusciti a far rispettare la garanzia del diritto all'oblio per i malati di cancro in EU legislazione. Gli annunci di credito ora dovranno riportare un avviso simile a quello sui pacchetti di sigarette e alcuni tipi di annunci pericolosi saranno persino vietati negli Stati membri".

Prossimi passi

L'accordo politico provvisorio raggiunto dal gruppo negoziale del PE dovrà ora essere approvato prima dalla commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori (IMCO) e poi da una votazione plenaria. Il Consiglio deve anche approvare l'accordo, prima che possa entrare in vigore.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti