3.9 C
Bruxelles
Venerdì, Gennaio 20, 2023

I cittadini arabi vogliono ancora la democrazia, secondo il più grande sondaggio di opinione arabo nella regione

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

DOHA, QATAR, 3 gennaio 2023 – I risultati del più grande sondaggio d'opinione del suo genere nel mondo arabo sono stati pubblicati dall'Arab Center for Research and Policy Studies (ACRPS) con quasi 33mila intervistati in 14 paesi arabi e più di 900 ricercatori partecipanti.

Il sondaggio ha toccato le questioni che devono affrontare gli arabi che vivono nella regione, nonché le loro opinioni sugli eventi globali. Data la natura controversa degli sforzi di democratizzazione e della cultura politica della regione, le relazioni arabo-israeliane, la guerra della Russia contro l'Ucraina e altro ancora, i risultati del sondaggio di quest'anno evidenziano tendenze significative nell'opinione pubblica araba. Di seguito sono riportati alcuni dei principali risultati del rapporto. In allegato il rapporto completo.

DEMOCRAZIA E ISTITUZIONI STATALI

C'è un sostegno schiacciante per la democrazia nel mondo arabo, con il 72% degli intervistati a favore di un sistema democratico. Questo sostegno alla democrazia è stato una costante in ogni sondaggio dell'Arab Index sin dal suo lancio nel 2011, a dimostrazione di una convinzione consolidata nella democrazia.

La fiducia dei cittadini nelle istituzioni statali varia. Parlamenti e consigli legislativi hanno ricevuto il minor grado di fiducia tra i cittadini arabi, con un tasso del 47%.

L'opinione pubblica araba è quasi unanime sul fatto che la corruzione finanziaria e amministrativa sia diffusa nei loro paesi a vari livelli, con un tasso dell'87%.

Poco più di un terzo degli intervistati (34%) ha affermato che i propri paesi applicano la legge in modo equo tra i cittadini, mentre il 39% ritiene di non godere della piena uguaglianza, con i propri paesi che favoriscono alcuni gruppi rispetto ad altri. Quasi un quarto degli intervistati (24%) ritiene che i propri paesi non applichino affatto la legge allo stesso modo.

RELAZIONI ARABO-ISRAELIANE

L'84% dei cittadini si oppone al riconoscimento di Israele da parte dei propri Paesi d'origine, adducendo ragioni politiche rispetto a quelle religiose o culturali. Questa opposizione rimane estremamente alta nonostante i recenti accordi di normalizzazione con Israele da parte di Emirati Arabi Uniti, Bahrain, Marocco e Sudan.

La maggior parte degli sauditi che hanno risposto a questa domanda ha rifiutato il riconoscimento di Israele (38%), nonostante un alto tasso di mancata risposta a questa domanda (57%).

La stragrande maggioranza degli intervistati considera le politiche di Israele (84%) e degli Stati Uniti (78%) una minaccia alla sicurezza e alla stabilità della regione araba, mentre il 57% degli intervistati considera le politiche iraniane e russe una minaccia per la regione.

LA GUERRA DELLA RUSSIA CONTINUA UCRAINA

Più di un terzo degli intervistati (44%) ha convenuto che la dichiarazione di guerra della Russia Ucraina era ingiustificato, rispetto al 19% che ha detto che era giustificato, e oltre un terzo (37%) ha dichiarato di non sapere o ha rifiutato di rispondere. Coloro che hanno affermato che è ingiustificato hanno considerato la dichiarazione di guerra della Russia come un atto di aggressione, interferenza con la sovranità di un altro stato e occupazione di terra.

SOCIAL MEDIA

Quasi tutti (98%) gli utenti di Internet nel mondo arabo hanno account su piattaforme di social media. Più intervistati avevano Facebook account rispetto a qualsiasi altra piattaforma di social media, tranne nel Golfo, dove più (77%) aveva account Twitter.

La maggioranza dei cittadini arabi (75%) utilizza i social media per ottenere notizie e informazioni politiche. Più della metà degli utenti (51%) esprime la propria opinione su eventi politici.

Il 57% degli utenti dei social media ha dichiarato di non fidarsi delle informazioni e delle notizie circolate sui social media, un aumento notevole rispetto all'ultimo sondaggio AOI.

L'interazione e la partecipazione a questioni politiche tra gli utenti arabi dei social media è divisa: mentre il 48% interagisce o partecipa a questioni politiche, il 48% no.

Per ulteriori informazioni e per intervistare il direttore dell'Arab Opinion Index si prega di chiamare Mutaz Al Nazer (00974-55968854) o inviare un'e-mail [email protected].

###

L'Arab Center for Research and Policy Studies (ACRPS) è un istituto di ricerca indipendente per lo studio delle scienze sociali e umanistiche, con particolare attenzione alle scienze sociali applicate. Cerca di esaminare le questioni chiave affliggendo il mondo arabo, i governi e le comunità; analizzare le politiche sociali, economiche e culturali; e per fornire un'analisi politica razionale sulla regione.

Comunicato stampa distribuito da Pressat per conto dell'Arab Center for Research and Policy Studies, martedì 3 gennaio 2023. Per maggiori informazioni sottoscrivi e seguire https://pressat.co.uk/

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti