-1 C
Bruxelles
Martedì, febbraio 7, 2023

Risorse naturali, le specie rare sono in realtà comuni nelle foreste israeliane

Un progetto che ha esaminato la biodiversità nelle foreste del KKL per un periodo di tre anni ha scoperto nuove specie di piante in Israele e ha cambiato la percezione delle specie considerate rare.

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Rare Species – Nel corso della Conferenza Forest and Open Fields del KKL-JNF, che si terrà giovedì presso lo Steinhardt Museum of Natural History dell'Università di Tel Aviv, uno speciale rapporto che riassume tre anni di un progetto su larga scala dedicato allo sviluppo dei sistemi di mappatura, revisione e marcatura dei beni naturali protetti nelle foreste del KKL. Il rapporto, realizzato da Dvora Lev Haramati, dal Dr. Ben Nathan del DESHE Institute e da Omri Shalev della Divisione Ecologica del Dipartimento Forestale del KKL-JNF, e avviato e supervisionato da Yahel Porat della Divisione Ecologica del Dipartimento Forestale del KKL -JNF e un grande team politico del KKL e dell'Autorità israeliana per la natura e il parco, hanno esaminato i sistemi di lavoro necessari per proteggere le risorse naturali.

Nell'ambito del progetto, sono stati sviluppati protocolli per le indagini ecologiche presso le foreste del KKL che stanno per essere tagliate e rinnovate, e sono state effettuate molte indagini sulla natura nelle aree che stanno per essere tagliate e rinnovate. In tali aree sono state mappate piante in via di estinzione, ampie porzioni di Sternbergia clusiana, alberi e aree di riposo e di accoppiamento per gli animali, insieme ad habitat umidi e unici. Per ogni foresta è stata presentata una relazione che riassume i risultati di ogni indagine e le linee guida per la conservazione, con la conclusione di ogni indagine. Un'analisi dei risultati dell'indagine mostra che la foresta del KKL conserva molte risorse naturali e habitat unici e che finora esistevano poche informazioni su di essi.

Le indagini sulle risorse naturali presso le foreste del KKL, sviluppate nell'ambito di questo progetto, colmano le lacune delle informazioni mancanti riguardanti la biodiversità in queste foreste. Ad esempio, alcune delle scoperte botaniche significative includono nuove specie vegetali in Israele, popolazioni ampie e stabili di specie in via di estinzione e osservazioni che ampliano la dispersione di specie rare. Inoltre, diverse foreste si sono rivelate centri di importante conservazione di specie in via di estinzione, in particolare habitat minacciati che mancano di presenza nelle riserve naturali, come habitat umidi e resti di suolo nelle valli, nelle alture e nella pianura costiera. L'importanza delle foreste come centri di conservazione per le specie in via di estinzione è particolarmente notevole nella pianura costiera, un'area di molti progetti di costruzione con quasi nessuna riserva naturale o campi aperti non agricoli diversi dalle foreste KKL-JNF. Queste foreste sono campi inalterati, unici.

Un esempio notevole è la foresta di Hadera, dove esistevano poche e parziali informazioni sulle specie vegetali in via di estinzione. I rilievi effettuati prima di tale potatura nel bosco hanno rivelato che si trattava di un'area molto importante per la conservazione delle specie vegetali. Sono state scoperte molte specie in via di estinzione, tra cui Lehm laxa Myosotis, una novità per Israele. Molte specie rinvenute sono quasi esclusive di Hadera o sono costituite da popolazioni isolate rimaste nella pianura costiera. I risultati dell'indagine mostrano che il taglio della foresta aiuta molte specie e in alcuni casi porta a un rapido processo di ripresa della crescita.

Porat sottolinea come durante il progetto gli ecologi abbiano scoperto che la protezione delle risorse naturali individuate nelle prime indagini può essere praticata regolarmente durante il taglio e il rinnovo dei lavori forestali, senza ritardi significativi in ​​entrambi i processi.

In conclusione, gli strumenti sviluppati nel progetto consentono l'esecuzione di routine dei lavori di interfaccia necessari nelle foreste del KKL preservando le risorse naturali in esse contenute e contribuendo all'espansione del database delle risorse naturali.

Le informazioni raccolte forniscono un'infrastruttura importante per la ricerca, il monitoraggio, la conservazione e la protezione delle risorse naturali all'interno e all'esterno delle foreste. Queste informazioni contribuiscono a una comprensione aggiornata dello stato delle specie in via di estinzione in Israele e della conservazione della natura nel paese.

Pubblicato per la prima volta da KKL-JBF.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti