9.1 C
Bruxelles
Venerdì, febbraio 3, 2023

Piani di ripresa: gli eurodeputati spingono per un uso saggio del denaro, il controllo democratico

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

    Piani di ripresa – I paesi dovrebbero utilizzare gli oltre 700 miliardi di euro disponibili nell'ambito dei piani di ripresa dell'UE per adattarsi alle nuove realtà sociali ed economiche, affermano i deputati.

    Il dispositivo dell'UE per la ripresa e la resilienza è stato istituito al culmine della crisi del Covid-19 per aiutare i paesi dell'UE a sostenere le imprese e le persone in difficoltà. Mentre il L'economia dell'UE è rimbalzata nel 2021 dopo un forte calo nel 2020, nuove sfide economiche e sociali stanno emergendo con la guerra in Ucraina e l'aumento dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari.

    Più che uno strumento di soccorso a breve termine, il dispositivo per la ripresa e la resilienza da 723,8 miliardi di EUR è un piano orientato al futuro che finanzia le riforme e gli investimenti proposti da EU paesi in settori quali la transizione verde, la trasformazione digitale, la salute, la resilienza sociale ed economica e il sostegno ai giovani.

    In un relazione sull'attuazione del dispositivo per la ripresa e la resilienza, adottata dal Parlamento il 23 giugno 2022, i deputati hanno sottolineato che il denaro dovrebbe essere utilizzato in modo efficace per garantire benefici a lungo termine per l'economia e la società dell'UE. Hanno sottolineato la necessità di aumentare l'autonomia strategica dell'UE, di ridurre la dipendenza dai combustibili fossili importati e di diversificare le fonti energetiche.

    Per saperne di più sulla Centro di recupero e resilienza

    Progressi nell'attuazione dei piani di risanamento

    Intervenendo a un dibattito in plenaria il 22 giugno, l'eurodeputato Eider Gardiazabal, coautore della relazione del Parlamento, ha affermato che i piani di ripresa sono finanziati attraverso l'emissione di debito europeo congiunto da parte della Commissione europea e saranno rimborsati con nuove fonti di entrate del bilancio dell'UE. “La risposta alla crisi [di Covid-19] è stata molto diversa da [la crisi finanziaria del] 2008. È stata potente e innovativa. Molte barriere sono state superate e alcuni tabù sono stati infranti”.

    A parte una rata di prefinanziamento fino al 13% dei fondi stanziati, i paesi dell'UE ricevono il resto dei loro pagamenti nell'ambito del meccanismo per la ripresa e la resilienza al raggiungimento di obiettivi e traguardi specifici.

    L'UE sostiene la ripresa economica Screenshot 2 1024x688 - Piani di ripresa: i deputati spingono per un uso saggio del denaro, controllo democratico

    Consulta l'infografica per saperne di più sui progressi relativi all'erogazione fondi ai paesi dell'UE

     La decisione di approvare il piano di rilancio di un Paese viene presa dal Consiglio su proposta della Commissione europea. Sebbene il Parlamento non abbia un ruolo formale da svolgere, ha sollevato preoccupazioni sullo stato di diritto e sulla protezione degli interessi finanziari dell'UE in alcuni paesi. Nel giugno 2022, i deputati hanno espresso la loro disaccordo con la decisione di approvare il piano di risanamento della Polonia e nel novembre 2022 i deputati lo hanno affermato l'UE dovrebbe resistere alle pressioni per approvare il piano dell'Ungheria.


    “Un piano non deve mai essere approvato ad ogni costo. Ricorda sempre che i valori dell'UE sono essenziali, non negoziabili e devono porre le basi per ogni azione, progetto, riforma o investimento", ha dichiarato Dragoș Pîslaru (Renew Europa, Romania), uno dei coautori della relazione del Parlamento durante il dibattito del 22 giugno.


    I finanziamenti per la ripresa vanno ai paesi dell'UE sotto forma di sovvenzioni o prestiti. Gli Stati membri hanno pianificato quasi l'intero importo delle sovvenzioni disponibili, ma nel giugno 2022 hanno indicato che vorrebbero utilizzare 166 miliardi di euro dei 385.8 miliardi di euro disponibili per i prestiti.

    I deputati hanno esortato i paesi a sfruttare appieno il potenziale del Recovery and Resilience Facility, compresi i prestiti, per contrastare gli effetti della pandemia e le sfide emergenti.

    Il controllo del Parlamento

    Il Parlamento europeo è attivamente coinvolto nel controllo dell'attuazione del dispositivo per la ripresa e la resilienza. I deputati tengono dibattiti e adottano risoluzioni sull'argomento, i bilanci del Parlamento e le commissioni economiche hanno discussioni trimestrali con i commissari e sono frequenti gli incontri a livello tecnico con i funzionari della Commissione.

    I deputati vogliono assicurarsi che i fondi siano utilizzati in modo trasparente e nel rispetto delle regole e che la Commissione svolga un monitoraggio e un audit efficaci degli Stati membri.

    La relazione del Parlamento ha rilevato che le pubbliche amministrazioni nazionali hanno avuto difficoltà ad assorbire tutti i finanziamenti in un breve lasso di tempo poiché tutte le riforme e gli investimenti devono essere realizzati entro il 2026. I deputati hanno insistito sul coinvolgimento delle autorità locali e regionali, delle parti sociali e delle organizzazioni della società civile nell'attuazione dei piani nazionali per garantire un'attuazione efficace e la responsabilità democratica.

    "Vorremmo vedere più progetti transfrontalieri, in particolare nel settore dell'energia, perché questo ci aiuterà a portare l'energia da dove ce l'abbiamo a dove ne abbiamo bisogno", ha affermato il coautore del rapporto Siegfried Mureșan (PPE, Romania) durante il dibattito in plenaria del 22 giugno 2022.

    L'articolo è stato originariamente pubblicato nel giugno 2022 ed è stato aggiornato nel gennaio 2023

    - Annuncio pubblicitario -

    Più da parte dell'autore

    - Annuncio pubblicitario -
    - Annuncio pubblicitario -
    - Annuncio pubblicitario -
    - Annuncio pubblicitario - spot_img

    Devi leggere

    Articoli Recenti