9.1 C
Bruxelles
Venerdì, febbraio 3, 2023

Gli esperti di diritti umani delle Nazioni Unite esprimono “seria preoccupazione” per la politica di assimilazione della Cina

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Di Tenzin Nyidon

DHARAMSHALA, 12 gennaio: Un gruppo di quattro esperti di diritti umani delle Nazioni Unite ha espresso mercoledì preoccupazione critica per il sistema di collegio coloniale cinese nel Tibet occupato come politica di “acculturazione e assimilazione della cultura tibetana”.

Nelle 17 pagine dei Relatori speciali rilasciate alle autorità cinesi l'11 novembre, gli esperti dei diritti delle Nazioni Unite hanno categoricamente sottolineato l'azione oppressiva delle autorità cinesi contro il diritto all'istruzione, il diritto al credo religioso, i diritti culturali e altri diritti delle minoranze nei confronti dei tibetani . In particolare, evidenziando la loro grave preoccupazione per le scuole residenziali statali cinesi come parte della "campagna su larga scala delle autorità cinesi per assimilare la cultura e la lingua tibetana", nonché il "sostanziale aumento del numero di scuole residenziali che operano in Tibet e nel numero di bambini tibetani che vi abitano”.

La politica cinese di assimilazione culturale, affermano gli esperti, ha portato a conseguenze devastanti sull'istruzione e sui diritti linguistici in Tibet. La "politica etnica in una nuova era" di Xi Jinping ha costretto i tibetani ad abbandonare la loro lingua madre e ad adottare il cinese mandarino. Secondo un rapporto del 2021, “Separated from their Families, Hidden from the World” pubblicato da Istituto di azione tibetana, si stima che da 800,000 a 900,000 studenti tibetani di età compresa tra i sei ei diciotto anni siano costretti a frequentare questi vasti collegi statali.

Inoltre, le istituzioni educative private precedentemente approvate dal Partito-Stato sono costrette a chiudere o imporre l'istruzione Putonghua. Inoltre, queste scuole residenziali in Tibet sono state un elemento centrale dello sforzo sistematico del Partito Comunista Cinese per indebolire e infine eliminare l'identità tibetana. Fa parte di un tentativo di neutralizzare la resistenza tibetana al dominio cinese e una delle forme più brutali di pulizia etnica sponsorizzata dallo stato nel mondo, hanno affermato gli esperti.

Di conseguenza, i bambini tibetani che vivono in queste istituzioni statali sono separati dalle loro famiglie e comunità in tenera età, subendo una grave alienazione dalla loro cultura tradizionale e, quindi, sottoponendo questi bambini vulnerabili all'indottrinamento politico. Come hanno giustamente indicato gli esperti dei diritti delle Nazioni Unite, tale esperienza di un progetto di educazione coloniale “produce profondi e gravi impatti psicologici e sociali negativi su tali bambini, tra cui la perdita dei legami familiari, l'apatia, l'ansia, i disturbi dell'interazione, i sentimenti di solitudine, isolamento, alienazione, nostalgia di casa e altre forme di disagio fisico o emotivo”.

Il dottor Gyalo, lo studioso tibetano ed esperto di educazione che è stato testimone oculare di un sistema scolastico così repressivo, ha affermato che gli è stato vietato l'uso della lingua tibetana e, a causa di tale sistema, è fuggito Cina nel dicembre 2020. Lo studioso ha osservato che “le politiche del collegio coloniale del governo cinese sono progettate per includere completamente i tibetani nella cultura dell'occupante. In qualità di esperto di istruzione fuggito dal Tibet, ho lavorato per dare l'allarme su queste scuole residenziali e sull'impatto devastante che stanno avendo sul benessere di un'intera generazione di bambini tibetani. L'azione odierna di quattro esperti delle Nazioni Unite è disperatamente necessaria mentre raggiungiamo un punto critico per la protezione dello stile di vita tibetano".

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti