17.2 C
Bruxelles
Giovedi, settembre 28, 2023
ReligioneBahaiArresti e incitamento all'odio prendono di mira la minoranza baha'i nello Yemen

Arresti e incitamento all'odio prendono di mira la minoranza baha'i nello Yemen

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Notizie delle Nazioni Unite
Notizie delle Nazioni Unitehttps://www.un.org
Notizie delle Nazioni Unite - Storie create dai servizi di notizie delle Nazioni Unite.
[td_block_21 category_id="_more_author" limit="4" m16_el="0" m16_tl="15" custom_title="Altro dall'autore" block_template_id="td_block_template_17" speech_bubble_text_size="9" subtitle_text_size="12" header_color="#c6c6c6 " header_text_color="#000000"]

OHCHR ha detto che il 25 maggio, le forze di sicurezza ha preso d'assalto un incontro pacifico dei baha'i a Sana'a. Diciassette persone, tra cui cinque donne, sono state portate in un luogo sconosciuto e tutte, tranne una, sono ancora trattenute in incommunicado.

L'ufficio per i diritti delle Nazioni Unite ha esortato le autorità de facto Houthi a Sana'a a rilasciare immediatamente i detenuti.

Invito a uccidere

Il 2 giugno, secondo l'OHCHR, Shamseddin Sharafeddin, il Mufti nominato dai leader del movimento ribelle Houthi, ha accusato i baha'i detenuti di essere traditori e ha affermato che se non si pentono, “devono essere uccisi”.

Baha'i è una fede che sottolinea il valore di tutte le religioni sin dalla sua istituzione nel 19th secolo, secondo il sito web della comunità internazionale, inclusi “divini educatori” come Abramo, Mosè, Krishna, Gesù e il profeta Maometto.

Si stima che circa l'uno per cento della popolazione non musulmana dello Yemen aderisca alla fede.

I ribelli Houthi, che sono musulmani sciiti, controllano Sana'a dal 2014, come parte del conflitto di lunga data con le forze governative ufficialmente riconosciute e i loro alleati, per il pieno controllo del Paese.

Il sermone incitava a 'discriminazione e violenza'

Nel briefing del portavoce dell'OHCHR a Ginevra, Jeremy Laurence, ha condannato l'uso di "qualsiasi linguaggio che inciti alla discriminazione e alla violenza, in particolare contro le minoranze, e che spesso porti all'esilio forzato e allo sfollamento", oltre a violare il diritto internazionale.

“Ricordiamo alle autorità de facto di Sana'a che devono rispettare i diritti umani delle persone che vivono sotto il loro controllo”, ha aggiunto Laurence.

“I diritti umani garantiscono alle minoranze, tra l'altro, il diritto di professare e praticare la propria religione e la diritto a un processo equo davanti a un tribunale indipendente e imparziale”, ha proseguito.

Ha detto custodia cautelare “dovrebbe essere l'eccezione e dovrebbe essere utilizzato solo se ragionevole e necessario, sulla base di una valutazione individuale di ciascun caso.

Fonte

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -