7.9 C
Bruxelles
Domenica, Febbraio 25, 2024
NewsI leader dell'UE hanno adottato conclusioni sul Medio Oriente

I leader dell'UE hanno adottato conclusioni sul Medio Oriente

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Il primo giorno del Consiglio europeo Il 26 ottobre i leader dell’UE hanno adottato conclusioni sul Medio Oriente.

Hanno ribadito la loro condanna del brutale attacco terroristico di Hamas e la loro più grave preoccupazione per il deterioramento della situazione umanitaria a Gaza.

Alla luce del brutale e indiscriminato attacco terroristico di Hamas contro Israele e delle tragiche scene che si stanno verificando nella Striscia di Gaza, i leader dell’UE esaminato lo stato dei lavori e diversi filoni di azione, compresi sforzi concertati per assistere i cittadini dell’UE.

Facendo seguito alla dichiarazione rilasciata il 15 ottobre 2023 e alla riunione straordinaria del Consiglio europeo tenutasi due giorni dopo, hanno inoltre riaffermato quanto segue:

  • condanna di Hamas nei termini più forti possibili
  • riconoscimento dei diritti di Israele difendersi in linea con il diritto internazionale e il diritto internazionale umanitario
  • invitiamo Hamas a farlo immediatamente liberare tutti gli ostaggi senza alcuna precondizione

I leader hanno sottolineato l'importanza di garantire in ogni momento la protezione di tutti i civili. Hanno inoltre espresso la loro grave preoccupazione riguardo al deterioramento della situazione umanitaria a Gaza e ha chiesto un accesso umanitario continuo, rapido, sicuro e senza ostacoli e aiuti per raggiungere coloro che ne hanno bisogno, anche attraverso corridoi e pause umanitarie per bisogni umanitari.

I leader hanno sottolineato che l'UE collaborerà con i partner della regione per:

  • proteggere i civili
  • garantire che l’assistenza non venga abusata da organizzazioni terroristiche
  • facilitare l’accesso al cibo, all’acqua, alle cure mediche, al carburante e al riparo

evitare un’escalation regionale, i leader hanno sottolineato la necessità di impegnarsi con i partner della regione, compresa l’Autorità Palestinese. Hanno inoltre espresso il loro sostegno a una soluzione a due Stati e hanno accolto con favore le iniziative diplomatiche, compreso il sostegno all’imminente svolgimento di una conferenza internazionale di pace.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -