5.6 C
Bruxelles
Domenica, Febbraio 25, 2024
Pubblica AmministrazioneNazioni uniteIl diritto umano al cibo ha bisogno di “massicci investimenti”: Guterres

Il diritto umano al cibo ha bisogno di “massicci investimenti”: Guterres

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Notizie delle Nazioni Unite
Notizie delle Nazioni Unitehttps://www.un.org
Notizie delle Nazioni Unite - Storie create dai servizi di notizie delle Nazioni Unite.

Intervenendo lunedì a Roma all’organismo sostenuto dalle Nazioni Unite, António Guterres ha sottolineato che la sessione si è svolta “in un momento di crisi per la sicurezza alimentare globale” e ha fornito alcune statistiche che fanno riflettere. 

“L’anno scorso, 735 milioni di persone soffrivano la fame. Oltre 3 miliardi di persone non possono permettersi una dieta sana”, ha affermato il Segretario generale un video messaggio, aggiungendo che “stiamo regredendo rispetto al nostro obiettivo di eliminare la fame entro il 2030”.

Ha sottolineato che la fame e la malnutrizione non sono solo problemi ma violazioni dei diritti umani “su scala epica”, dipingendo un quadro vivido delle terribili conseguenze della crisi in atto.

“Quando il cibo nutriente è fuori portata a causa dei costi o della geografia; quando i corpi vengono divorati dalla fame; quando i genitori guardano impotenti mentre i loro figli soffrono e addirittura muoiono per mancanza di cibo”, questo non è altro che “una tragedia umana – una catastrofe morale – e un oltraggio globale”, ha affermato Guterres.

Tutto sull'accesso

Il Segretario Generale ha chiarito che il mondo ha le risorse per affrontare questa crisi. “C’è cibo più che sufficiente per tutti. E risorse più che sufficienti per garantire che ogni persona sul pianeta abbia abbastanza da mangiare”.

Ha sottolineato il ruolo dei governi nel garantire l’accesso al cibo nutriente, affermando che, sebbene abbiano la responsabilità di fornirlo, molti governi non hanno le risorse per farlo.

António Guterres ha chiesto un’efficace solidarietà internazionale per trasformare i sistemi alimentari per tutte le persone.

Per questo, ha spiegato il capo delle Nazioni Unite, sono essenziali massicci investimenti, innovazione, scienza e tecnologia, per costruire “sistemi alimentari sostenibili in armonia con la natura e affrontare la crisi climatica”. 

Think tank sull’approvvigionamento alimentare

Ha elogiato il lavoro del CFS – che comprende personale dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) e del Programma alimentare mondiale (Il PAM) – sottolineandone l'importanza nella ricerca di soluzioni.

“Il lavoro del vostro Comitato è fondamentale per questo processo. Dalla rivisitazione dei sistemi agroalimentari, al potenziamento della raccolta e dell’utilizzo dei dati, al garantire che i bisogni delle donne e delle ragazze siano al centro di tutto ciò che facciamo”.

Il Segretario Generale ha implorato il mondo di dare priorità a questo diritto umano fondamentale: “Diamo al diritto umano fondamentale al cibo gli investimenti e l’azione urgente che merita”.

Istituito nel 1974, il Comitato per la sicurezza alimentare mondiale è stato riformato nel 2009 per diventare una piattaforma internazionale e intergovernativa inclusiva incaricata di garantire la sicurezza alimentare e la nutrizione per tutti.

Fonte

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -