18.9 C
Bruxelles
Tuesday, July 16, 2024
ReligioneCristianesimoSeparazione dai Gentili: il Grande Esodo

Separazione dai Gentili: il Grande Esodo

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Autore ospite
Autore ospite
Guest Author pubblica articoli di contributori da tutto il mondo

Di Sant'Ireneo di Lione

1. Quelli che rimproverano il fatto che prima dell'esodo, per ordine di Dio, il popolo prese dagli Egiziani vasi di ogni genere e vesti e così partì (con queste cose), da cui era stato ricavato il tabernacolo nel deserto, poi si incolpano ignorando le giustificazioni di Dio e i suoi ordini, come dice anche il presbitero. Infatti, se Dio non si fosse degnato di fare questo nell'esodo rappresentativo, allora nessuno ora potrebbe essere salvato nel nostro vero esodo, cioè nella fede nella quale stiamo e attraverso la quale siamo stati separati dai pagani. Poiché tutti apparteniamo a una piccola o a una grande proprietà, che abbiamo acquisito “da un mammona di ingiustizia”. Da dove prendiamo infatti le case in cui abitiamo, gli abiti con cui ci copriamo, i vasi con cui ci serviamo e tutto il resto necessario per la nostra vita quotidiana, se non da ciò che, essendo pagani, abbiamo acquisito da noi stessi? avidità o ricevuto dai nostri genitori pagani? , parenti o amici, avendolo acquisito attraverso la menzogna? – Non dico che lo guadagniamo ora che siamo diventati credenti. Per chi vende e non vuole trarre profitto dall'acquirente? E chi compra e non vuole. acquistare con profitto qualcosa da un venditore? Quale industriale fa il suo mestiere non per mangiarlo? E i credenti che stanno alla corte reale non utilizzano forse i beni dei beni di Cesare, e ciascuno di loro, secondo le sue possibilità, non provvede ai poveri? Gli egiziani erano in debito con il popolo (ebrea), secondo l'antica bontà del patriarca Giuseppe, non solo con le loro proprietà, ma anche con la loro vita; e cosa ci devono i pagani, dai quali riceviamo sia profitti che benefici? Ciò che essi acquisiscono con difficoltà, noi credenti lo usiamo senza difficoltà.

2. Fino a quel momento il popolo degli Egiziani viveva nella più atroce schiavitù, come dice la Scrittura: «Gli Egiziani fecero una grande violenza contro i figli d'Israele e resero loro odiosa la vita con il duro lavoro, producendo argilla e fango. , e tutto il lavoro dei campi e ogni specie di lavoro, con i quali opprimevano grandemente la loro”; Costruirono per loro città fortificate, lavorarono duramente e aumentarono la loro ricchezza nel corso di molti anni e ogni tipo di schiavitù, sebbene non solo non fossero loro grati, ma volessero anche distruggerle tutte. Che ingiustizia è stata fatta se hanno preso poco da molto? e quando avremmo potuto avere una grande ricchezza, se non fossimo stati in schiavitù e fossimo diventati ricchi, non avessimo ricevuto una ricompensa minima per la nostra grande schiavitù e fossimo usciti poveri? Come se qualcuno libero, portato via con la forza da un altro, lo servisse per molti anni e aumentasse la sua ricchezza, e poi ricevesse qualche indennità e, apparentemente, avesse qualcosa dalla sua ricchezza, ma in realtà, dalle sue numerose fatiche e dalla sua grande acquisizione, prese poco e se ne andò, e qualcuno gliene avrebbe fatto una colpa, come se avesse agito ingiustamente; allora il giudice stesso sembrerà piuttosto ingiusto nei confronti di colui che è stato portato con la forza in schiavitù. Tali sono anche coloro che accusano coloro che hanno preso poco dal molto, e non biasimano coloro stessi che non hanno reso la dovuta gratitudine per i meriti dei loro genitori, e anzi li hanno ridotti nella più grave schiavitù, e hanno ricevuto da loro il massimo beneficio. loro. Questi (accusatori) dicono che (gli Israeliti) hanno agito ingiustamente, prendendo per le loro fatiche, come ho detto, oro e argento non coniato in alcuni vasi, e di loro stessi dicono che – dobbiamo dire la verità, anche se questo può sembrare divertente per alcuni – agiscono giustamente quando, per le fatiche degli altri, portano nelle loro borse oro, argento e rame coniati con l’iscrizione e l’immagine di Cesare.

3. Se facciamo un paragone tra noi e loro, allora chi riceverà più giustamente: il popolo (Israele) dagli egiziani, che erano loro debitori in tutto, o noi dai romani e da altre nazioni che non ci devono nulla? E il mondo gode di pace grazie a loro (i romani), e noi percorriamo le strade senza paura e navighiamo dove vogliamo. Contro queste persone, saranno molto utili le parole del Signore: “Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi vedrai (come) togliere la pagliuzza dall'occhio di tuo fratello”. Infatti, se colui che vi accusa di questo e si vanta della sua scienza, si separasse dalla società dei pagani e non avesse nulla di estraneo, ma fosse letteralmente nudo e con i piedi nudi e vivesse senza tetto su una montagna, come un animale che mangia erbe aromatiche, quindi merita clemenza perché non conosce le esigenze della nostra comunità. Se usa ciò che la gente chiama straniero e (allo stesso tempo) ne condanna il prototipo, allora si mostra molto ingiusto e rivolge tale accusa contro se stesso. Perché si troverà a portare con sé qualcosa che non è suo e a desiderare ciò che non è suo; ed è per questo che il Signore ha detto: "Non giudicate, per non essere giudicato, poiché con il giudizio che giudicate, sarete giudicati". Non che non puniamo coloro che peccano o approvano azioni malvagie, ma che non condanniamo ingiustamente gli ordini di Dio, poiché Egli si preoccupa giustamente (^di tutto ciò che servirà al bene. Poiché, poiché sapeva che avremmo fare buon uso dei nostri beni che dobbiamo ricevere da un altro, dice: "Chi ha due vestiti, dallo ai poveri, e chi ha da mangiare, faccia lo stesso. E: "Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare; ero nudo e mi avete vestito." E: "Quando fai l'elemosina, non sappia la tua mano sinistra quello che fa la tua destra." E ci riveliamo giusti quando compiamo qualsiasi bene, come se riscattare il nostro dalle mani altrui: dico “dalle mani altrui” non nel senso che il mondo sarebbe estraneo a Dio, ma perché riceviamo doni di questo tipo da altri, come quelli (israeliti) dagli egiziani che lo fecero non conosciamo Dio – e proprio per questo costruiamo la dimora di Dio in noi stessi, perché Dio abita in coloro che fanno il bene, come dice il Signore: “Fatti amici con ricchezze ingiuste, affinché quando fuggirai, ti accogliervi in ​​dimore eterne”. Per ciò che abbiamo acquisito con l'ingiustizia quando eravamo pagani, divenuti credenti, ci rivolgiamo al beneficio del Signore e siamo giustificati.

4. Quindi, questo era necessario prima di tutto tenerlo presente durante quell'azione di trasformazione, e da quelle cose è costruito il tabernacolo di Dio, perché coloro (gli israeliti) ricevettero giustamente, come ho mostrato, e in loro eravamo prefigurati noi, che allora dovevano servire Dio attraverso le cose degli altri «Infatti tutto il corteo del popolo proveniente dall'Egitto, secondo la dispensazione di Dio, era tipo e immagine dell'origine della Chiesa, che doveva provenire dai pagani, e quindi Lui al fine (dei tempi) la fa uscire di qui nella sua eredità, che non Mosè il servo di Dio, ma Gesù, il Figlio di Dio, dà in eredità. E se qualcuno osserva più da vicino le parole dei profeti sulla fine e ciò che vide il discepolo di Giovanni il Signore nella rivelazione, troverà che le nazioni accetteranno in generale le stesse piaghe che allora colpirono l’Egitto pezzo per pezzo.

Fonte: Sant'Ireneo di Lione. 5 libri contro le eresie. Libro 4. cap. 30.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -