19.2 C
Bruxelles
Monday, May 20, 2024
DifesaLa Francia per la prima volta ha concesso asilo a un russo fuggito...

La Francia per la prima volta ha concesso asilo a un russo fuggito dalla mobilitazione

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

La Corte nazionale francese per l'asilo (CNDA) ha deciso per la prima volta di concedere l'asilo a un cittadino russo minacciato di mobilitazione in patria, scrive “Kommersant”.

Il russo, il cui nome non è stato rilasciato, è andato in tribunale dopo che gli era stato rifiutato l'asilo dall'Ufficio francese per la protezione dei rifugiati e degli apolidi (OFPRA).

L'anno scorso, dopo essere stato rifiutato dall'OFPRA, il 27enne russo si è rivolto al tribunale, ma la corte ha ritenuto le sue argomentazioni poco convincenti.

Questa volta, l'esistenza di un mandato di comparizione notificato al russo ha aiutato a convincere la corte, ha detto a Kommersant l'avvocato Yulia Yamova. Secondo lei, i giudici erano convinti che un laureato di un'università russa, iscritto alla riserva dopo essersi diplomato al dipartimento militare, potesse effettivamente essere chiamato a partecipare alle operazioni militari.

"Per molto tempo, le autorità francesi non potevano credere che una persona che non aveva mai prestato servizio nell'esercito e non aveva seguito un addestramento adeguato fosse soggetta alla coscrizione e inviata al fronte", ha detto Yamova.

L'avvocato ha aggiunto che questa volta il tribunale francese ha tenuto conto anche delle opinioni di esperti che ritengono che la campagna di reclutamento nell'ambito della “mobilitazione parziale” sia stata condotta nel 2022 con numerose violazioni della legge: “Ad esempio, in forma formale non -in tempo di guerra, non era previsto il diritto al servizio civile alternativo.

Secondo Yamova, dopo l'introduzione delle citazioni elettroniche in Russia, in Francia sarà più facile dimostrare in tribunale l'esistenza di una minaccia di mobilitazione: coloro che desiderano ricevere asilo come prova del servizio militare dovranno solo avere una copia elettronica del documento. il mandato di comparizione negli uffici statali.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -