13.5 C
Bruxelles
Sabato, Maggio 25, 2024
Contenitori per alimenti e bevandeIl caffè mattutino aumenta i livelli di questo ormone

Il caffè mattutino aumenta i livelli di questo ormone

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

La gastroenterologa russa Dr. Dilyara Lebedeva afferma che il caffè mattutino può provocare un aumento di un ormone: il cortisolo. I danni derivanti dalla caffeina, come ha notato il medico, provocano la stimolazione del sistema nervoso. Tale stimolazione può diventare un problema. “Ciò minaccia un picco costante di cortisolo, che può portare a stress cronico e insufficienza surrenalica. Inoltre, questa stimolazione non durerà a lungo”, spiega il medico. Per “caricare meno” le ghiandole surrenali, la dottoressa Lebedeva consiglia di bere il caffè durante il giorno, quando sono al massimo dell'attività. Le persone con disturbi nervosi farebbero meglio a rinunciare completamente alla bevanda.

Il medico aggiunge che la caffeina ha un effetto diuretico, cioè favorisce l'eliminazione dei liquidi. Pertanto, una tazza di caffè mattutina “avvia il processo di disidratazione”. Se non potete iniziare la giornata senza questa bevanda, bevete acqua extra naturale, consiglia lo specialista. "Se compensi la letargia e l'apatia con dosi di caffeina, pensa a questo: forse è meglio trovare la causa di questa condizione piuttosto che rinvigorire artificialmente il corpo", afferma la dottoressa Lebedeva. Livelli elevati di cortisolo, che è un ormone dello stress, possono includere i seguenti sintomi: periodi frequenti e prolungati di irrequietezza e ansia; Problemi di sonno, tra cui insonnia e risvegli notturni; Peggioramento dell'umore, irritabilità e sensazione di tensione. Stanchezza e sensazione di costante esaurimento. Aumento dell'appetito e del desiderio di mangiare cibi dannosi; Problemi digestivi, inclusi bruciore di stomaco, stitichezza o diarrea; Deterioramento della memoria e della concentrazione. Maggiore sensibilità al dolore; Aumento della frequenza cardiaca e aumento della pressione sanguigna; Deterioramento della funzione immunitaria e aumento della suscettibilità alle infezioni.

“Per coloro che hanno malattie del tratto gastrointestinale, del sistema cardiovascolare, che soffrono di ipertensione, insonnia e malattie del sistema nervoso, la bevanda non è consigliata. Le donne incinte non possono bere più di un bicchiere al giorno. Per le persone con disturbi mentali, la bevanda è dannosa perché può causare ansia, agitazione nervosa e persino attacchi di panico. «Ci ​​sono abbastanza opzioni alternative, puoi trovare qualcosa di tuo gusto. In ogni caso, prima dell'uso, è necessario consultare un medico o studiare tutte le controindicazioni”, afferma lo specialista.

Tè verde: questa bevanda contiene meno caffeina del caffè. È anche ricco di catechine antiossidanti, che hanno un effetto benefico sul cervello.

Cacao: solo una tazza di questa bevanda può aumentare il flusso sanguigno al cervello, facilitare la risoluzione di problemi mentali complessi e ridurre l'affaticamento.

Tè alla menta piperita: il mentolo contenuto nella menta piperita agisce su vari recettori cerebrali, ha un buon effetto nel risolvere problemi mentali complessi e aiuta a combattere la stanchezza.

illustrativo Foto di Viktoria Alipatova: https://www.pexels.com/photo/person-sitting-near-table-with-teacups-and-plates-2074130/

Importante: le informazioni vengono fornite solo a scopo di riferimento. Consultare uno specialista sulle controindicazioni e sugli effetti collaterali e in nessun caso automedicare. Ai primi segni di malattia, consultare un medico.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -