18 C
Bruxelles
Thursday, June 13, 2024
ReligioneCristianesimoIl Papa ha nuovamente invitato alla pace attraverso i negoziati

Il Papa ha nuovamente invitato alla pace attraverso i negoziati

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Gastone de Persigny
Gastone de Persigny
Gaston de Persigny - Reporter a The European Times Notizie

Non dobbiamo mai dimenticare che la guerra porta invariabilmente alla sconfitta, ha osservato il Santo Padre

Durante l'udienza generale settimanale in Piazza San Pietro, Papa Francesco ha nuovamente chiesto la pace negoziata e ha condannato i sanguinosi conflitti in Ucraina e Gaza, ha riferito Reuters. L'agenzia rileva che il papa ha nuovamente abbreviato le sue apparizioni pubbliche a causa di problemi di salute.

“Non dobbiamo mai dimenticare che la guerra porta inevitabilmente alla sconfitta, non possiamo continuare a vivere in guerra, dobbiamo fare ogni sforzo per mediare, per negoziare la fine della guerra, preghiamo per questo”, ha affermato il Santo Padre in una breve dichiarazione al termine dell’udienza, in cui ha menzionato l’Ucraina “martirizzata” e il conflitto israelo-palestinese.

Francis, 87 anni, che ha problemi di mobilità e ha sofferto di raffreddore e bronchite nelle ultime settimane, anche in questo caso non ha letto la maggior parte del discorso preparato per il pubblico, ha osservato la Reuters. Ha delegato questo compito a un assistente e ha detto ai fedeli che era ancora costretto a limitare il suo parlare in pubblico.

All’inizio di questo mese, Francesco ha suscitato polemiche dopo aver affermato in un’intervista alla televisione pubblica svizzera che l’Ucraina dovrebbe “avere il coraggio di sventolare bandiera bianca” e avviare i negoziati con la Russia.

Il suo vice, il cardinale Pietro Parolin, ha poi precisato che la Russia deve prima fermare la sua aggressione, ricorda la Reuters.

Foto illustrativa: Caino e Abele

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -