16 C
Bruxelles
Sabato, Maggio 18, 2024
EuropaDiscarico: i deputati approvano il bilancio dell'UE per il 2022

Discarico: i deputati approvano il bilancio dell'UE per il 2022

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Edicola
Edicolahttps://europeantimes.news
The European Times Le notizie mirano a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Giovedì il Parlamento europeo ha concesso il discarico alla Commissione, a tutte le agenzie decentrate e ai fondi di sviluppo.

Il discarico annuale è una parte cruciale del ruolo di controllo di bilancio del Parlamento. Il suo scopo è quello di ritenere le istituzioni dell’UE responsabili della spesa del bilancio dell’UE secondo le regole dell’UE, i principi di sana gestione finanziaria e le priorità politiche dell’UE. Nel loro processo di esame, i deputati tengono conto del relazione annuale pubblicata dalla Corte dei conti dell'UE.

Il Parlamento può decidere di concedere, rinviare o respingere il discarico per ciascuna istituzione e organo dell'UE.

Con oltre il 95% della spesa dell'UE gestita dalla Commissione europea, i deputati in generale approvano la sua gestione di bilancio (con 438 voti a favore, 167 contrari e 5 astensioni), ma criticano l'elevato tasso di errore nella spesa per il 2022. Questa percentuale è salita al 4.2%, rispetto al 3% nel 2021 e al 2.7% nel 2020, spingendo i deputati a mettere in guardia dal sottovalutare il livello di rischio.

Allo stesso modo, gli impegni ancora da liquidare dell’UE nel 2022 hanno raggiunto un livello record (450 miliardi di euro, in gran parte grazie al pacchetto NextGenerationEU). Sono inoltre preoccupati per i sistemi di rendicontazione e controllo degli Stati membri per i fondi di ripresa e resilienza dell’UE e mettono in guardia dal rischio che rappresentano per gli interessi finanziari dell’UE.

Nella risoluzione che accompagna la decisione di discarico, gli eurodeputati deplorano la “contraddizione politica” nell'esborso dei fondi precedentemente sospesi all'Ungheria in cambio del suo appoggio agli aiuti all'Ucraina. Mettono in guardia la Commissione dal “annacquare” gli obiettivi climatici dell’UE e chiedono di accelerare il ritmo degli investimenti, sottolineando che nel 2022 l’Unione Europea non è riuscita a raggiungere l’efficienza necessaria per raggiungere gli obiettivi fissati per il 2030, 2040 e 2050.

Uso improprio dei fondi UE da parte di Hamas e diversificazione degli aiuti UE alla Palestina

Con 305 voti a favore, 245 contrari e 44 astensioni i deputati hanno adottato un emendamento che esprime preoccupazione per "rapporti credibili" secondo cui i fondi dell'UE "potrebbero essere stati parzialmente utilizzati in modo improprio" da Hamas e che il personale dell'UNWRA potrebbe essere stato coinvolto in atti terroristici. diversificare i destinatari del sostegno dell’UE ai civili palestinesi e includere l’OMS, l’UNICEF e la Mezzaluna Rossa. Esortano inoltre la Commissione a garantire controlli indipendenti dell'UNRWA.

Presunto uso improprio dei fondi UE legato al Covid-19

Il Parlamento esprime inoltre preoccupazione per il presunto uso improprio, legato al Covid-19, dei fondi dell’Unione europea in Spagna e Repubblica ceca per l’acquisto di attrezzature mediche ed esorta la Commissione a fare affidamento su revisori esterni in caso di “grave mancanza di capacità in uno Stato membro”. e chiedono audit ex post approfonditi per tutti gli appalti aggiudicati senza appalti. Indicano inoltre un'altra presunta frode recentemente scoperta in Portogallo che coinvolge i fondi europei di sviluppo regionale.

Processo di nomina del nuovo inviato per le PMI dell'UE

In un emendamento adottato con 382 voti a favore, 144 contrari e 80 astensioni, i deputati criticano il processo politicizzato di nomina dell'inviato per le PMI dell'UE "nonostante sia stato surclassato (...) dalle due restanti candidate donne provenienti da Stati membri sottorappresentati", e chi è un eurodeputato uscente del “partito politico tedesco della presidente von der Leyen”. Chiedono alla Commissione di selezionare un nuovo candidato utilizzando un “processo veramente trasparente e aperto”.

Quote

“Il bilancio è lo strumento più efficace per realizzare le nostre priorità politiche, migliorare la vita dei cittadini e agire di fronte a crisi di ogni tipo. Per questo motivo deve essere tutelato con tutti i mezzi da qualsiasi utilizzo irregolare, che si tratti di errori o comportamenti fraudolenti”, relatore Isabel Garcia Muñoz (S&D, Spagna) ha detto. “Abbiamo bisogno di maggiore semplificazione e flessibilità, senza indebolire i controlli, di misure per migliorare l’assorbimento dei fondi e di fare progressi nella digitalizzazione per migliorare la gestione dei fondi europei e combattere più efficacemente la frode e la corruzione”, ha concluso.

Ascoltare il dibattito in plenaria mercoledì sera che ha preceduto la votazione.

Consiglio

I deputati hanno deciso (con 515 voti favorevoli, 62 contrari e 20 astensioni) di rinviare il voto sul discarico del Consiglio alla prossima plenaria, in attesa della decisione degli Stati membri di dotare l'Ucraina di sistemi di protezione missilistica.

Trova qui i risultati delle votazioni su tutte le decisioni di discarico per ogni istituzione e agenzia dell'UE.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -