9.4 C
Bruxelles
Martedì, 28, 2024
AfricaSicurezza marittima: l'UE diventerà osservatore del Codice di...

Sicurezza marittima: l'UE diventerà un osservatore del codice di condotta di Gibuti/emendamento di Jeddah

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Edicola
Edicolahttps://europeantimes.news
The European Times Le notizie mirano a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

L'UE diventerà presto un "amico" (cioè osservatore) del Codice di condotta di Gibuti/Emendamento di Jeddah, un quadro di cooperazione regionale per contrastare la pirateria, le rapine a mano armata, il traffico di esseri umani e altre attività marittime illegali nell'Oceano Indiano nordoccidentale, compreso il Golfo di Aden e il Mar Rosso.

Oggi il Consiglio ha deciso formalmente di accettare l'invito del segretariato del codice di condotta di Gibuti/emendamento di Jeddah. Diventando "amica" del codice di condotta di Gibuti/emendamento di Jeddah, l'UE segnala il suo forte sostegno a un'efficace architettura di sicurezza marittima regionale, rafforzando al tempo stesso la sua presenza e il suo impegno come fornitore globale di sicurezza marittima nella lotta contro le attività illegali in mare. 

L’Oceano Indiano nordoccidentale è uno dei centri di crescita economica più dinamici del mondo. Dato che l'80% del commercio mondiale passa attraverso l'Oceano Indiano, è fondamentale garantire la libertà di navigazione e proteggere la sicurezza e gli interessi dell'UE e dei suoi partner.

sfondo

Il Codice di condotta di Gibuti/Emendamento di Jeddah è stato firmato nel 2017 da 17 Stati firmatari nell'Oceano Indiano nordoccidentale per promuovere la cooperazione regionale e rafforzare la capacità degli Stati firmatari di contrastare le crescenti minacce alla sicurezza marittima nel Golfo di Aden e nel Mar Rosso . L’UE è da lungo tempo un partner per la sicurezza marittima nella regione.

Dal 2008 l’operazione EUNAVFOR Atalanta lotta contro la pirateria. Più recentemente, con il lancio di EUNAVFOR Aspides, l’UE sta proteggendo le navi mercantili che attraversano il Mar Rosso.

Parallelamente, l’UE conduce missioni di rafforzamento delle capacità, come EUCAP Somalia, EUTM Somalia e EUTM Mozambico, nonché progetti per la sicurezza marittima come CRIMARIO II e EC SAFE SEAS AFRICA.

Nel 2022 il Consiglio ha adottato conclusioni sull'avvio del concetto di presenze marittime coordinate nell'Oceano Indiano nordoccidentale, un quadro per un ruolo rafforzato dell'UE quale garante della sicurezza marittima nella regione e per la cooperazione con gli Stati costieri e le organizzazioni regionali per la sicurezza marittima .

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -