13.4 C
Bruxelles
Venerdì, giugno 14, 2024
AfricaMali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il bene...

Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Di Murielle Gemis e Mariam Traoré – 11 maggio 2024

63 giovani attivisti, di età compresa tra 18 e 25 anni, 28 donne e 35 uomini, si sono riuniti per una sessione di formazione sui diritti umani e il buon governo a partire da dicembre in onore dell'anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948.

Dall'11 al 13 dicembre 2023, presso l'AZALAI Grand Hôtel di Bamako, si è svolta un'iniziativa educativa, incentrata sui diritti umani e sul buon governo, per commemorare l'anniversario della Carta dei diritti umani del 1948. Organizzata per 63 partecipanti di età compresa tra i 18 ei 25 anni, questa sessione di formazione di tre giorni ha visto la presenza di diverse figure chiave.

I risultati di questa formazione, presentati mercoledì 1 maggio alla Sig.ra Galatée Fouquet, Responsabile della Cooperazione presso l'Ambasciata del Lussemburgo, evidenziano una profonda conoscenza della materia e un maggiore coinvolgimento in diverse organizzazioni, dimostrando la volontà di questi giovani di applicare questa conoscenza nella loro vita quotidiana e nelle loro comunità.

immagine 16 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo
Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo 8

Riflessione sulla formazione: incontri per il cambiamento

immagine 3 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo

Tra i partner e leader educativi di questo evento, il Sig. Kabine DOUMBIA, presidente della ONG ASRAD Mali, e la Sig.ra Marie Anne MARX, rappresentante dell'Ambasciata del Lussemburgo, hanno svolto un ruolo chiave come sostenitori e facilitatori di questa iniziativa. Le sessioni di formazione sono state condotte da esperti, tra cui la Sig.ra Murielle GEMIS, assistente professore in scienze dell'educazione in Belgio, e la Dott.ssa Souleymane SACKO, professoressa universitaria in Mali, specializzata in Internazionale Strategia. Inoltre, in questo contesto, strumenti forniti dal partner umanitario Gioventù per i Diritti Umani Internazionale sono stati gentilmente utilizzati. Inoltre, diverse personalità politiche hanno sostenuto questa iniziativa educativa incentrata sui diritti umani e sul buon governo partecipando alle sue sessioni inaugurali.

immagine 4 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo
Sig. Hamidou Dao, magistrato rappresentante del Ministro della Giustizia e dei Diritti Umani, Guardasigilli,
immagine 8 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo
Sig.ra Aw Kadiatou, Capo di Gabinetto del Ministro della Gioventù e dello Sport, responsabile dell'educazione civica e della costruzione dei cittadini

Questa sessione di tre giorni è stata strutturata attorno a moduli specifici. Questi moduli hanno coperto vari aspetti che vanno dalle dinamiche dei diritti umani (LRH), chiarendo i termini e i principi dei diritti umani, all'analisi dei sistemi di governance e delle sfide da superare. I partecipanti sono stati incoraggiati a condividere le loro esperienze, arricchendo le discussioni e rafforzando il loro impegno verso queste cause essenziali. Le sessioni interattive sono state integrate da esercizi pratici, tra cui simulazioni e giochi di ruolo, che hanno consentito ai partecipanti di sviluppare le proprie capacità di advocacy e di difesa dei diritti. Inoltre, sono stati condivisi strumenti e risorse per facilitare l’integrazione dei principi dei diritti umani nelle loro azioni quotidiane.

immagine 12 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo
La signora Murielle GEMIS e il dottor Souleiman SACKO, un'alleanza belga-maliana.

Prospettive dei partecipanti e sfide future

Per valutare il raggiungimento degli obiettivi prefissati è stata condotta un’indagine di follow-up. Ha rivelato una profonda comprensione delle conoscenze acquisite e un maggiore coinvolgimento in varie organizzazioni come “Segretario per le relazioni del collettivo dei laureati disabili” o “Consigliere del segretario generale del Club UNESCO dell’IUG”. Come altro esempio, alcuni partecipanti hanno testimoniato l'impatto della formazione sul loro comportamento personale e professionale. Uno di loro ha affermato: “Inizialmente ho applicato coscienziosamente le conoscenze acquisite attraverso il mio comportamento. Mi ha dato l’idea di pensare sempre prima di agire nel massimo rispetto dei diritti umani per non penalizzare gli altri”. Inoltre, alcuni partecipanti hanno intrapreso iniziative concrete per sensibilizzare la propria comunità. Ad esempio, uno ha affermato: “Ho lanciato una campagna digitale per sensibilizzare l’opinione pubblica sul rispetto dei diritti umani”. Un altro ha menzionato il fatto di parlare a favore del pubblico più vulnerabile: “Attraverso la difesa delle autorità. Partecipazione a programmi televisivi e radiofonici, in particolare TV JOLIBA, per affrontare i problemi che affliggono le persone disabili in Mali. Queste diverse testimonianze evidenziano l'impatto positivo della formazione sui partecipanti e la loro volontà di applicare le conoscenze acquisite nella loro vita quotidiana e nel coinvolgimento della comunità. Riflettono anche la necessità espressa dai partecipanti di ulteriore sostegno, in particolare in termini di formazione supplementare e risorse finanziarie. “Dobbiamo raddoppiare gli sforzi nei settori dell’istruzione e dell’assistenza sociale, senza dimenticare le risorse finanziarie, al fine di espandere le opportunità di formazione e i club per difendere i diritti umani e il buon governo”. Ciò sottolinea la continua importanza di questa iniziativa educativa nel migliorare la capacità di azione dei cittadini nel campo dei diritti umani e del buon governo.

immagine 13 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo
Coinvolgimento dinamico durante l'esercizio di advocacy durante tutta la formazione

Conclusione: verso una cittadinanza impegnata

La conclusione di questa indagine evidenzia l’impatto significativo di una formazione sui diritti umani e sulla buona governance sull’impegno civico. I risultati indicano un notevole aumento del coinvolgimento dei partecipanti nelle organizzazioni dopo la formazione, in particolare in posizioni chiave legate alla tutela dei diritti umani. Ciò riflette un accresciuto senso di responsabilità nella promozione e nella difesa dei diritti umani all’interno della società. Inoltre, le risposte dei partecipanti rivelano una profonda comprensione dei diritti umani e dei concetti di buon governo, nonché la capacità di applicarli in vari contesti della vita quotidiana e dell'impegno nella comunità. Questa appropriazione della conoscenza si traduce in azioni concrete di sensibilizzazione, educazione e advocacy, dimostrando un genuino desiderio di contribuire al cambiamento sociale e politico verso una società più giusta e rispettosa. Inoltre, le esigenze espresse dai partecipanti per un sostegno aggiuntivo sottolineano l’importanza di continuare a fornire opportunità di formazione e risorse materiali e finanziarie per migliorare la loro capacità di azione nel campo dei diritti umani e del buon governo. Queste conclusioni evidenziano il ruolo cruciale della formazione nell’emancipazione dei cittadini e nella promozione di una cittadinanza attiva e impegnata all’interno della società.

immagine 14 Mali: risultati 5 mesi dopo una formazione sui diritti umani e il buon governo
Perché i Diritti Umani sono per noi, per te, per me!

Pertanto, questo rapporto testimonia l'impatto positivo di questa formazione sui partecipanti, 63 giovani provenienti da diverse regioni del Mali. Rafforzando le loro conoscenze e competenze, questa iniziativa educativa contribuisce a formare una nuova generazione impegnata e responsabile nei confronti dell’umanità e delle sue differenze, con particolare attenzione alla pace e alla disponibilità a lottare per un mondo in cui i diritti umani siano rispettati e protetti.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -