13.9 C
Bruxelles
Domenica, luglio 14, 2024
InternazionaleLe scarpe dei bambini lasciate indietro illustrano il caos della fuga da Khan Younis: operatori umanitari delle Nazioni Unite

Le scarpe dei bambini lasciate indietro illustrano il caos della fuga da Khan Younis: operatori umanitari delle Nazioni Unite

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

Notizie delle Nazioni Unite
Notizie delle Nazioni Unitehttps://www.un.org
Notizie delle Nazioni Unite - Storie create dai servizi di notizie delle Nazioni Unite.

L'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, UNRWA, ha raggiunto nel fine settimana una delle sue scuole ormai abbandonate a Khan Younis, dove migliaia di persone sembravano essere andate via da un momento all'altro, temendo ulteriori intensi bombardamenti israeliani.

“Si riparavano qui nel cortile della scuola, dentro le aule, sfruttando tutto lo spazio esterno. Adesso non c'è più niente. Tutti sono evacuati molto rapidamente," disse UNRWA l'ufficiale delle comunicazioni Louise Wateridge. 

Scrivendo in un post sui social media su X che le scarpe dei bambini abbandonate erano “ovunque” nella scuola, l'ufficiale dell'UNRWA ha anche indicato macerie e blocchi di cemento frantumati caduti dal tetto dopo un colpo diretto.

Vite sconvolte

“Non c'è nessuno qui adesso, ma puoi vedere quanto velocemente la gente se ne è andata. Ci sono scarpe sul pavimento, ci sono spazzole per capelli, spazzolini da denti, persino pezzetti di cibo appena lasciati lì", ha detto la signora Wateridge, le riprese del suo cellulare indicano danni ingenti agli edifici vicino alla struttura dell'UNRWA, compreso un blocco il cui intero piano superiore è stato ribaltato. e spalancato.

In un centro di addestramento a Khan Younis, dove ha detto che almeno 40,000 persone si sono rifugiate quando è stato colpito dal fuoco diretto e successivamente è stato assediato, ha descritto "intere stanze bruciate, effetti personali sparsi ovunque...Sulle tombe dei bambini nel cortile si legge “Tua sorella manchi”.

Impatto duraturo

Secondo l’UNRWA, la guerra a Gaza ha avuto un impatto su 165 delle sue installazioni nell’enclave da quando sono iniziati gli attacchi israeliani in risposta agli attacchi guidati da Hamas il 7 ottobre che hanno ucciso circa 1,200 persone nel sud di Israele e ne hanno lasciate più di 250 prese in ostaggio.

Gli ultimi dati delle autorità sanitarie di Gaza indicano che almeno 34,480 palestinesi sono stati uccisi nelle violenze che ne sono seguite e più di 77,640 feriti. Nell'ambito della continua risposta umanitaria delle Nazioni Unite, il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (UNICEF) – secondo cui sarebbero stati uccisi oltre 13,000 giovani – ha distribuito più di 203,000 capi di abbigliamento per neonati ai diciassettenni.

L’UNICEF ha riferito che almeno 17,000 bambini a Gaza sono ora non accompagnati o separati dalle loro famiglie dopo quasi sette mesi di guerra, con almeno sette case su 10 ritenute danneggiate o distrutte.

Leggi di più:

Proteste a Gaza: il capo dei diritti delle Nazioni Unite segnala un’azione di polizia “sproporzionata” nei campus statunitensi

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -spot_img
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -