6.6 C
Bruxelles
Mercoledì, novembre 30, 2022

Rottura: la demolizione scioccante di case e l'accaparramento di terre segnalano l'intensificazione della persecuzione dei baháʼí iraniani

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Più da parte dell'autore

Aggiornamento: 6 case bahá'í distrutte e 20 ettari di terra confiscati da agenti del governo iraniano | BWNS

Case bahá'í distrutte e terreni confiscati da agenti del governo iraniano

0
Agenti del governo iraniano hanno sigillato il villaggio di Roushankouh, demolendo case bahá'í e confiscando le loro terre, intensificando la persecuzione dei bahá'í dell'Iran.
Tunisia: intervista televisiva esplora il ruolo costruttivo della religione nella società | BWNS

Tunisia: intervista televisiva esplora il ruolo costruttivo della religione nella società | BWNS

0
Un rappresentante dei bahá'í della Tunisia attinge all'esperienza dei bahá'í di quel paese per esplorare il concetto di religione come forza per il progresso sociale.
Esercitazione sull'incidente di massa

Guerra in Ucraina: l'importanza dell'addestramento dei sinistri di massa

0
Johan von Schreeb è professore di medicina globale dei disastri presso il Dipartimento di salute pubblica globale del Karolinska Institutet in Svezia e dirige il Center for Research on Health Care in Disasters, un centro collaborativo dell'OMS che organizza corsi di medicina globale dei disastri. Più di recente, ha organizzato corsi di formazione per i sinistri di massa in Ucraina e nei paesi limitrofi.
un uomo e una donna davanti a un camion Who che fanno l'inventario del contenuto

Portare forniture mediche di emergenza dove sono più necessarie

0
Intervista a Olexander Babanin sulla logistica del supporto dell'OMS all'Ucraina.

BIC GINEVRA — In una crudele escalation, e a soli due giorni dai precedenti attacchi ai baháʼí in tutto l'Iran, fino a 200 agenti governativi e locali iraniani hanno isolato il villaggio di Roushankouh, nella provincia di Mazandaran, dove vive e si trova un gran numero di baháʼí. utilizzando pesanti macchine movimento terra per demolire le loro case.

  • Le strade in entrata e in uscita dal villaggio sono state bloccate.
  • Chiunque abbia tentato di sfidare gli agenti è stato arrestato e ammanettato.
  • Gli agenti hanno sequestrato i dispositivi mobili dei presenti e vietato le riprese.
  • I vicini sono stati avvertiti di rimanere nelle loro case e gli è stato impedito di filmare o fotografare.
  • Quattro case in costruzione sono già state distrutte.
  • Le autorità stanno installando robuste recinzioni metalliche per limitare l'accesso dei baháʼí alle proprie case.

I baháʼí di Roushankouh sono stati presi di mira molte volte in passato con confische di terre e demolizioni di case. Ma questa mossa segue settimane di intensificazione della persecuzione dei baháʼí: oltre 100 sono stati perquisiti o arrestati nelle ultime settimane.

“Chiediamo a tutti di alzare la voce e chiedere che questi terribili atti di palese persecuzione vengano immediatamente interrotti. Ogni giorno arrivano notizie fresche di persecuzione dei baháʼí in Iran, a dimostrazione inequivocabile che le autorità iraniane hanno un piano passo dopo passo che stanno attuando, prima palese menzogna e incitamento all'odio, poi incursioni e arresti, e oggi accaparramento di terre , occupazioni e distruzione di case”, ha detto Diane Ala'i, rappresentante della Bahá'í International Community (BIC) alle Nazioni Unite a Ginevra, riferendosi alle ultime settimane. “Cosa sarà il prossimo? La comunità internazionale deve agire prima che sia troppo tardi”.

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti