9.7 C
Bruxelles
Domenica, Settembre 25, 2022

Il Parlamento europeo FINALMENTE sostiene l'accordo commerciale post-Brexit

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Le discussioni tematiche della Commissione sugli stupefacenti 2022 si concentrano sulle questioni trasversali della politica in materia di droga e dei diritti umani

La Commissione sugli stupefacenti si concentra su questioni di politica in materia di droga e diritti umani

0
Le discussioni tematiche della Commissione sugli stupefacenti 2022 si concentrano sulle questioni trasversali della politica in materia di droga e dei diritti umani

Boris Johnson ha salutato oggi l'approvazione da parte del Parlamento europeo dell'accordo commerciale post-Brexit come il "passo finale" verso una nuova relazione.

Il premier ha affermato che è 'tempo di guardare al futuro' dopo che l'esito del voto è stato annunciato questa mattina a Bruxelles, con 660 parlamentari favorevoli e solo cinque contrari.

Anche la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha accolto favorevolmente il semaforo verde, ma ha lanciato un colpo di avvertimento sul fatto che deve essere "applicato fedelmente". 

Il ballottaggio si è svolto ieri, ma le restrizioni al lavoro dovute al coronavirus hanno fatto sì che il risultato non fosse dichiarato immediatamente.

L'accordo commerciale è stato provvisoriamente in vigore da quando è stato concordato da Boris Johnson e Ursula von der Leyen prima di Natale.

Entrambe le parti sperano che possa tracciare una linea sotto quattro anni di aspri negoziati e dibattiti.

Johnson ha dichiarato: "Questa settimana è l'ultimo passo di un lungo viaggio, che fornisce stabilità alle nostre nuove relazioni con l'UE come partner commerciali vitali, stretti alleati e pari sovrani.

"Ora è il momento di guardare al futuro e di costruire una Gran Bretagna più globale".

Il risultato della votazione è stato annunciato a Bruxelles questa mattina, con 660 parlamentari favorevoli e solo cinque contrari

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha accolto con favore il voto e ha affermato che l'accordo su commercio e cooperazione "segna le basi di un partenariato forte e stretto con il Regno Unito"

Si temeva che il Parlamento europeo stesse rifiutando l'approvazione come tattica di pressione nella lite sul protocollo dell'Irlanda del Nord. 

La sig.ra von der Leyen ha accolto con favore il voto e ha affermato che l'accordo commerciale e di cooperazione "segna le basi di un partenariato forte e stretto con il Regno Unito".

Ma in un riconoscimento delle preoccupazioni dell'UE sull'approccio del Primo Ministro agli accordi con Bruxelles, ha avvertito che "l'attuazione fedele è essenziale".

Il principale eurodeputato Guy Verhofstadt ha twittato: "L'@Europarl_EN approva l'accordo commerciale e di cooperazione UE-Regno Unito! Il primo accordo commerciale nella storia per erigere barriere e rimuovere le libertà? Un fallimento per entrambe le parti, ma meglio di niente.' 

In un discorso durante il dibattito di ieri, la sig.ra von der Leyen ha avvertito il sig. Johnson che l'Unione europea "non esiterà" ad agire contro il Regno Unito se viola i termini dell'accordo commerciale. 

Ha avvertito che il patto ha "denti reali" e "misure correttive unilaterali" saranno implementate "ove necessario". 

Ursula von der Leyen, nella foto oggi rivolgendosi al Parlamento europeo a Bruxelles, ha avvertito Boris Johnson che l'UE "non esiterà" ad agire contro il Regno Unito se viola i termini dell'accordo commerciale Brexit

Oggi i deputati voteranno finalmente a favore dell'accordo commerciale e di cooperazione che l'UE ha concordato con il sig. Johnson la vigilia di Natale dell'anno scorso. Il PM è raffigurato ieri a Llandudno

Il suo colpo di avvertimento è arrivato nel mezzo di una lite tra il Regno Unito e l'UE sul protocollo dell'Irlanda del Nord che è stato concordato come parte dell'accordo di divorzio originale Brexit. 

Rivolgendosi al Parlamento europeo, la onorevole von der Leyen ha dichiarato: 'Questo accordo arriva con i denti veri. Con un meccanismo vincolante di risoluzione delle controversie e la possibilità di misure correttive unilaterali ove necessario. 

'Consentitemi di essere molto chiaro: non vogliamo dover utilizzare questi strumenti. Ma non esiteremo ad usarli se necessario. 

"Sono essenziali per garantire il pieno rispetto del TCA e dell'accordo di recesso."  

La sig.ra von der Leyen ha rilevato le preoccupazioni nell'UE per il fatto che il Regno Unito non abbia ancora pienamente rispettato i termini dell'accordo di divorzio Brexit e ha sottolineato che in futuro sarà necessaria "vigilanza" quando si tratterà di attenersi ai termini dell'accordo commerciale. 

Le relazioni tra il Regno Unito e l'UE sono state tese a causa dell'applicazione del protocollo dell'Irlanda del Nord che disciplina gli accordi post-Brexit volti a prevenire un confine fisico con l'Irlanda. 

Gran parte dell'interruzione e della controversia creata dal protocollo riguarda il fatto che la Gran Bretagna ha lasciato il mercato unico delle merci, mentre l'Irlanda del Nord rimane nella zona di regolamentazione dell'UE.

Ciò richiede un numero significativo di controlli documentali e ispezioni fisiche sui prodotti agroalimentari che arrivano nell'Irlanda del Nord dalla Gran Bretagna.

Il Regno Unito ha esteso unilateralmente i periodi di grazia coprendo aree dell'economia, comprese le forniture ai supermercati e le consegne di pacchi all'Irlanda del Nord dalla Gran Bretagna, il che significa che i controlli post-Brexit non sono ancora completamente applicati, il che ha innescato una controversia legale con Bruxelles.

La onorevole von der Leyen ha affermato che sono necessarie "soluzioni congiunte" poiché "le decisioni unilaterali non ci porteranno da nessuna parte".

Ha detto che ci sono stati "alcuni progressi" nei colloqui sul miglioramento del protocollo tra il vicepresidente della commissione Maros Sefcovic e il ministro britannico per la Brexit Lord Frost.

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti