10 C
Bruxelles
Lunedi, October 3, 2022

La delegazione USCIRF si reca in Nigeria per valutare le condizioni di libertà religiosa

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Washington, DC - Commissione degli Stati Uniti sulla libertà religiosa internazionale (USCIRF) Commissario Federico A. Davie insieme allo staff dell'USCIRF si è recato ad Abuja, in Nigeria, dal 4 all'11 giugno per incontrare funzionari del governo nigeriano e statunitense, comunità religiose, rappresentanti della società civile e difensori dei diritti umani per valutare le condizioni di libertà religiosa e discutere delle minacce che i nigeriani di una vasta gamma di fedi e visioni del mondo.

“La Nigeria ospita diverse comunità religiose e di credo e abbiamo avuto la fortuna di imparare da una serie di prospettive sullo stato della libertà religiosa nel paese. I nostri incontri hanno messo in evidenza la complessità dei fattori scatenanti della violenza in Nigeria e l'intersezione tra libertà religiosa e altre preoccupazioni relative alla sicurezza e ai diritti umani”, Lo ha detto il commissario dell'USCIRF Davie. "L'USCIRF non vede l'ora di incorporare i risultati di questa visita nelle nostre raccomandazioni di politica estera al Presidente, al Segretario di Stato e al Congresso relative alla libertà religiosa in Nigeria".

Prima e durante la visita dell'USCIRF, in Nigeria si sono verificati diversi episodi di violenza che hanno colpito cristiani o musulmani. Il 12 maggio, una folla violenta allo Shehu Shagari College of Education nello stato di Kano a maggioranza musulmana ha lapidato uno studente universitario cristiano Debora Samuele a morte e bruciato il suo corpo perché consideravano le osservazioni che aveva fatto in un thread di WhatsApp offensivo all'Islam. Il 22 maggio, attori violenti nel sud-est a maggioranza cristiana hanno ucciso una donna musulmana Hausa incinta Harira Jubril e i suoi quattro figli. Il 4 giugno, una folla violenta nella capitale Abuja ha picchiato, lapidato e bruciato un membro delle forze di difesa locali musulmane Ahmad Usman a morte per presunta blasfemia. Il 5 giugno, aggressori armati hanno attaccato i fedeli che celebravano la domenica di Pentecoste in una chiesa cattolica Owo, Stato di Ondo, uccidendo almeno 40 persone.

“L'USCIRF condanna questi attacchi e tutte le violenze che minacciano la libertà religiosa in Nigeria. Questi incidenti sono stati davvero orribili e hanno dimostrato le sfide che cristiani e musulmani devono affrontare in Nigeria”, Il commissario dell'USCIRF Davie ha continuato. "I nostri cuori vanno alle famiglie e alle comunità colpite e imploriamo le autorità nigeriane di non badare a spese per assicurare alla giustizia gli autori di questi atti atroci".

Dal 2009, più recentemente nella sua relazione annuale di aprile 2022, l'USCIRF ha raccomandato al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti designare come "paese di particolare interesse", o PCC, per aver commesso e tollerato violazioni sistematiche, continue ed eclatanti della libertà religiosa internazionale. Le autorità locali hanno incarcerato e perseguito diversi nigeriani con l'accusa di blasfemia negli ultimi anni, mentre perseguivano al massimo solo accuse minori contro individui che incitano alla violenza contro coloro che esprimono opinioni religiose opposte. Funzionari del governo continuano inoltre a non fornire giustizia alle vittime degli attacchi ai fedeli e alle comunità religiose. L'USCIRF ha anche catalogato queste violazioni in altri rapporti sulla Nigeria, incluso in un Aggiornamento del problema sullo stato di Kano, un episodio del Riflettori puntati sull'USCIRF podcast e durante a udito svoltosi a giugno 2021.

###

La US Commission on International Religious Freedom (USCIRF) è un'entità indipendente e bipartisan del governo federale istituita dal Congresso degli Stati Uniti per monitorare, analizzare e riferire sulla libertà religiosa all'estero. L'USCIRF formula raccomandazioni di politica estera al Presidente, al Segretario di Stato e al Congresso intese a scoraggiare la persecuzione religiosa e promuovere la libertà di religione o di credo.

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti