4.4 C
Bruxelles
Martedì, Dicembre 5, 2023
Diritti umaniINTERVISTA - Chiedere giustizia per le vittime di abusi sessuali

INTERVISTA – Chiedere giustizia alle vittime di abusi sessuali

Notizie delle Nazioni Unite
Notizie delle Nazioni Unitehttps://www.un.org
Notizie delle Nazioni Unite - Storie create dai servizi di notizie delle Nazioni Unite.

I critici hanno affermato che la giustizia richiede troppo tempo e che gli autori non sono sempre ritenuti responsabili nei casi di abuso e sfruttamento sessuale commessi dal personale delle Nazioni Unite.

Nominato dal Segretario Generale nel 2017, Jane Connor, il primo Victims' Rights Advocate delle Nazioni Unite, ha il compito di installare un approccio incentrato sulle vittime nelle oltre 35 entità del sistema.

Ha condiviso con Notizie ONU i suoi resoconti sul campo di "conversazioni estremamente difficili" con le vittime e i loro figli e come le Nazioni Unite stanno affrontando questioni dal mantenimento dei figli al test del DNA.

Jane Connors dell'Australia è la prima sostenitrice dei diritti delle vittime per le Nazioni Unite.

UN News: come valuteresti i progressi compiuti fino ad oggi?

Jane Connor: Ci sono stati buoni progressi nel far capire alle persone dal punto di vista politico che la vittima di abusi sessuali ei suoi diritti e la sua dignità sono estremamente importanti. La sfida è tradurre ciò in realtà sul campo.

Abbiamo fatto ottimi progressi dove abbiamo difensori dei diritti delle vittime sul campo, nella Repubblica Centrafricana, nella Repubblica Democratica del Congo, ad Haiti e nel Sud Sudan.

L'abuso o lo sfruttamento sessuale si traduce spesso in una gravidanza, e gli uomini abbandonano quasi sempre le donne perché hanno un'altra famiglia altrove. Sono state avanzate ulteriori segnalazioni e si è fatto di più per sostenere le vittime e, in particolare, per perseguire le richieste di mantenimento dei figli di paternità.

Una delle grandi sfide è sottovalutare l'impatto dello sfruttamento sessuale e l'idea che esista il consenso. Solo perché sei in grado di usare il tuo potere per sfruttare qualcuno e convincerlo apparentemente ad acconsentire non significa che acconsenta. Realizzare la responsabilità nei confronti delle vittime dovrebbe essere la nostra priorità. La responsabilità dal punto di vista di una vittima sarà molto diversa da ciò che potrebbero pensare gli altri.

Tessere una via verso l'indipendenza

UN News: gli Stati stanno facendo abbastanza per fare progressi reali?

Jane Connor: I casi di paternità di cui siamo a conoscenza riguardano personale operante nelle missioni di pace o politiche speciali delle Nazioni Unite, prevalentemente in divisa militare o di polizia. In termini di identificazione delle vittime, le missioni sono molto avanti.

Sono andato in diversi paesi per ottenere la fiducia e per esortarli a usare i loro buoni uffici per convincere gli uomini che hanno generato figli e sono stati identificati positivamente attraverso la corrispondenza del DNA per fare ciò che dovrebbero fare.

È una responsabilità congiunta degli Stati membri e delle Nazioni Unite garantire che i diritti dei bambini siano realizzati. Hanno il diritto di conoscere il padre e di essere sostenute da lui. È anche responsabilità genitoriale del padre.

Il sovrintendente Gnima Diedhiou del Senegal ha discusso le tecniche di intervista con il tenente colonnello Ade San Arief, indonesiano, durante il corso di formazione per formatori per ufficiali investigativi nazionali delle Nazioni Unite presso la RAAF Williams Laverton, Melbourne.
© Australian Defence Force/CPL – Il sovrintendente Gnima Diedhiou del Senegal ha discusso le tecniche di intervista con il tenente colonnello Ade San Arief dall'Indonesia durante il corso di formazione per istruttori per ufficiali investigativi delle Nazioni Unite presso la RAAF Williams Laverton, Melbourne.

UN News: i progetti Can sostenuti dal Fondo di assistenza alle vittime delle Nazioni Unite fare davvero la differenza nella vita delle vittime?

Jane Connor: Penso che faccia la differenza. Attualmente abbiamo progetti nella Repubblica Democratica del Congo e in Liberia, ne abbiamo avuto uno ad Haiti e presto saremo nella Repubblica Centrafricana. Dobbiamo fare molto di più con la prevenzione, poiché prevenzione e risposta sono indissolubilmente legate; non puoi averne uno senza l'altro.

Devi avere l'elemento vittima per far riflettere le persone sulle conseguenze della loro condotta. Vittimizzano non solo l'individuo, ma anche la loro comunità e la loro stessa famiglia. Quando parliamo di abusi, in generale, parliamo di gravi comportamenti sessuali scorretti con bambini di età inferiore ai 18 anni.

Mi piacerebbe vedere molta più attenzione sul cambiamento di comportamento. Ci vuole molto lavoro, risorse sostenute e un'enorme leadership per rendere qualcosa di inaccettabile. Ricorda quando guidare in stato di ebbrezza andava bene, e ora è considerato profondamente inaccettabile. È un gioco lungo, lungo.

UN News: le indagini vengono condotte abbastanza velocemente?

Jane Connor: È necessario lavorare di più con gli investigatori che escono da un background delle forze dell'ordine. Hanno bisogno che le loro menti cambino. Devono sapere che il ritardo è molto negativo, che devono essere educati e compassionevoli e devono tenere informata la vittima. Dare alle vittime informazioni e follow-up non è molto buono e deve davvero migliorare.

Il segretario generale aggiunto delle Nazioni Unite Jane Connors ha concluso la sua visita di cinque giorni in Sud Sudan con una conferenza stampa a Juba, la capitale, il 7 dicembre 2017.
Il segretario generale aggiunto delle Nazioni Unite Jane Connors ha concluso la sua visita di cinque giorni in Sud Sudan con una conferenza stampa a Juba, la capitale, il 7 dicembre 2017.

UN News: Ci sono messaggi comuni che senti dalle vittime?

Jane Connor: Queste sono conversazioni estremamente difficili. Incontrerò chiunque voglia parlare di questo problema. Ricordo un paese che ho visitato alcuni anni fa dove ci sono molte donne con bambini nati da abusi sessuali e/o sfruttamento, ed erano molto insoddisfatte, non avevano ricevuto alcun sostegno, nessuna assistenza; i bambini non andavano a scuola perché non avevano i soldi per pagare le rette e non sapevano cosa stesse succedendo con le rivendicazioni di paternità.

Uno di loro ha detto: 'Persone come te, ti vediamo sempre. Tu vieni ci parli, vai, non sentiamo mai niente'. Ho detto loro: 'Guardate, non sono una persona molto potente, ma farò quello che posso'.

Ho avuto alcuni ottimi colleghi nel paese interessato che hanno raccolto circa $ 40,000, in modo che quei bambini potessero andare a scuola. Ciò ha fatto un'enorme differenza. Alla fine di quell'anno, si sono incontrati con le donne, che hanno detto: "Almeno ha fatto quello che aveva detto che avrebbe fatto".

UN News: Lei ha incontrato vittime in diversi paesi. Qual è il tuo messaggio per loro?

Jane Connor: Sono stupito dalla loro tolleranza nei confronti delle Nazioni Unite, dalla loro pazienza, dalla loro resilienza e sono anche estremamente impressionato da coloro che sono in grado di andare avanti. In termini di progetti in corso, ci sono state donne che sono state in grado di passare ad avere un'impresa. Questo è qualcosa che facciamo insieme.

“Ho il diritto” | Vittime di abusi e sfruttamento sessuale| Nazioni Unite

In che modo le Nazioni Unite aiutano le vittime e affrontano il problema sessuale abuso o sfruttamento commessi dal proprio personale

Fonte

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono di chi le esprime ed è sotto la propria responsabilità. Pubblicazione in The European Times non significa automaticamente l'approvazione del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

DISCLAIMER TRADUZIONI: Tutti gli articoli di questo sito sono pubblicati in lingua inglese. Le versioni tradotte vengono eseguite attraverso un processo automatizzato noto come traduzioni neurali. In caso di dubbio, fare sempre riferimento all'articolo originale. Grazie per la comprensione.

- Annuncio pubblicitario -

Più da parte dell'autore

- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -

Devi leggere

Articoli Recenti

- Annuncio pubblicitario -