12.4 C
Bruxelles
Sabato, settembre 24, 2022

Regno Unito: come il giornalismo sensazionalista oscura la visione della realtà

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

BWNS
BWNS
Rapporti BWNS sui principali sviluppi e sforzi della comunità baha'i globale

Più da parte dell'autore

Nuovo stratagemma propagandistico per incriminare i baha'i in Iran

Nuovo stratagemma propagandistico per incriminare i baha'i in Iran

0
La comunità internazionale baha'i ha ricevuto la notizia di un nuovo stratagemma di propaganda scioccante e oltraggioso per incriminare i baha'i in Iran
Combattere l'incitamento all'odio nel nesso tra tecnologia, governo e società civile | BWNS

Combattere l'incitamento all'odio nel nesso tra tecnologia, governo e società civile

0
Un forum BIC al vertice RightsCon ha esplorato la collaborazione necessaria tra il settore tecnologico, il governo e la società civile per affrontare l'incitamento all'odio online
BIC New York: l'ONU chiede all'Iran di porre fine alla discriminazione religiosa | BWNS

BIC New York: l'ONU chiede all'Iran di porre fine alla discriminazione religiosa

0
L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite invita l'Iran a rispettare i diritti umani per tutti i suoi cittadini, compresi i membri della Fede Bahá'í.
Turchia: il sindaco di Edirne celebra il centenario della morte di 'Abdu'l-Bahá | BWNS

Turchia: il sindaco di Edirne celebra il centenario della morte di 'Abdu'l-Bahá

0
Il centenario è stato recentemente celebrato a Edirne, dove Bahá'u'lláh, 'Abdu'l-Bahá e un piccolo gruppo di credenti hanno vissuto in esilio per oltre quattro anni.

LONDRA — Qual è il ruolo dei giornalisti nel promuovere la comprensione e il dialogo, soprattutto in un ambiente mediatico spesso guidato dal sensazionalismo?

Questa è stata una delle domande esplorate da due giornalisti esperti nel Regno Unito, un ex giornalista della BBC e uno scrittore per il quotidiano The Guardian, insieme a membri dell'Ufficio bahá'í per gli affari pubblici di quel paese in un recente Podcast prodotto da quell'Ufficio intitolato In Good Faith: Truth and Standards in Media.

"Gli scrittori devono essere liberi da pregiudizi, imparziali ed essere in grado di guardare ai problemi con un senso di giustizia", ​​ha affermato Carmel Kalani, dell'Ufficio per gli affari pubblici.

La signora Kalani ha tratto un'analogia dagli insegnamenti bahá'í per descrivere il potere dei media nell'aumentare la coscienza pubblica, affermando: “I giornali, i social media e altre forme di media sono come 'lo specchio del mondo'. Sono 'dotati di udito, vista e parola'”.

Una delle implicazioni di ciò, ha affermato, è che gli articoli e altre forme di espressione dei giornalisti hanno il potenziale per ispirare in tutti noi un senso di unità con i nostri simili.

"Quando i giornalisti raccontano una storia, danno forma al mondo in cui viviamo, danno forma a ciò che vediamo come possibile", ha affermato la signora Kalani, spiegando che i media possono sbloccare "l'immensa capacità delle persone di realizzare unità e pace".

presentazione
3 immagini
Negli ultimi anni, l'Ufficio ha riunito molti giornalisti, rappresentanti della società civile e leader delle comunità religiose per esaminare diversi aspetti dei media alla luce dei principi spirituali, come l'unità dell'umanità.

Nonostante questo enorme potenziale, alcune pratiche esercitano pressioni sui giornalisti affinché producano rapporti sensazionalistici, come sorprendere persone in difficoltà per un'intervista.

“C'è qualcosa chiamato 'bussare alla porta' nel giornalismo, per cui devi andare a bussare alla porta di qualcuno, che è nel bel mezzo di una storia, di solito non per colpa sua... e chiedere loro un commento sulla soglia di casa, ” ha detto John McManus, ex reporter della BBC e capo delle comunicazioni per i Gesuiti in Gran Bretagna.

"È puramente per riempire il tempo e una notizia", ​​ha continuato McManus, spiegando che questo approccio in genere non produce nuovi fatti. Invece, soddisfa l'appetito del pubblico per il drammatico e può distrarre l'attenzione dai problemi reali.

Il Sig. McManus ha aggiunto che molti giornalisti sono a disagio con le pratiche nel loro campo che portano a una copertura giornalistica sensazionalistica e ha sottolineato l'importanza dell'empatia e della conservazione della dignità umana quando riferiscono. “Al centro di tutte queste storie ci sono esseri umani con sentimenti. ... Hanno tutti una famiglia. Quindi cerco sempre di ricordarlo, [che] modera il mio pensiero e le mie azioni".

Remona Aly, giornalista di The Guardian, ha dichiarato: “Hai questo senso di responsabilità verso chiunque stai intervistando. ... Mi sforzo davvero di mantenere quella protezione. Dico [all'intervistato] 'puoi guardare l'articolo in seguito in modo che ti senta a tuo agio.'"

Le discussioni hanno anche esaminato come i pregiudizi e le false dicotomie possono ridurre questioni sfaccettate a rappresentazioni semplicistiche della realtà che rafforzano le divisioni sociali, politiche, economiche e religiose, portando a una copertura giornalistica sensazionalistica.

Il signor McManus, parlando della responsabilità dei giornalisti di mantenere l'obiettività, ha dichiarato: “Le cose non sono in bianco e nero. Puoi tenere nella tua mente due diversi punti di vista che sono entrambi corretti, perché sappiamo che la vita umana è infinitamente varia e complessa.

Riflettendo su questa discussione, Nancy Warren, dell'Ufficio bahá'í degli affari pubblici, spiega che questa serie di podcast fa parte degli sforzi in corso dell'Ufficio per contribuire al discorso sul ruolo costruttivo dei media nella società.

"Le persone iniziano la loro carriera giornalistica con ideali molto alti, ma alla fine trovano difficile scrivere in un modo che sia in linea con i loro principi", dice.

"I forum offerti dall'Ufficio, siano essi podcast, discussioni online o incontri di persona, offrono ai giornalisti uno spazio per esplorare le questioni prevalenti nel loro campo alla luce dei principi spirituali che risuonano con le loro convinzioni morali".

presentazione
3 immagini
La serie di podcast “In Good Faith”, prodotta dall'Ufficio bahá'í degli affari pubblici nel Regno Unito, invita i giornalisti a discussioni approfondite su come i media possono svolgere un ruolo costruttivo nella società.
- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti