8 C
Bruxelles
Domenica, Settembre 25, 2022

Codice [Raccolta di leggi] di Lipit-Ishtar

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Le discussioni tematiche della Commissione sugli stupefacenti 2022 si concentrano sulle questioni trasversali della politica in materia di droga e dei diritti umani

La Commissione sugli stupefacenti si concentra su questioni di politica in materia di droga e diritti umani

0
Le discussioni tematiche della Commissione sugli stupefacenti 2022 si concentrano sulle questioni trasversali della politica in materia di droga e dei diritti umani

Codice legale del 1870 aC circa scritto in lingua sumera. È antecedente al noto codice di Hamurabi, ora al Louvre, di oltre un secolo, e per il suo interesse per la storia della civiltà, è uno dei reperti archeologici più importanti mai scoperti. La tavoletta è una delle molte migliaia scavate nella Biblioteca del Tempio di Nippur da una spedizione dell'Università della Pennsylvania alla fine del XIX secolo

Il cosiddetto Codice di Lipit-Ishtar (c. 1934–24 aC) è una legge sumera, che contiene il tipico prologo, articoli ed epilogo e tratta questioni come i diritti delle persone, matrimoni, successioni, pene e proprietà e contratti, secondo britannica.com. Lipit-Ishtar (accadico: Lipit-Ištar; att. 1870 a.C. circa - 1860 a.C. circa secondo la breve cronologia dell'antico vicino oriente) fu il 5° re della prima dinastia di Isin [vedi l'elenco dei re sumeri (SKL) ].

Prologo

Quando il grande An [1], il padre degli dei, (e) Enlil [2], il re di tutta la terra, il sovrano che stabilisce le decisioni, … Ninisin [3], la figlia di An, … per lei … gioia... per la sua fronte chiara; quando le diedero il regno di Sumer e Akkad (e) il governo favorevole nella sua (città) Isin [4], … stabilito da An. Quando An(i) Enlil chiamò Lipit-Ishtar, allora Lipit-Ishtar, il saggio pastore il cui nome era pronunciato Nunamnir, per regnare sul paese, per stabilire la giustizia nel paese, per rimuovere le lamentele, per respingere il nemico evitare la ribellione con la forza delle armi, (e) per portare prosperità a Sumeri e Accadi, quindi io, Lipit-Ishtar, l'umile pastore di Nippur [5], il virtuoso contadino di Ur, che non lascia Eridu [6], degno essere sovrano di Erech [7], re di Isin, re di Sumer e Akkad, che era caro al cuore di Inan8, stabilì giustizia a Sumer e Akkad secondo le parole di Enlil. In effetti, in quei giorni diedi... libertà ai figli e alle figlie di Isin, ai figli e alle figlie di Sumer e Akkad, ai quali... furono imposti i vincoli della schiavitù. Infatti, in accordo con... ho fatto del padre il sostegno dei figli, (e) dei figli il sostegno del padre; Ho comandato al padre di stare al fianco dei figli (e) ai figli di stare al fianco del padre; nella casa del padre (e) nella casa del fratello io…. Infatti io, Lipit-Ishtar, figlio di Enlil, ne portai settanta alla casa del padre (e) alla casa del fratello; alla casa dei non sposati ho portato … per dieci mesi … la moglie dell'uomo, … i figli dell'uomo … .

Le leggi:

1. … è stato istituito …

2. ...

3. … beni provenienti dalla casa del padre dalla sua …

4. … il figlio del funzionario del governo, il figlio del funzionario di palazzo, il figlio del tutore …

5. … la nave … lo segue …

6. Se una persona eredita una(e) nave(e) e la attrezza per salpare dalla sua...

7. … regalo … segue …

8. Se ha ceduto il suo giardino a un giardiniere, affinché se ne occupi il giardiniere … (e) il giardiniere … il proprietario del giardino …

9. Se una persona ha dato un appezzamento di terreno a (un'altra) persona in modo che potesse piantare un frutteto, (e quest'ultimo) non ha piantato un giardino sull'intero appezzamento di terreno, allora è obbligato alla persona che ha piantato il giardino per dare una parte del terreno inutilizzato, che non è da lui assimilato, come parte del suo progetto [9].

10. Se un uomo è entrato nel giardino di (un altro) uomo (e è stato sorpreso a rubare), pagherà 10 sicli [10] d'argento.

11. Se un uomo abbatte un albero nel giardino (di un altro) uomo, pagherà 1/2 mina [11] d'argento.

12. Se il pushtinak adiacente alla casa di una persona appartiene a (un'altra) persona e il proprietario della casa ha detto al proprietario del pushtinak: “Poiché la terra non è dominata, qualcuno può entrare in casa mia; rafforza la tua casa”. , (e) confermato il loro accordo, il proprietario della terra desolata sarà tenuto a risarcire il proprietario della casa per qualsiasi proprietà smarrita.

13. Se lo schiavo o lo schiavo di un uomo è scappato e si è rifugiato nel centro della città, (e) se è accertato che lui (o lei) si è rifugiato in casa (di un altro) uomo per un mese, è obbligato dare schiavo per schiavo.

14. Se non ha schiavo, sarà obbligato a pagare 15 sicli d'argento.

15. Se uno schiavo umano ha servito la sua servitù al suo padrone (e) se ciò è confermato dal padrone due volte, a quello schiavo può essere concessa la libertà.

16. Se un miktum è un dono al re, non è soggetto ad alienazione.

17. Se un miktum è pervenuto a un uomo di sua spontanea volontà, quell'uomo non oserà trattenerlo; è libero di andare dove vuole.

18. Se una persona senza permesso ha costretto (un'altra) persona a fare qualcosa a cui (quest'ultima) non pensa nulla, allora quella persona non merita approvazione; lui (il primo uomo) deve sopportare la punizione per quell'atto che lo ha costretto a fare.

19. Se un proprietario di un immobile non ha pagato l'imposta sull'eredità (e) un'altra persona l'ha pagata, è vietato sfrattare la persona dall'eredità entro tre anni. (Quindi) la persona che ha pagato l'imposta di successione diventa il proprietario dell'eredità, (e) il precedente proprietario dell'eredità non può contestare il suo diritto.

20. Se un proprietario immobiliare...

21. Se uno degli eredi ha sequestrato...

22. Se … la casa del padre … si è sposato, allora la casa del padre ricevuta da lei in dono dal padre, la riceverà, come suo erede.

23. Se il padre è vivo, sua figlia, qualunque essa sia, una ninishigir, o un lukur, o una serva del tempio, vivrà nella sua casa come erede.

24. Se una figlia nella casa del padre sano...

25. Se la seconda moglie alla quale è sposato gli ha dato figli, la dote che ha portato dalla casa di suo padre appartiene ai suoi figli; ei figli della sua prima moglie ei figli della seconda moglie dovrebbero condividere equamente la proprietà del padre.

26. Se un uomo si è sposato e sua moglie gli ha partorito figli, e questi figli sono vivi, e anche la schiava ha partorito figli al suo padrone, (ma) il padrone ha dato la libertà alla schiava e ai suoi figli, allora i figli della schiava non hanno il diritto di condividere la proprietà con i figli del loro (precedente) padrone.

27. Se la sua prima moglie è morta, e dopo la sua morte prende in moglie una schiava, allora i figli della sua prima moglie sono i suoi primi eredi; i figli nati dalla serva del suo padrone saranno come... e la sua casa essi,...

28. Se la moglie di un uomo non gli ha dato figli, (a) l'etera con la pubblica piazza gli ha dato figli, è tenuto a fornire all'etera grano, olio e vestiti; i figli nati a lui dall'etera diventano suoi eredi, ma finché vive sua moglie, l'etera non può vivere nella (sua) casa con sua moglie.

29. Se un uomo rinuncia alla sua prima moglie … (a) ella non è uscita di casa, allora sua moglie, presa da lui come sua amata, è la sua seconda moglie; è obbligato a prendersi cura della sua prima moglie.

30. Se il (futuro) genero entrava nella casa di suo suocero (e se) era fidanzato, (ma) allora lo cacciarono (di casa) e diedero sua moglie al suo amico , sono obbligati a restituirgli ciò che gli è stato portato in dono in occasione del fidanzamento, (e) allora la donna può sposare l'amico.

31. Se un giovane ha sposato un etero della pubblica piazza, (e) il giudice gli ha proibito di farle visita, ma, in seguito ha divorziato dalla moglie, allora il denaro...

32. (Se) … glielo ha dato, allora dopo la morte del padre gli eredi si divideranno il patrimonio del padre, (ma) l'eredità del patrimonio non lo divideranno; non “bolliranno nell'acqua la parola del padre”.

33. Se il padre ancora in vita ha posticipato il dono di matrimonio per suo figlio, (e) in presenza del padre mentre era ancora in vita ha preso moglie, allora dopo la morte del padre gli eredi ...

34. Se ha vissuto con la certezza di non aver diviso il patrimonio, dovrà pagare 10 sicli d'argento.

35. Se un uomo ha noleggiato un toro (e) ha danneggiato la sua carne nella regione della narice, allora è obbligato a pagare un terzo (del suo) valore.

36. Se un uomo ha preso in affitto un toro (e gli ha danneggiato gli occhi), allora è obbligato a pagare un secondo (del suo valore).

37. Se un uomo prende in affitto un toro (e ne rompe il corno), è obbligato a pagare un quarto (del suo) valore.

38. Se un uomo ha noleggiato un toro (e) lo danneggia nella regione della coda, allora è obbligato a pagare un quarto (del suo) valore.

39. Se … allora è obbligato a pagare.

Epilogo

Infatti, secondo la parola veritiera di Utu, ho incitato Sumer e Akkad ad aderire alla vera giustizia. Infatti, secondo il giudizio di Enlil, ho posto fine alle inimicizie e alle insurrezioni; di sofferenze, lamentele, singhiozzi… tabù; Divenni causa del buon ordine e della giustizia; Ho portato prosperità ai Sumeri e agli Accadi...

Infatti, quando ho stabilito l'abbondanza in Sumer e Akkad, ho eretto questa stele. A colui che non le fa alcun atto malizioso (la stele), che non distrugge la mia creazione, che non ne cancella le iscrizioni, che non vi scrive il proprio nome, sia concessa lunga vita e respiro per molti anni; si alzi in alto in Ekur [12]; lascia che l'alto sopracciglio di Enlil si pieghi su di lui. (A) colui che su di essa commette un atto indecente (la stele), che distrugge la mia creazione, che ne cancella le iscrizioni, che vi scrive il proprio nome (o) colui che, conoscendo questa maledizione, intende sostituirla, – sia quest'uomo..., sia... lo privi... lo mandi... Nel suo... chiunque sia; lascia che Ashnan [13] e Sumugan [14] i signori dell'abbondanza lo privino... che rimuova .. Che Utu [15] il giudice del cielo e della terra... porti via... lui... le fondamenta... come... lo considerino; non stabilire le basi del suo dominio; questo re, chiunque sia, Ninurta [16], il potente eroe, figlio di Enlil...

Note:

1. Ann – in accadico. Anu, uno dei tre dèi sumero-accadici supremi, patrono della città di Uruk.

2. Enlil – in accadico. Eil, dal rumore. “signore dei venti”, una delle principali divinità sumero-accadiche, insieme ad An ed Enki, patrono di Nippur.

3. Ninisin – dea guaritrice, figlia di An, adorata a Isin.

4. Insin – un'antica città in Mesopotamia, ora la città di Tel-Ishan-Bahriyat in Iraq.

5. Nippur – una città nell'antica Mesopotamia sul fiume Eufrate, ora Nifer in Iraq. In città c'era una ziggurat del dio Enlil.

6. Eridu – antica città sumera, oggi città di Abu-Shahrain in Iraq, fu fondata nella prima metà del IV secolo aC. sulla costa del Golfo Persico.

7. Erech – il nome biblico della città sumera di Uruk, il suo nome si trova anche come rumore. Unug, il greco. Orhoya, ora insediamento di Vark. La città fu per qualche tempo la capitale dell'antica Sumer.

8. Inan – dal rumore, “dominatrice dei cieli”, dea sumera della fertilità, dell'amore carnale e della contesa.

9. La traduzione russa non è molto chiara. Probabilmente, la disposizione prevede che il raccolto dell'intero terreno debba essere prima calcolato, e poi diviso nelle quote pattuite, e anche il raccolto non realizzato dell'appezzamento non seminato dovrebbe essere incluso nella quota del giardiniere.

10. falce – di rumore. gin, un'unità di peso babilonese pari a 8.4 g, 1 shekel = 1/60 mina.

11. mina – (Shum. mana) una misura del peso in Sumer e Babilonia, del peso di circa 505 anni, 1 mina = 60 shekel (Shum. gin); 60 mini = 1 talento (shum. gu).

12. Ekur – “casa della montagna”, nome del tempio del dio sumero Enlil a Nippur

13. Ashnan – Dea sumera del grano.

14. Sumugan – Shakan, divinità sumero-accadica responsabile della vita vegetale e animale nelle valli.

15. Utu – dal rumore."il luminoso","splendente","giorno". Nella mitologia sumera, il dio del sole.

16. Ninurta – rumore. “dominatore della terra”, nella mitologia sumero-accadica dio della guerra, della caccia e della pesca, della vegetazione e della fertilità. insieme a questo dio del sole mattutino, misericordioso, guaritore e tutto perdonatore. Fu onorato con suo padre Enlil a Nippur.

Foto: Codice del prologo Lipit-Ishtar AO 5473.jpg / Wikimedia Commons

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti