7.8 C
Bruxelles
Martedì, Ottobre 4, 2022

Mercenari russi in Mali uccisi dai jihadisti

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Edicola
Edicolahttps://www.europeantimes.news
L'European Times News mira a coprire le notizie che contano per aumentare la consapevolezza dei cittadini in tutta l'Europa geografica.

Più da parte dell'autore

Secondo France Press, il "Gruppo jihadista per il sostegno dell'Islam e dei musulmani", legato ad "Al-Qaeda", ha annunciato di aver ucciso quattro paramilitari della milizia armata privata russa "Wagner" in un'imboscata nel Mali centrale.

A confermare la notizia due rappresentanti locali e una fonte dell'ospedale.

L'imboscata è avvenuta sabato nella zona di Bandiagara. Un gruppo di mercenari di "Wagner" è uscito in motocicletta e si è diretto verso le montagne vicine. Lì si sono imbattuti nell'imboscata in cui sono stati uccisi quattro russi.

La giunta del Mali si è rivolta a quelli che dice essere istruttori dalla Russia per sostenerla nel contesto del deterioramento della situazione della sicurezza. Parigi e Washington si riferiscono a questi istruttori come mercenari del gruppo "Wagner".

Lunedì, la Francia, il cui esercito combatte i jihadisti da nove anni, ha dichiarato di aver ritirato il suo ultimo soldato dal Mali a causa del deterioramento delle relazioni con i governanti di Bamako. Tra i motivi del peggioramento dei rapporti c'era l'invito a “Wagner” a schierarsi in Mali. Dopo quasi un decennio di permanenza in Mali per combattere i ribelli islamici nell'Africa occidentale, la Francia e gli alleati militari si sono trasferiti in Niger per continuare la loro missione. "La Francia rimane impegnata nel (regione più ampia) del Sahel, nel Golfo di Guinea e nella regione del Lago Ciad con tutti i partner impegnati per la stabilità e la lotta al terrorismo", ha affermato la presidenza francese in una nota.

I colpi di stato in Mali, Ciad e Burkina Faso hanno indebolito le alleanze della Francia nelle sue ex colonie, incoraggiando i jihadisti che controllano vaste aree dei tre paesi. A proposito di soldati francesi hanno sede nella capitale del Niger, Niamey, insieme ad aerei da guerra, droni ed elicotteri, hanno detto ai giornalisti il ​​mese scorso funzionari francesi. Altre 300-400 persone saranno inviate per operazioni speciali con le truppe del Niger nelle zone di confine con Burkina e Mali.

Tra 700 e 1,000 altri commando avranno sede in Ciad, così come un numero imprecisato di forze speciali operanti in altre parti della regione.

La scorsa settimana la Germania ha terminato la sua missione militare a sostegno delle Nazioni Unite nel Paese africano a causa di una disputa con le autorità, che ancora una volta hanno rifiutato di consentire a un aereo di portare un sostituto del contingente tedesco.

MINUSMA – La Missione Integrata Multidimensionale di Stabilizzazione dell'Onu in Mali, è stata istituita nel 2013 per supportare le truppe straniere e locali che combattono i militanti islamici, ma negli ultimi mesi si sono verificati ripetuti episodi di tensione tra le autorità maliane e le forze di pace mondiali. organizzazione.

Il portavoce del governo tedesco Steffen Hebestreit ha affermato che la Germania è pronta in linea di principio a partecipare a una missione internazionale di mantenimento della pace, ma solo se sostenuta dal governo maliano. Per ora, Berlino sospende la parte di ricognizione della sua missione fino a nuovo avviso.

Credito fotografico: © Commissione europea (servizio audiovisivo)

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti