8.2 C
Bruxelles
Lunedi, November 28, 2022

Portare forniture mediche di emergenza dove sono più necessarie

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Più da parte dell'autore

Aggiornamento: 6 case bahá'í distrutte e 20 ettari di terra confiscati da agenti del governo iraniano | BWNS

Case bahá'í distrutte e terreni confiscati da agenti del governo iraniano

0
Agenti del governo iraniano hanno sigillato il villaggio di Roushankouh, demolendo case bahá'í e confiscando le loro terre, intensificando la persecuzione dei bahá'í dell'Iran.
Breaking: La scioccante demolizione di case e l'accaparramento di terre segnalano l'intensificarsi della persecuzione dei baháʼí iraniani | BWNS

Rottura: la demolizione scioccante di case e l'accaparramento di terre segnalano l'intensificazione della persecuzione dei baháʼí iraniani

0
In una crudele escalation, fino a 200 agenti del governo iraniano hanno isolato il villaggio di Roushankouh, dove vive un gran numero di baháʼí, demolendo le loro case.
Tunisia: intervista televisiva esplora il ruolo costruttivo della religione nella società | BWNS

Tunisia: intervista televisiva esplora il ruolo costruttivo della religione nella società | BWNS

0
Un rappresentante dei bahá'í della Tunisia attinge all'esperienza dei bahá'í di quel paese per esplorare il concetto di religione come forza per il progresso sociale.
Esercitazione sull'incidente di massa

Guerra in Ucraina: l'importanza dell'addestramento dei sinistri di massa

0
Johan von Schreeb è professore di medicina globale dei disastri presso il Dipartimento di salute pubblica globale del Karolinska Institutet in Svezia e dirige il Center for Research on Health Care in Disasters, un centro collaborativo dell'OMS che organizza corsi di medicina globale dei disastri. Più di recente, ha organizzato corsi di formazione per i sinistri di massa in Ucraina e nei paesi limitrofi.

Intervista a Olexander Babanin sulla logistica del supporto dell'OMS all'Ucraina

Olexander Babanin è responsabile della logistica e delle operazioni per l'OMS ed è responsabile dell'organizzazione del trasporto di forniture e attrezzature mediche essenziali dalle strutture di stoccaggio a località in tutto il mondo. In questa intervista, Olexander spiega come l'OMS decide quali forniture sono necessarie, come vengono distribuite e come potrebbero essere utilizzate, nel particolare contesto dell'Ucraina.

Perché l'Ucraina ha bisogno di forniture mediche di emergenza?

La guerra in Ucraina non solo ha gravemente danneggiato o distrutto molte strutture sanitarie, ma ha interrotto le catene di approvvigionamento di forniture mediche alle aree colpite. La produzione interna di forniture è stata ridotta dai bombardamenti. Sono necessarie forniture, non solo per curare le persone ferite nel conflitto, ma per prendersi cura di molti intrappolati nel paese senza accesso ai farmaci, compresi quelli con condizioni croniche come ipertensione e diabete.

Da dove provengono le forniture mediche di emergenza dell'OMS?

La maggior parte delle forniture proviene dall'hub logistico centrale dell'OMS, situato nella città umanitaria internazionale di Dubai. L'hub è stato istituito nel 2016 per aiutare la preparazione globale e la risposta alle emergenze e consente di immagazzinare e spedire rapidamente forniture e attrezzature mediche vitali in risposta alle emergenze sanitarie in tutto il mondo. Durante la pandemia di COVID-19, l'hub è cresciuto rapidamente fino a gestire l'85% della risposta alle materie prime mediche dell'OMS. L'OMS riceve anche spedizioni individuali di forniture specifiche per l'Ucraina da fornitori di tutto il mondo. Questi arrivano a Varsavia, in Polonia, per via aerea e stradale e vengono quindi guidati attraverso il confine con l'Ucraina.

Che tipo particolare di forniture vengono inviate in Ucraina?

L'OMS sta lavorando con i partner per fornire centinaia di tonnellate di attrezzature salvavita e farmaci in Ucraina. Le forniture di emergenza dell'OMS includono kit medici standard; ossigeno e generatori di ossigeno; kit per trasfusioni; generatori elettrici; elementi della catena del freddo (es. frigoriferi); defibrillatori (per attacchi di cuore); monitor; ventilatori; ambulanze; e dispositivi di protezione individuale, comprese tute di protezione chimica.

L'OMS sta inoltre fornendo all'Ucraina centinaia di kit per traumi e interventi chirurgici di emergenza (TESK) che possono essere utilizzati per eseguire operazioni su un massimo di 50 pazienti, nonché kit per la salute di emergenza interagenzia (IEHK)

Perché i TESK sono così importanti e in cosa consistono?

I kit trauma aiutano i chirurghi, i medici e il personale infermieristico locali a eseguire procedure salvavita e agli arti. Sono particolarmente necessari durante le situazioni di conflitto, quando la qualità delle cure e il rapido trattamento delle ferite sono fondamentali per ridurre significativamente le possibilità di morte e disabilità permanenti. Nelle zone di guerra, l'ambiente in cui vengono fornite queste cure e la complessità delle ferite che richiedono un trattamento possono essere difficili, ma la versatilità dei kit per traumi significa che possono essere utilizzati anche nelle circostanze più difficili.

All'interno di questi kit, quindi, includiamo:

  • farmaci e medicinali, compresi morfina, antibiotici e trattamento antitetanico;
  • disinfettanti e guanti;
  • anestetici;
  • medicazioni, materiale per calchi in gesso e stecche;
  • strumenti chirurgici generali e specialistici per condurre una serie di operazioni tra cui chirurgia ossea, innesti cutanei e tagli cesarei.

In cosa differiscono gli IEHK?

Gli IEHK forniscono medicinali e dispositivi medici essenziali per colmare le lacune mediche immediate per un massimo di 10 000 persone per circa 3 mesi, compresi i trattamenti per le malattie cardiovascolari e polmonari e il diabete.

Contengono:

  • farmaci e medicinali, inclusi antibiotici, unguenti per gli occhi, vitamine, antidolorifici, insulina e farmaci per alleviare le reazioni allergiche;
  • dispositivi e apparecchiature mediche, come cateteri, pinze, stetoscopi, termometri e misuratori della pressione sanguigna;
  • forniture generali, compresi grembiuli, bende, cannule, lacci emostatici e siringhe.

In che modo questi kit e altri materiali di consumo arrivano dove sono necessari?

Il team OSL (Operational Supply and Logistics) dell'OMS/Europa, insieme al team OSL della sede centrale, organizza convogli di forniture necessarie dalle scorte dell'OMS a Dubai e da altri centri di distribuzione attraverso la Polonia verso l'Ucraina.

L'Ufficio nazionale dell'OMS in Ucraina riceve e immagazzina le forniture all'arrivo e organizza la distribuzione secondo un piano concordato con il Ministero della Salute.

Come vengono valutate le esigenze nazionali e chi riceve le forniture dell'OMS?

Il Ministero della Salute ucraino aggiorna costantemente l'Ufficio nazionale sull'evoluzione delle esigenze e si collega per distribuire forniture ai dipartimenti sanitari a livello di oblast non appena arrivano.

Le forniture vengono quindi distribuite in ogni angolo del Paese, raggiungendo sia i malati acuti che cronici, i feriti nella guerra in corso e coloro che necessitano di cure per una serie di condizioni croniche.

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti