13.1 C
Bruxelles
Sabato, settembre 24, 2022

Energia: l'Ue prepara “la riforma strutturale del mercato elettrico

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Più da parte dell'autore

L'Europa sta lavorando a “una riforma strutturale del mercato elettrico

La Francia aveva chiesto lo scorso aprile una modifica delle regole di funzionamento del mercato elettrico europeo. "Hai i prezzi dell'elettricità che salgono alle stelle e non hai più nulla a che fare con i costi di produzione dell'elettricità, segue il gas, è assurdo", ha avvertito il presidente Macron

Infatti, il prezzo dell'energia elettrica è determinato dall'impianto più costoso, attualmente gli impianti a gas. I prezzi sul mercato dei futures stanno raggiungendo livelli record. Per l'elettricità consegnata il prossimo anno, il prezzo in Belgio è di 611 euro per MWh. in Francia, il prezzo dell'elettricità in consegna nel 2023 ha raggiunto giovedì 875 euro per MWh, con un aumento di circa 80 euro.

Anche i paesi del sud dell'UE come la Spagna e la Grecia chiedono da mesi un intervento sul mercato. Finora, tuttavia, non hanno avuto successo, in parte a causa della resistenza tedesca.

Più di recente, diversi Stati europei hanno chiesto di considerare un “disaccoppiamento” dei prezzi del gas e dell'elettricità.

Domenica, il ministro dell'Energia belga Tinne Van der Straeten (Groen) ha chiesto un tetto massimo ai prezzi del gas a livello europeo.
“Oggi l'elettricità viene prodotta a un prezzo molto più basso di quello a cui si vendono luce e gas. Oggi siamo in un'economia di guerra, non c'è più alcun legame tra il costo di produzione e il costo di vendita. Ci sono molte speculazioni", ha spiegato.

Lo stesso giorno, il cancelliere austriaco Karl Nehammer ha invitato l'Ue a “scollegare il prezzo dell'elettricità da quello del gas” per “fermare questa follia”.

Anche la Germania, che finora si è opposta a qualsiasi modifica dell'attuale regime, comincia a capire che questa è l'unica soluzione possibile. Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato in una conferenza stampa a Praga che l'attuale sistema “non può essere descritto come funzionale se porta a prezzi dell'elettricità così elevati.

Lunedì, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato che l'UE sta preparando “una riforma strutturale del mercato elettrico”.
“I prezzi alle stelle dell'elettricità stanno ora esponendo, per diversi motivi, i limiti del nostro attuale disegno del mercato elettrico. È stato sviluppato in circostanze completamente diverse e per scopi completamente diversi. Non è più adatto allo scopo. Ecco perché noi, la Commissione, stiamo ora lavorando a un intervento di emergenza ea una riforma strutturale del mercato elettrico. Abbiamo bisogno di un nuovo modello di mercato per l'elettricità che funzioni davvero e ci riporti in equilibrio".

La presidenza ceca del Consiglio dell'UE ha indicato che convocherà una riunione di emergenza dei ministri dell'Energia dell'UE il 9 settembre a Bruxelles.

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti