8.1 C
Bruxelles
Martedì, Ottobre 4, 2022

Cibi popolari che stimolano l'attività cerebrale

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Gaston de Persigny
Gaston de Persigny
Gaston de Persigny - Reporter presso The European Times News

Più da parte dell'autore

Il nutrizionista richiama l'attenzione sul fatto che gli alimenti della dieta quotidiana influenzano l'attività cerebrale in modi diversi

Uova, barbabietole e caffè stimolano il cervello, assicura l'endocrinologa Elena Evdokimova, membro dell'Associazione russa degli endocrinologi e dell'Associazione europea per lo studio del diabete (EASD).

In un'intervista con Lenta.ru, ha indicato altri prodotti economici per migliorare le funzioni cognitive. Il nutrizionista richiama l'attenzione sul fatto che gli alimenti della dieta quotidiana influenzano l'attività cerebrale in diversi modi: possono accelerarla e rallentarla, aiutare o ostacolare la memorizzazione di informazioni, stimolare o ridurre la produzione di neurotrasmettitori.

1. Le mandorle sono una delle migliori fonti vegetali di vitamina E, con quasi il 130% della dose giornaliera in 100 grammi di noci. Ci forniscono anche grassi sani e sono una scelta perfetta per uno spuntino pomeridiano per stimolare il cervello e darti una sferzata di energia.

2. Oltre alla vitamina E (80% della dose giornaliera in 100 g), le nocciole sono anche una buona fonte di vitamine del gruppo B, compreso il folato, oltre a magnesio, calcio e potassio. Puoi anche includerli nella tua dieta sotto forma di tahini alla nocciola: è ottimo in combinazione con il cioccolato o come aggiunta a un frullato o condimento per l'insalata.

3. Oltre agli utili grassi monoinsaturi, gli avocado ci forniscono anche una buona quantità di vitamina E, circa il 16% in 150 grammi di frutta. È anche uno dei migliori cibi per la colazione che ci fornirà abbastanza energia e un inizio di giornata di qualità. Durante il resto del tempo, puoi preparare il guacamole fatto in casa: è facile da preparare e dannatamente gustoso.

4. Una tazza di spinaci cotti ci fornisce circa il 25% della dose giornaliera di vitamina E, ma non dobbiamo attenerci da soli: tutte le verdure a foglia verde (bietole, cavoli, barbabietole e senape) sono buone fonti della vitamina.

5. Se i semi sono il tuo passatempo preferito mentre ti rilassi con un film la sera, non preoccuparti: hai anche il 78% della tua dose giornaliera di vitamina E con cento grammi di semi.

6. Con quasi il 25% della quantità giornaliera di vitamina E, le albicocche secche trovano un posto nella classifica, fornendoci separatamente fibre, importanti per la regolazione della digestione e dei livelli di colesterolo. Ricorda che spesso la frutta secca venduta al supermercato viene ulteriormente imbevuta di sciroppo di glucosio-fruttosio, una fonte di zucchero aggiuntivo di cui non abbiamo bisogno. Assicurati di scegliere la frutta secca senza ingredienti indesiderati.

7. L'autunno è il nostro preferito principalmente a causa delle zucche di tutte le forme e dimensioni, adatte a una varietà di ricette. Oltre alla varietà nell'alimentazione, ci forniscono anche buoni livelli di vitamina E: il 18% della dose giornaliera in 1 tazza di zucca cotta.

8. Il kiwi è un'ottima fonte non solo di vitamina E (circa il 15% in 180 g), ma anche di vitamina C, che si occuperà di rafforzare il sistema immunitario. Questa è più che una buona notizia, dal momento che in Bulgaria i kiwi sono di stagione in autunno, quando abbiamo bisogno di tutti gli aiuti disponibili per preparare il corpo ai mesi freddi.

9. Tutti gli oli vegetali sono buone fonti di vitamina E, inclusi olio d'oliva, olio di girasole e olio di cocco. Tuttavia, l'olio d'oliva, oltre a fornirci il prezioso antiossidante – circa il 13% della dose giornaliera raccomandata in un cucchiaio, ci fornisce anche preziosi grassi monoinsaturi, che si prendono anche cura della salute del cuore.

10. Oltre ad essere la fonte più ricca di vitamina C, i peperoni rossi forniscono anche circa il 12% della dose giornaliera di vitamina E. Inoltre, sono anche una fonte di luteina e zeaxantina, due antiossidanti che si prendono cura della salute degli occhi.

Fonte: iStock Photos/Getty Images

- Annuncio pubblicitario -
- CONTENUTI ESCLUSIVI -spot_img
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti