1.6 C
Bruxelles
Domenica, Dicembre 4, 2022

Ondate di caldo e cambiamenti climatici [Video]

DISCLAIMER: Le informazioni e le opinioni riprodotte negli articoli sono quelle di chi le dichiara ed è sotto la propria responsabilità. La pubblicazione su The European Times non significa automaticamente avallo del punto di vista, ma il diritto di esprimerlo.

Più da parte dell'autore

La crosta caotica contiene indizi sul passato acquoso di Marte alla ricerca di segni di vita passata sul pianeta rosso

La crosta caotica contiene indizi sul passato acquoso di Marte alla ricerca di segni del passato...

0
Bacino di Holden su Marte

La navicella spaziale Mars Express dell'ESA ci porta sopra il bacino di Holden, parte di una regione che è un obiettivo di alto livello nella ricerca di segnali...

Osservatorio cosmico mondiale di nuova generazione: telescopio spaziale Webb e Ariane 5 – Preparazione per il lancio [Video]

Osservatorio cosmico mondiale di nuova generazione: telescopio spaziale Webb e Ariane 5

0

Il viaggio nello spazio del telescopio spaziale James Webb

L'osservatorio cosmico di nuova generazione al mondo, il James Webb Space Telescope, dovrebbe essere lanciato su un Ariane 5 dallo spazioporto europeo nella Guyana francese....

Il post Osservatorio cosmico mondiale di nuova generazione: telescopio spaziale Webb e Ariane 5 – Preparazione per il lancio [Video] apparve prima SciTech Daily.

Questa immagine, che utilizza i dati dello strumento radiometrico della missione Copernicus Sentinel-3, mostra la temperatura della superficie terrestre nel sud della Francia, in Spagna e nell'Africa settentrionale la mattina del 17 luglio 2022. Vale la pena notare la differenza tra la temperatura dell'aria e la temperatura della superficie terrestre. La temperatura dell'aria, indicata nelle nostre previsioni meteorologiche giornaliere, è una misura di quanto è calda l'aria sopra il suolo. La temperatura della superficie terrestre invece è una misura di quanto calda si sentirebbe la superficie effettiva al tatto. L'immagine mostra chiaramente che, in alcuni punti, la superficie del terreno ha raggiunto ben 55 °C (131 °F). Considerando che Copernicus Sentinel-3 ha acquisito questi dati al mattino, la temperatura sarebbe aumentata nel pomeriggio. Credito: contiene dati Copernicus Sentinel modificati (2022), elaborati dall'ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

La serie di ondate di caldo che stiamo attualmente vivendo nell'Europa occidentale è un chiaro segno del riscaldamento globale indotto dall'uomo. Clement Albergel dell'ESA spiega come monitoriamo questi eventi utilizzando satelliti come la missione Copernicus Sentinel-3 e li inserisce nel contesto del record di dati climatici a lungo termine generato tramite la Climate Change Initiative dell'ESA.



Trascrizione video:

La serie di ondate di caldo che stiamo vivendo in Europa occidentale sono il segno più evidente del riscaldamento globale causato dalle attività umane, la nostra emissione di gas serra nell'atmosfera.

Per comprendere meglio la variabilità del nostro sistema climatico, abbiamo bisogno di osservazioni. Le osservazioni della Terra via satellite come quelle gestite dall'Agenzia spaziale europea in collaborazione con la Commissione europea nel contesto del programma Copernicus sono particolarmente utili in quanto forniscono copertura globale, uniformità, misurazione rapida e continuità.


Copernicus è alimentato da una famiglia di satelliti dedicata, i Sentinels.

Sentinel 3 è uno strumento, un radiometro che misura la temperatura della superficie terrestre. Nelle ultime due settimane di luglio ha misurato la temperatura della superficie terrestre da record. Più di 45 gradi centigradi nel Regno Unito, più di 50 gradi centigradi in Francia e più di 60 in Spagna.

Possiamo anche combinare la temperatura della superficie terrestre di Sentinel 3 con quelle dei satelliti precedenti per sviluppare serie temporali lunghe. Ed è ciò che facciamo nel contesto del programma climatico dell'ESA, l'iniziativa sul cambiamento climatico.

Abbiamo messo insieme i dati provenienti da diversi satelliti al fine di sviluppare serie temporali a lungo termine derivate dai satelliti su scala globale di componenti chiave del sistema climatico, note anche come variabili climatiche essenziali. La temperatura della superficie terrestre è una di queste.


Abbiamo recentemente pubblicato un record di dati climatici di 25 anni sulla temperatura della superficie terrestre e i dati indicano un aumento stabile di circa 0.2 gradi centigradi in media per decennio su scala globale con una forte variabilità regionale.

Le ondate di calore possono anche essere seguite da incendi. Temperature estremamente elevate combinate con una bassa umidità dell'aria e vegetazione secca aumentano il rischio di incendi nel caso in cui vi sia una fonte di ignizione.

I satelliti sono molto utili in quanto consentono il monitoraggio di diverse caratteristiche di incendio. Dal punto di vista della valutazione del rischio, possiamo rilevare aree asciutte e soggette a focolai di incendi boschivi, possiamo monitorare attivamente incendi in fiamme, incendi covanti, nonché aree bruciate, la cicatrice lasciata a terra dal fuoco. Possiamo monitorare pennacchi di fumo e tracce di gas nell'atmosfera.

Un'altra conseguenza delle ondate di calore prolungate se combinate con un livello estremamente basso di precipitazioni è la siccità. I suoli stanno diventando più asciutti e molti fiumi in Europa hanno ora raggiunto un livello record.

Le immagini acquisite da Sentinel-2 mostrano parte della Pianura Padana vicino a Piacenza in Italia e hanno rivelato come il fiume si sia ridotto tra giugno 2020 e giugno 2022. Ciò è in parte dovuto alla mancanza di precipitazioni che il Nord Italia riceve solitamente con temperature estremamente elevate e la mancanza di neve nella montagna che di solito alimenta il fiume.

 

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio pubblicitario - spot_img

Devi leggere

Articoli Recenti